SEXUALITY AND TABOOS MADE IN ITALY

Ho aperto un nuovo blog: SEXUALITY AND TABOOS MADE IN ITALY
per dimostrare senza pregiudizi, di cui sono priva, che in Italia la sessualità è sempre più perversa e rovinata, solo a causa di un assurdo proibizionismo e di un'anacronistica inquisizione. Gli italiani sono deprivati dei sensi e ormai sono saturi di virtualità, al punto che non fa notizia una madre che "affitta" i propri figli a pedofili. Uno stupro è pane quotidiano, come lo è la ricerca di sesso nel web e al tempo stesso il totale fallimento nella realtà, ma siamo anche un Paese pronto a criticare e giudicare gli altri, soprattutto fuori dall'Europa (così lontana dall'Italia che vede ancora punizioni solo sulla carta a chi commette stupri ed altro legato al sesso). Spero di far capire che la sessualità è di tutti (pedofili esclusi), che uno stupro va denunciato e pubblicizzato oltreché punito veramente, che la frigidità non deve essere la fortuna di donne che fanno sesso solo per convenienza bensì è un problema da affrontare, che l'impotenza non è stata risolta col Viagra, e molto altro che si leggerà in questo nuovo spazio virtuale, un blog che dirà qualcosa mentre tutti stanno sempre più in silenzio.

6 commenti:

  1. spero che quel blog possa far rompere il silenzio a molti: tu hai creato un banner contro la pedofilia, ti difesi da chi pensava ad altro e non al senso che ti ha spinto a crearlo.
    spero siano numerosi i lettori, meglio se scriveranno pure, vorrei solo rendere pubblica una situazione che ho lasciato già grave circa 6 anni fa dopo un incidente che mi ha impedito di lavorare ancora e che oggi è peggiorata, grazie anche alla virtualità del sesso che stimola fantasie ormai esaurite per quante sono, troppe sbagliate.
    spero cadano i veli, i bavagli, le catene che fermano molte vittime, e spero si capisca che la sessualità nasce anche con un sentimento, parola questa oggi pressoché sconosciuta in un rapporto sessuale, (ma sai quanti vivono di masturbazione? troppi oggi per poter dire che gli italiani sono maschi latini e le donne mediterranee sono calde ;) ciao paola, buona domenica

    RispondiElimina
  2. In Italia il problema del pudore è: basta che non si venga a sapere. Non sono lontani i giorni in cui essere stuprate era una vergogna per la donna, e non un crimine da punire severamente

    RispondiElimina
  3. t'assicuro cesco che rispetto allo stupro non è cambiato nulla, anzi.. non è la vergogna, è troppo difficile spiegare come ci si sente dopo uno stupro, qui in italia sembra quasi autorizzato: non sono passati molti mesi da quando la cassazione ha deciso finalmente che uno stupratore può essere punito anche se lei indossava jeans stretti (c'era la scusa prima della complicità..).
    spesso in un commissariato, a un pronto soccorso si subisce una seconda violenza.
    l'italia è il paese dei disibiniti solo su second life, nella realtà ancora si prende con la forza una donna.
    ovvio che generalizzo, ma mica tanto sai? c'è la violenza domestica che vede gli italiani come i più feroci criminali, soprattutto in occidente.
    io purtroppo con il lavoro che ho fatto ho saputo invece quello che gli italiani fanno di nascosto, e posso confermare che la frase "basta che non si sappia" la dicono 9 su 10, convinti poi che nessuno sappia nulla, e questa è una cosa che da secoli insegna proprio il vaticano.

    RispondiElimina
  4. BELLISSIMA INIZIATIVA, COMPLIMENTI DAL LIDO FLORIDA 2000

    RispondiElimina
  5. Il silenzio o e mafioso o e del marmo dalle niostre parte si dice spesso "testa che non parla is chiama "Cucuzza".

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT