SONO UNA VITTIMA DELLA STRADA ED HO VINTO: NON UCCIDERMI DI NUOVO

Quanto leggerete è una delle innumerevoli testimonianze che noi italiani, nonostante si sia arrivati in un'epoca ritenuta di progresso ed evoluzione, possiamo dare, ma sono di gran lunga più numerose tutte quelle testimonianze che non potremo più avere: sono quelle di chi non sopravvive ad un incidente stradale.
Sono una vittima della strada, una sopravvissuta ed ho vinto come umana su una macchina.
Sono viva per un miracolo: credete ai miracoli? Io devo crederci, perchè si muore e il tempo in cui si è morti non ha orologi, poi si torna qui, come non ci si aspetterebbe mai durante quel tempo da morti, che è un'eternità.
L'eternità è quella cosa che si vive quando si sopravvive ad una macchina, che fece una retromarcia sul mio corpo ad esempio, e mi sento di aver vinto su una macchina perchè posso parlarne, la macchina invece forse ora è rottamata, fatta a pezzi, ridotta a cubo, mentre io sono entrata in un doppio cerchio, che è quello dell'infinito, fatto di vita e di umanità, carattersitica principale del nostro pianeta.
Le morti su una strada sono troppe, causate non dall'uomo, ma dalle macchine che guidano l'uomo, la penso così. Se è l'uomo, inventore della macchina, a guidare la stessa ha un senso, se è la macchina a guidare l'uomo si muore, spesso salvando chi l'ha messa in moto per uccidere umani.
La filosofia di un film quale Matrix mi fa pensare e dire certe cose, perchè bisogna starci in queste condizioni, bisogna esserci nella dimensione di chi muore e ritorna. Non è necessario entrare in coma per dire che si "ritorna", ma basta solo vivere certi istanti per poterlo affermare. Le macchine in Matrix sono vinte alla fine del film dall'umanità, resa ormai agli sgoccioli proprio da queste, che ormai si programmano da sole anche con un'intelligenza artificiale, un po' come succede con le nostre auto, che fanno quasi tutto da sole, a parte mettersi in moto ed essere guidate con controllo.
La mia fortuna? Dico sempre che sono fortunata, non tanto perchè ho vinto su una macchina, anche se ne porto tutti i segni, ma perché sono una madre ed è successo a me, ma quante madri non hanno più la possibilità di esserlo perchè qualche macchina ha portato via loro un figlio? Sopravvivere ad un figlio è la cosa più innaturale che possa esserci per noi umani, e l'Italia deve capire queste cose, deve agire contro la strage quotidiana con più determinazione, e basterebbe intanto solo applicare leggi già esistenti per migliorare una situazione che sbanda più di una macchina che guida un ubriaco.
In questo sito c'è un link: www.vittimestrada.org , basterà farsi un giro, una navigata, guidando il vostro pc come facio anch'io, per capire meglio, per affrontare il dolore, per condividere la rabbia e l'impotenza di chi rimane colpito da una macchina, che può essere una moto, un'automobile, un furgone, ecc. ma anche per essere informati e non subire, soprattutto per capire che una macchina va guidata, con lucidità, senza distrazione alcuna, con la consapevolezza che la patente di guida è come un porto d'armi.
A proposito della patente di guida: andrebbero punite soprattutto molte autoscuole che regalano patenti, che è come dare un porto d'armi ai bambini, ai ciechi e, riguardo quest'ultimi ad esempio, noi non possiamo guidare, nessuno ci rilascerebbe mai una patente di guida, ecco la stessa cosa va fatta con i clienti di autoscuola che, al momento dell'iscrizione, sono più ciechi di noi, e vanno riempiti di informazioni, non solo di quiz. La patente di guida non è uno scherzo, ma in Italia ne sono state e se ne regalano troppe, solo per alzare il mercato delle vendite, sempre di macchine, così come si alza il mercato delle agenzie funerarie e i numeri per disabili all'Inps.
Sono una fortunata, anche se sono vittima della strada, ma vincere su una macchina si può anche senza subire quanto ho subito io, e tanti altri: è anche capire in tempo, cioè prima, che molte volte, non si torna indietro, quindi è meglio usare gli occhi attaccati al cervello, non solo le mani su un volante e un piede sull'acceleratore!
Il casco in moto, un integrale, mi permette di scrivere e di ragionare ancora, anche con un cervello un po' rotto, quindi consiglio vivamente di usarlo, perchè non rovina solo il gel o eventuale pettinatura, ma anche gli altri: se un moscerino entra in un occhio, le due ruote sbandano facilmente e potrebbero diventare una mitragliatrice che si scaglia carica addosso a passanti. In italia sono quasi più di 60 al giorno i pedoni che muoiono in strada, e di quelli che muoiono nella propria auto manco ne parlo, basterà entrare nel sito che consiglio di affrontare, senza fare i fatalisti o i paurosi, ma solo sentendosi come tutti noi, sia sopravvissuti che familiari di chi non c'è più, perchè anche noi un giorno eravamo come voi.
Da Radio Blindsight (il link per ascoltarla è tra i preferiti) ogni tanto parlo e do consigli, soprattutto "sveglio" chi non può capire cosa vuol dire ritrovarsi un giorno senza vista, con metà udito, uno scheletro rotto, ecc.
La mia voce c'è ancora, anche se la sento malissimo, come le mani su una tastiera invisibile, per dirti: guida tu una macchina e fallo con prudenza, senza distrarti mai, senza parcheggiare su passaggi pedonali, con tutta la tua lucidità, perchè un attimo è già passato, e non ce lo ridà più nessuno, quindi cerchiamo di viverlo al meglio, che vuol dire rimanere qui, possibilmente interi, soprattutto senza uccidere nessuno.

Laura Raffaeli (Resp. AIFVS sede Praja a Mare - CS)

VI SEGNALO UNA PETIZIONE, PER ULTERIORI INFO A RIGUARDO:
Scarica e firma "Omicidi Colposi" anche tu, e se possibile diffondila, grazie!
www.daverrazzano.it/petizione.asp

1 commenti:

  1. Segnalo un'importante campagna, la "PEDONAL FREE" per i passaggi pedonali liberi, da BLINDSIGHT PROJECT in collaborazione con l'AIFVS. La "PEDONAL FREE" consiste in un banner, visibile anche in questo sito, da inserire nel vostro, e in un volantino da mettere sul tergicristallo di ogni auto parcheggiata sulle strisce,
    Nella sezione "campagne" di BLINDSIGHT PROJECT troverete i codici per il banner e il volantino: DIFFONDETE "PEDONAL FREE" aiutateci a diminuire il numero di 60 pedoni al giorno uccisi, grazie, Laura Raffaeli

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT