GLI ALBERI MI AMANO, I CIECHI MOLTO MENO

Ho letto da qualche parte che i "poveri ciechi, malati non possono leggere", ma non ho potuto rispondere perché bisognava registrarsi in quel sito pieno di captcha.
I ciechi non sono tutti ciechi perché "malati", chi ci nasce è sanissimo, solo che non vede, chi ci diventa avrà pure qualche malattia, ed io non voglio sentirmi dire "povera cieca malata", anche perché ho auvto solo un incidente, semmai poverina non può avere letture solo perché ha perso la vista. Ma quanti ciechi capiscono? A me ad esempio non mi capiscono, a parte 3 su milioni che siamo, e quei 3 sono coloro che sono sicura cambieranno l'Italia.
Un'amica mi ha regalato un audiobook, presumo che sarà costato anche non poco, considerando che è Mondadori: non ci ho capito niente! Il narratore parla troppo svelto, si mangia le parole e trovo che sia troppo per un prodotto commerciale che si definisce d'élite.
Molti ciechi come me mi hanno preso in giro per queste cose: "come non capisci? io capisco tutto", e grazie, chi ci nasce e non è mezzo sordo forse è più abituato no? Io ho ormai riprogrammato il mio cervello, udito compreso, alla sintesi vocale, al suo ritmo sillabico così artificiale ma chiaro, e non conta la velocità a esempio, ma lo scandire delle sillabe, che solo una dizione perfetta nella voce umana può dare. Non so quanto hanno pagato il narratore di questo audiobook, ma qualsiasi cifra è troppo alta per chi si definisce attore e legge, pensando pure di fare un'opera buona, che comunque non costa poco in libreria.
Penso che noi ciechi non abbiamo bisogno di opere buone, ma di letture, di averle disponibili, tutte, come le avevo quando ero vedente, in testo e non raccontate da chi può mettere un suo accento più allegro dove io invece potrei piangere. La sintesi vocale mi ha dato la possibilità di leggere ancora, un'opera buona sarebbe quella di offrirla a prezzi più ragionevoli, e non a più di 250 euro spesso non rimborsabili.
Un'opera buona potrebbe essere anche investire i fondi, che hanno dato a qualcuno per fare questi libri parlati, in altro, ad esempio se io li avessi come associazione li investirei in cause contro editori (come successe tempo fa per H.Potter, che qualcuno volle giustamente dare anche ai bambini ciechi, e si dovette difendere dal casino di editori e autrice contro di lui) ma comunque darei letture, tutte, senza volere un "grazie" indietro, perché io quando entravo in una libreria, compravo e grazie me lo dicevano se acquistavo una colonna di libri e alla cassa non c'era la fila, altrimenti..
Un mio libro (li chiamo libri, forse non lo sono, ma c'è comunque di peggio in giro e pure a pagamento..) dicevo, un mio libro sarà un audiobook, oltre ad essere gratuito e in testo per tutti, con la gioia di molti alberi che mi amano sempre di più, ma l'attrice che lo sta registrando non è convinta di fare un'opera buona e si farà capire da tutti, perché ha parlato con me e mi ha studiata prima di cominciare: lei sa cosa serve veramente per registrare un audiobook, anche se moltissimi ciechi, che mi hanno preso in giro anziché aiutarmi, "capiscono tutto", purtroppo senza rendersi conto che non hanno molta realtà nella loro "comprensione", quella realtà che è autonomia, libertà di lettura e dignità nell'acquisto di un libro, che sia di carta o digitale.
Chi gestisce fondi per le letture destinate ai disabili visivi forse è contento di sapere che ha un esercito di "sapientoni" antipatici ciechi, che a detta loro "hanno tutto" e "sanno far tutto": io invece sono quella che non sa usare il bastone, oppure sono scema perché lo uso, mentre molti "fanno senza", io sono quella che non capisce un audiobook, o sono stupida perché non conoscevo e ancora non conosco molte combinazioni di tasti per un pc, e se conosco l'informatica a modo mio (da vedente col mouse) allora sono stupida o matta perché dico che una onlus può esistere anche online.. e molto altro di inutile e cattivo nei miei confronti, che tornerà indietro come un boomerang (e se lo dico succede), perché essere ciechi o disabili in generale, non esonera dalla punizione. Tra i ciechi non c'è molta solidarietà, a parte chiacchiere che sono l'elemento legante: perché mancano le letture e l'autonomia, altrimenti tanto tempo per chiacchierare non lo avrebbero e molti sarebbero meno cattivi e presuntuosi, pur mandando avanti sempre chi ha coraggio e voglia di cambiare in meglio.
Laura Raffaeli

0 commenti:

Posta un commento

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT