TERZO MILLENNIO: LIBRO O EBOOK?


Pubblico una notizia per i giurassici amanti della carta e per coloro che non capiscono che il digitale inquina molto meno, salva molti alberi e garantisce letture a tutti senza discriminazioni, vedasi studenti disabili visivi che della carta non se ne fanno nulla, e milioni di studenti con ridotte possibilità economiche: entrambe le categorie anche quest'anno faranno illecite fotocopie, spesso dagli uffici dei genitori. Non si può passare al digitale e basta invece di consentire ipocritamente la pirateria? Pare di no, grazie agli editori, chissà cosa diranno ora di questa macchina? L'immagine è la copertina di un libro famoso che esiste solo in carta, ma è di un altro millennio, in digitale potrei leggerlo di nuovo anche se è in inglese... è di quel genio di Mary Astell (se tornasse cambierebbero molte cose in questo medioevo).

"Rivoluzione editoria, ecco la macchina che stampa libri espresso. Grazie alla Express Book Machine, volumi pronti all'occorrenza. Non presi dallo scaffale, ma stampati di fresco su desiderio di chi li ha scelti.
Roma, 29 set. - (Adnkronos) - Un libro pronto all'occorrenza. Non preso dallo scaffale, ma stampato di fresco. Su desiderio di chi l'ha scelto. Insomma, stampato e rilegato al momento. On demand. E' quello che sta per accadere grazie alla Express Book Machine (Ebm), una sorta di sofisticatissima stampante di due metri per tre che sforna libri all'istante, su ordinazione. Una specie di bancomat della letteratura che fa pensare ad primo, sostanziale addio all'era Gutemberg e ad un nuovo passo dell'era digitale. catapultandoci dritto verso il libro espresso. Che, editori volendo, presto arrivera' anche in Italia. Forse gia' entro il 2009.
Papa' della macchina che sforna libri espresso e' Jason Epstein che, parlando all'Hong Kong Book Fair 2008 lo scorso luglio, ha riferito passo passo la storia della sua Express Book Machine, tracciando la mappa delle diverse installazioni dove sono stati realizzati i primi test di book on demand. A partire dalla New York Public Library alla Alexandrina Library in Egitto al book store dell'Universita' di Alberta, fino alle librerie Blackwell di Londra dove stanno per accendersi le prime Ebm.
E' una macchina "facile da usare - ha assicurato Epstein parlando ad Honk Kong - esattamente come una normale fotocopiatrice da ufficio". "La Ebm e' collegata ad un computer con l'archivio dei volumi disponibili in formato digitale. Per stampare 40 pagine ci mette solo un minuto. E in altri due minuti fa la copertina a colori e la rilegatura" spiega "Jack", il periodico sempre in prima linea sulle innovazioni hi-tech d'avanguardia. "Per ora sono disponibili 300mila 'classici', grazie ad un accordo con www.archive.org che raccoglie i testi digitali gratuiti. Ma presto - assicura il giornale - arriveranno anche gli autori trendy". Info: www.ondemandbooks.com "
fonte: Adnkronos.com


vota i miei articoli

5 commenti:

  1. fino a quando i genitori faranno fotocopie non si risolverà il problema delle letture accessibili, con questa parola intendo anche alla portata di tutti non solo per i ragazzi disabili visivi (ma questo governo da un premio in denaro a chi segna i propri figli a scuola privata, non dico altro).
    per gli editori: possiamo scrivere, stampare e diffondere i nostri libri da soli, perché non vi aggiornate tutti? fareste gli stessi soldi e molti italiani sarebbero orgogliosi di editori che puntano sul digitale.
    i diritti d'autore? copiano tutto lo stesso, ormai lo sa pure il cane mio.

    RispondiElimina
  2. in questo sono jurassica anche perchè poi come hai scritto in alcuni casi il libro viene stampato e quindi la carta viene usata lo stesso... io poi spesso leggo a letto, rannicchiata e trovo difficile leggere su un pc, mi piace prorpio sentire le pagine sotto le dita, però non sono affatto contraria alla tecnologia, specie a quella che aiuta le persone a superare difficoltà o barriere altrimenti insuperabili

    per me possono convivere ambedue

    RispondiElimina
  3. esistono cellulari o palmari che permettono di leggere anche a letto, nel caso non vedi hai la possibilità di convertire in audio un testo, come faccio io e migliaia di ciechi, ascoltabili da un qualsiasi lettore mp3, cd, ecc. questo consentirebbe anche ai vedenti di poter leggere addirittura mentre si guida.
    anch'io amavo le pagine, le odoravo quando compravo un libro, ed ho amato così tanto la carta solo perché dentro c'è un albero: oggi preferisco abbracciarmelo, piuttosto che annusarlo morto tra le pagine di un libro, ciao zefi (per ogni consiglio a riguardo sai che purtroppo sono aggiornata)

    RispondiElimina
  4. Business.
    Non sapete che fatica passare al gratuito on-line all'università. Problemi di ogni genere, perchè non c'è interesse acchè si diffonda davvero la cultura ( che così resta in mano a pochi che si sentono privilegiati).
    orrore.
    rdp

    RispondiElimina
  5. rispondo a gin: l'ebook è sicuramente meglio di un audiobook, almeno per me e molti altri che vogliamo interpretare personalmente una frase, la sintesi vocale permette questo, la lettura umana o recitazione no.
    un testo viene letto dalla sintesi vocale, possiamo scegliere tra alcune in base anche ai soldi a disposizione, come ora mentre scrivo questo commento, ma volendo possiamo anche convertire direttamente in mp3 il testo, molto più comodo.
    il problema è che se tutto è di carta e non digitale cosa convertiamo? una scansione che a malapena capisce un vedente? rimane comunque che se qualcuno leggesse per me sarei la donna più felice del mondo, ma non è mai successo (a parte un'amica tanto tempo fa ma è un'eccezione in quasi 6 anni): una cosa è registrare un'altra leggermi un libro, ecco a me manca molto questo oggi, anche se ormai mi sono abituata molto a questa sintesi, così tanto che ho difficoltà a capire gli umani a volte. ti contatto presto gin, leggere per chi non vede non è una cosa da abbandonare, anche se il digitale, come leggi anche da anonimo rdp, non serve solo ai ciechi, ciao laura

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT