UN PONTE DI TAGLI


Abito in Calabria, una regione molto diversa dalle altre, un po' come lo sono tutte le regioni del sud Italia dal resto di quest'ultima: amo il posto in cui vivo e lo difendo, pur non avendo nessun tipo di radici qui, a parte la mia passione per il mare, la natura, le cose semplici e piene di energia, che a Roma si vedono solo al cinema ormai.
Da un articolo emerge che la zona più povera e maltrattata di tutta Europa è proprio il sud Italia, certo non per colpa di chi ci è nato o ci abita, nonostante ciò si sta discutendo per la chiusura di un reparto di pediatria e di ostetricia nell'unico ospedale accessibile in pochi minuti, quello di Praja a Mare, dove vivo, forse per spingere chi può permetterselo in strutture private, chi non potrà morirà, e parliamo di donne e bambini, per i quali il famoso "diritto alla vita" non esiste pare, rimanendo a questo punto una povera e squallida realtà pubblicitaria da parte del Vaticano, che chiede di partorire e di abolire la 194, senza preoccuparsi però del "dove" e del "come". Non è finita, in Sicilia, poco distante da qui, tagliano il sostegno a 1700 alunni disabili, con conseguente riduzione di posti di lavoro ma il tutto non conta, non importa, perché presto avremo un ponte che unirà non solo vulcani, ma povertà e disperazione, consacrando nella storia un "leader" che lo vuole questo ponte a tutti i costi, che sono 4.732 milioni di Euro di cui 3.410 per il ponte e 1.322 per gli allacci stradali e ferroviari. Una "grande opera"? Non credo, e mi chiedo: il razzismo tra nord e sud finirà con questo ponte? E una donna siciliana ce la farà ad arrivare in tempo a partorire in luoghi dove c'è acqua, visto che ancora manca lì? E se chiudono i reparti di pediatria e ostetricia, dove andrà a partorire? In Calabria e solo privatamente??

9 commenti:

  1. Le tue riflessioni sono tutte condivisibili, salvo che al governo quella massa di malfattori che emerge dalla tua critica, è stata delegata a governare il paese dai cittadini ..... meridionali in particolare. Conclusione gli italiani, o almeno la stragrande maggioranza che li ha votati meritano questo ed altro. A te un caro saluto da chi continua a pensarti con rispetto e tenerezza, a cui non hai saputo perdonare il tono provocatorio verso di te.
    Marco

    RispondiElimina
  2. Condivido in pieno tutto ciò che affermi...sopratutto le riflessioni sul ponte! Leggendo il tuo commento mi sembra di sentir riecheggiare i toni di Carlo Levi in "Cristo si è fermato ad Eboli"...una profonda tristezza nel veder deturpato un luogo tanto amato, seppur molto lontano dalle proprie radici e tradizioni...un saluto.

    RispondiElimina
  3. forse in una corsia del ponte metteranno i bambini ammalati e sull'altra allestiranno la scuola!!!

    il fatto è che il ponte è polvere negli occhi: una struttura grandiosa che alimenta l'ego del politico di turno, della sanità e dell'istruzione frega poco a tutti a quanto pare

    RispondiElimina
  4. gli italiani? ma se ancora c'è chi divide nord dal sud e mette roma al centro dell'occidente! dopo un golpe hanno fatto vincere chi volevano, non lo hanno votato gli italiani, questa è la realtà e agli italiani non "gli ci sta bene" ignoranti come siamo di ciò che succede veramente in questo atomo terrestre che però governa più della metà del pianeta.
    il sud? per me è come quella parte che l'occidente non è riuscito ancora a governare e colonizzare su terra: lo stanno distruggendo! e solo per una comodità logistica di eserciti e militari (non dimentichiamoci della louisiana - altro che uragano - e che ora anche nell'adriatico ci sono addirittura i russi, sempre sotto il mare, così gli "italiani" continueranno ad essere illusi come vogliono i burattinai) ed io non mi sento di dire "meritano questo ed altro" (come dice marco, a cui ho risposto nel suo sito riguardo ad altro, perché ha un sito interessante, di quelli che staccano dal tubo dell'illusione).
    cara zefi, al sud bisogna nascerci o venire ad abitarci per capire molte cose: non bastano i film, non servono le critiche, perché qui si sente parlare la terra e il mare, che dicono cose per chi subisce e non può parlare, ed io che sono proprio romana de roma ti dico che è qui che sento i danni che questa gente ha subito da sempre grazie proprio a roma, quella papalina che noi romani veri conosciamo pure troppo bene, nord compreso (piemontesi in primis dal 1870..).
    io spero che molti di qui capiscano che sono i più forti, e non per le mafie, quelle ormai stanno altrove, qui è rimasto l'ideale e chi impaurisce gente onesta, e non dimentichiamoci che la mafia nasce per difesa contro i colonizzatori: qui c'è gente forte ma poco resistente, ma la loro forza potrebbe cambiare non solo l'italia, ma l'europa addirittura, devono solo resistere di più e non scappare più, perché DEVONO RIPRENDERSI LA LORO TERRA!

    RispondiElimina
  5. Ciao Laura grazie della bellissima e illuminante esposizione nel mio blog. Per me ha significato molto il tuo magnifico commento.
    Ho inserito il logo diretto al tuo sito http://blindsight.eu.
    L'ho fatto con immenso piacere. Ogni volta ci rincontriamo, e capita sempre per “caso”. Trovo che questo sia bello perchè sembra che qualcuno mi guida da te. E ogni volta trovo sempre di più.
    Grazie della tua luce.
    Con immenso affetto.
    Marco

    RispondiElimina
  6. Desideravo anche aggiungere che:"meritano questo ed altro", è solo disapprovazione perchè nonostante tante umiliazioni, non trovano ancora il coraggio di riscattare la propria dignità.
    Ma dovresti sapere che per me ogni essere è soprattutto anima, e quindi ha un valore inestimabile.

    Io provoco per stimolare reazioni .... ma verrà mai il giorno del risveglio? Di certo non verrà con il buonismo di tanti che confidano nel signore, mentre con l'altro emisfero girano pagina dimenticandosi all'istante tutte le ingiustizie e gli orrori del mondo.
    Sai bene che io come te non dimentico, e non mi arrendo mai. Non è nella mia natura.
    A presto
    Marco

    RispondiElimina
  7. sai marco, penso che chi si incontra per caso e si trova in sintonia con l'altro non si perderà mai e il "male" che dici ci siamo fatti di solito altro non è che il non nascondere chi siamo solo per rimanere insieme, tu sai bene chi sono, grazie per aver inserito il link, ricorda di metterci anche www se è blindsight project, questo invece lo prendi qui, ora metto il tuo blog tra i preferiti qui, ciao a presto laura (sai che la stella polare è diventata più luminosa e invece la stavano studiando in attesa di fotografarne la morte? è una bellissima cosa che ha sconvolto qualche scienziato, è una notizia di ieri, e già domani chissà quanto sarà più brillante :)

    RispondiElimina
  8. Grazie Laura, è vero quello che dici perchè io dalla prima volta che sono venuto in contatto con te su Virgilio, sei rimasta nella mia anima per sempre.
    Un caro saluto
    Marco

    RispondiElimina
  9. Questo ponte lo vogliono costruire tirandoci via la pelle e regalando il nostro futuro, con l'unico scopo di far acquisire prestigio a questa destra fascista con un'inutile e costosissima opera monumentale. Vogliono tagliare i fondi alla sanità pubblica, all'istruzione, ai servizi di pubblica utilità, con un danno irreparabile di migliaia di miliardi di euro che non saranno mai recuperati. E intanto le nostre scuole sono tra le peggiori in Europa, ma non per il personale, che si sforza di lavorare al meglio, bensì per mancanza di fondi, di ricerca, di basi sulle quali instaurare un logico e consequenziale inserimento nel mondo del lavoro. Per trovare le migliaia di miliardi necessari per la costruzione del ponte, vogliono dare la mazzata finale ai diritti sanciti dalla democrazia, gettando le basi per un futuro sistema sanitario simile a quello statunitense, dove le assicurazioni hanno potere di vita e di morte sulle persone.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT