"DALLA ZIGGURAT DI UR": FAQ


Mi chiedono continuamente: "Perché il titolo "Dalla ziggurat di Ur?", ultimamente mi hanno richiesto pure se sono ebrea, se sono irachena (la più frequente è "ma sei araba?"). Spiego qui, così nel caso si continui con questa domanda segnalo il link e faccio prima.
Ho sognato, molto, per un bel po' (nella "vasca" succede), per amore mi sono svegliata ed ho scritto questo pseudo-libro (assieme ad altri che sarà tutto insieme anche un film), il titolo è la prima cosa che mi è venuta in mente, dopo un sogno fatto tempo fa, mentre il mondo cambiava per me, un sogno che ancora faccio in varie puntate da allora. Ho sognato, e sogno spesso, la ziggurat di Ur, tutto qui, niente di strano, se è per questo sogno anche spessissimo l'ottagono di Castel del Monte: io mi incuriosirei di altro, ad esempio una strana coincidenza è quella di quanto sia simile la mia storia con quella di Ishtar.
Ishtar, o Inanna per i sumeri, era dea dell'amore, sia sacro che profano, nonché della guerra ed era anche identificata con il pianeta Venere. Ricorda l'alternarsi delle stagioni sulla terra ed il "giro infinito" o ciclo perpetuo della vita. Ma era anche una dea temeraria, non a caso era anche dea della guerra: amava a tal punto qualcuno che scese negli inferi per riprendersi il suo amato Tamuz, minacciando tutti, soprattutto davanti all'ingresso del tremendo mondo delle ombre, affinché le venisse concesso l'ingresso lì (perché Ishtar all'inferno non ce la volevano proprio). Dopo aver spaventato tutti pure negli inferi, ottenne finalmente il "multipass" (vedi anche film Quinto Elemento). Si spogliò quindi di tutti gli ornamenti con i quali si esibiva sulla terra e le venne tolto tutto il resto, poiché nel mondo degli inferi e del buio vi si accede soltanto disarmati e nudi completamente, ma rimase anch'essa prigioniera lì dentro, cioè morì. Fortunatamente era una dea molto protetta da altri dei (in realtà senza di lei tutto era arido, sterile, fermo..) quindi ordinarono di farla tornare, restituendole la vita e il suo amato Tamuz (che comunque se era finito all'inferno un motivo c'era..). Ottenne di nuovo non solo la vita, l'amore e tutto ciò con cui si ornava prima della sua "mission impossible", ma anche la Musica dell'Amore (sonorità che non sono per tutti). E Tamuz? Be a lui fu dato un flauto nuovo, stavolta di lapislazzuli (il mio blu preferito) e il compromesso per rimanere vivo e vicino alla bella e temeraria Ishtar, senza più tornare all'inferno, fu quello di occuparsi solo della Musica, da suonare continuamente, affinché non facesse altri dei suoi soliti casini e perché ricordasse a tutti che si può tornare da una morte, grazie all'amore.

6 commenti:

  1. Senti se ti piace un'altra versione che mette in mezzo la sorella Ereshkigal, che dopo la discesa agli inferi, manda contro Ishtar sessanta malattie contro sessanta parti del suo corpo. Così Tammuz è creato dal dio del destino Enki per distrarrre la sorella zitella e ridare alla terra Ishtar e la vita al mondo. Ma la zitella non è scema e se è zitella un motivo ci sarà, e maledice l'uomo e se lo tiene negli inferi, ma lascia la sorella ishtar tornare alla vita. un giorno solo concede agli amanti all'anno.
    Le storie del II millennio a.C. sono molto divertenti.
    rdp

    RispondiElimina
  2. si la sapevo quella della sorella, mi piace più quella data qui, mie sorelle non farebbero mai di questo e poi tutto siamo tranne che zitelle, semmai avrei dovuto associare la sorella zitella ad un'amica, ma non sarebbe stato facile scegliere in mezzo alle vecchie amiche oggi sparite, anche se alcune le avrei già individuate.
    scusa ma siete la stessa persona? che è uno sdoppiamento di personalità smascherato? larthia o rdp?

    RispondiElimina
  3. A me, la tua versione, sembra semplicemente una bella storia d'amore.

    RispondiElimina
  4. Sono la stessa persona, uno smascheramento senza travestimento. Un travaso.
    C'è un però, degli uomini non mi fido, ecco perchè cercavo l'altra versione.
    rdp

    RispondiElimina
  5. concordo con fabrizio è una bella storia d'amore sulla discesa agli inferi per riprendersi l'amato o l'amata ce ne sono versioni a migliaia, il succo è che non possiamo credere che ci sia stato sottratto nè dalla morte nè da altri

    RispondiElimina
  6. non credendo alle scritture, sono dell'idea che ognuno sceglie la sua, la interpreta e la riscrive (quello che hanno fatto con quanto ritengono "sacro" tra le scritture).
    mi piace la storia d'amore, la vittoria contro la morte e il buio, mi appartiene di più.
    su ishtar (come del resto su gesù) hanno scritto pure troppo: le scritture sono così, per questo do più peso a quanto sento di mio.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT