BYTES IN NERO

A chi si scrive se qualcuno muore? Bytes nell'etere comunicheranno con chi muore qui? Una telefonata annuncia la morte, l'ho sempre ricevuta per telefono, con il quale da pochi anni vivo meno in simbiosi, ed arriva sempre inaspettata, anche se la sentivo nell'aria da un po'...
C'era un uomo che amava i romanzi di fantascienza, "Urania" in particolar modo. Amava l'astronomia, credeva in altre civiltà oltre ai terrestri, ed era un genio, anzi un Genio con G maiuscola. Fu tra i primi in Italia a lavorare su un computer, quando ancora nessuno lo conosceva e chi ne sapeva qualcosa lo chiamava "calcolatore". Lui i pc li programmava ma li smontava e rimontava pure, forse in queste ultime fasi era il più bravo in assoluto. Non c'era un segreto per lui nell'informatica, e sapeva spiegarla nel modo più semplice e comprensibile: fu lui che mi insegnò ad usare un computer quando ero molto giovane, quando un computer a casa non lo aveva nessuno e pochi lo avevano in ufficio. Lo chiamava "macchina" ed io imparai da lui a chiamarlo così. Da lui ho imparato a smontarmi e rimontarmi, come una "macchina", mentre lui programmava. Non aveva programmato però una cosa: è morto oggi, stroncato dicono da ictus.. bo? Mi mancherà, tantissimo. Ora devo metabolizzare: parto da Urania, percorrendo l'informatica, ah no prima passo da obiettivi e macchine fotografiche, che usavi per fotografare le stelle e il cielo, fino ad arrivare a capire il perché si muore, possibilmente prima di crollare.
La scrittura da una "macchina" arriva anche così? Ti arriva??

4 commenti:

  1. la morte arriva come un soffio dietro la nuca, quando ti giri non trovi nulla, ma sei certo che quel gelo che senti attorno sta lì per raccontarti qualcosa, qualcosa che in cuor tuo già sai.
    E' vero squilla sempre il telefono per annunciare la scomparsa di qualcuno, e squilla quasi sempre nel cuore della notte.
    Quando squillò il 12/01/96 alle 7,00 del mattino circa, fu per annunciare la morte di mio fratello.
    ciao baci.

    RispondiElimina
  2. La morte non è la fine, ma il completamento di un ciclo: quelo della vita.La morte è una cosa strana, cerchi di evitarla, ma tanto prima o poi arriva. Le vai vicino ci entri e avolte ci esci. Rinasci e rimuori. La morte questa sconosciuta conosciuta. Fa soffrire? Provoca dolore? Sensazioni uniche comunque: quelle che spaventano l'umanita! Perchè spaventano l'umanità? Perchè questa non riconosce se stessa e non si ascolta. La morte è l'alterego della vita.

    RispondiElimina
  3. so bene cos'è cos'è la morte, ci siamo incontrate molte volte, è quando si perde qualcuno all'improvviso però, qualcuno di speciale che lascia senza niente dentro: è come se spazzasse via ogni emozione e sensazione lasciando solo un vuoto, cosa questa che, confesso, io temo molto, grazie sonia, so che capisci, grazie j.p. è vero quanto dici ma.. le parole sono troppe per non dire che è una parte di noi che se ne va

    RispondiElimina
  4. gli urania li leggevamo anche noi da ragazzi, mitici

    non si scrive a nessuno si scrive per noi, per non dimenticare chi non c'è più

    se non li dimentichiamo i nostri morti continuano a vivere
    questo mi hanno insegnato
    io ci credo

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT