VIOLENZE SUI BAMBINI O GENOCIDIO? IL CASO DEI NATIVI AMERICANI


Affinché almeno alcuni dei molteplici orrori commessi su questo pianeta possano avere giustizia ho creato anche un gruppo di Facebook pertanto vi invito all'iscrizione (in questo blog ho inserito il logo per entrarci e che inserisco anche nel presente post).
Questo l'argomento:

"Nel giugno scorso il primo ministro canadese Stephen Harper ha chiesto ufficialmente scusa in una seduta parlamentare per gli orrori commessi nelle scuole cristiane in cui decine di migliaia di nativi americani furono praticamente reclusi con la forza da bambini.
Circa 150.000 bambini inuit e appartenenti alle Nazioni indiane furono prelevati forzatamente dalle loro comunita' nei secoli scorsi e costretti a vivere nelle scuole residenziali, con lo scopo di imporre loro la cultura e la religione correnti nella maggioranza bianca del Paese. Secondo la CBC (testata canadese), le scuole residenziali canadesi erano circa 130 e alcune sono sopravvissute fino al 1996.
Negli USA, oltre 100.000 nativi americani furono costretti dal governo a frequentare scuole cristiane. "Il sistema, che ha avuto inizio con il presidente Grant nel 1869, è continuato anche nel 20° secolo" spiega Alessandro Profeti, che da anni approfondisce storia e cultura dei nativi americani.
"Funzionari della Chiesa, missionari, e le autorità locali hanno preso i bambini dai loro genitori e li hanno spediti nelle scuole cristiane, le Boarding School, e costretti altri ad iscriversi nelle scuole cristiane delle riserve. - continua Profeti - Sono stati separati dalle loro famiglie, per la maggior parte dell’anno, talvolta senza una sola visita della famiglia. Praticamente imprigionati nelle scuole, i bambini hanno sperimentato una devastante litania di abusi, di assimilazione forzata e abusi sessuali e fisici. L’escalation di abusi sessuali sulle scuole delle riserve è continuata fino alla fine degli anni 1980". (vedi anche il rapporto della Commissione per la verita' sul genocidio del Canada).
Secondo Profeti, "Le sevizie fisiche e psicologiche, le torture, gli stupri, i reati sessuali, gli omicidi e tutti gli altri atti di violenza, aggravati dal comportamento silente ed omertoso fin qui sistematicamente osservato dalla Chiesa, non possono e non devono essere ulteriormente nascosti. Tali crimini, che hanno avuto come conseguenza la morte, solamente nel Canada, di 50.000 bambini Nativi Americani, strappati alle loro famiglie con la complicità dei governi e costretti con la forza alla conversione culturale e religiosa, con la finalità e il modus operandi definito dal Diritto Internazionale come 'Genocidio'."
Studiosi e attivisti hanno solo adesso iniziato ad analizzare quelli che definiscono “gli effetti cumulativi di queste esperienze storiche in genere sulle comunità tribali e le generazione di oggi”. Effetti in molti casi devastanti. Poiche', sottolinea Profeti, "il 72% di queste scuole scuole - lager era gestita dalla Chiesa Cattolica, e per la restante parte da altre Chiese", sarebbe doverosa oggi un'ammissione ufficiale in cui il Vaticano riconosca "pubblicamente la propria responsabilità diretta in questi crimini" per onorare la memoria di quei ragazzini nativi americani e fare giustizia.
Alle accuse di diffamazione e disinformazione (non si mettono in discussione le sevizie, su cui vi sono testimonianze oculari, ma il fatto che di tali abusi siano state responsabili strutture cattoliche), Profeti e Kevin Annett rispondono con un elenco di chiese canadesi che portano nomi come "Chiesa Cattolica" o "Chiesa dell'Immacolata Concezione", che appaiono inequivocabili. "Ci sono, afferma Profeti, 79 scuole residenziali indiane cattoliche romane, elencate in questa lista che Annett stesso ci ha fornito, su un totale di 118 scuole residenziali che hanno operato in Canada tra il 1831 e il 1996. Giudicate voi se la nostra è diffamazione. Vi ricordiamo, che a questa lista mancano tutte le boarding school in USA, e le scuole delle missioni cristiane cattoliche nelle riserve". (e riferimenti alla Chiesa romana compaiono anche nel rapporto di cui sopra).
Annett - laureato in antropologia e Teologia e ministro della Chiesa Unita del Canada - opero' nella chiesa rurale di Manitoba e nei pressi di Toronto. Egli ha scritto due libri sugli abusi nelle scuole residenziali del Canada ed ha prodotto sul tema un documentario "Unrepentant: Kevin Annett and Canada's Genocide", vincitore nel 2006 del premio per la migliore regia all'International Independent Film & Video Festival di New York.
Il film descrive la storia personale di Annett quando si è scontrato con la Chiesa Unita per il suo interessamento ai fatti accaduti nelle scuole residenziali canadesi e il genocidio commesso dai responsabili religiosi di queste scuole, e riporta numerose testimonianze dei nativi sopravvissuti. Annett e' stato cacciato dalla Chiesa Unita e criticato - con diverse motivazioni - da coloro che vedono nella sua denuncia una minaccia alla riconciliazione fra la Nazione indiana canadese e le autorita' e il popolo (non aborigeno) del Canada.
A settembre scorso, infatti, il governo canadese ha varato un piano di quasi due miliardi di dollari per indennizzare le vittime ed ha stabilito una commissione per la verita' e la riconciliazione che esamini la questione. Ma Annett afferma che la questione non puo' essere chiusa con delle scuse e dei pagamenti. Occorre indagare sulle responsabilita' penali e morali delle uccisioni, degli stupri, delle sterilizzazioni forzate e degli altri abusi perpetrati ai danni dei bambini nativi americani.
Per questo, Profeti e altri sostenitori della causa dei Nativi Americani chiedono di scrivere a Benedetto XVI, Archivio segreto del Vaticano, Radio Vaticana, Uffico Internet della Santa Sede, “L’Osservatore Romano”, Diocesi di Roma, Ufficio Stampa e comunicazioni sociali del Vicariato di Roma, Famiglia Cristiana, Vatican Information Service, Chiesa Cattolica Italiana, Ufficio Nazionale per le Comunicazioni Sociali e Centro Televisivo Vaticano" (LEGGI IL RESTO)

12 commenti:

  1. Laura, per la cronaca e per la conoscenza di cesco, a quella lista devi aggiungere anche i bambini italiani. Dopo la guerra il nostro cauto cesco deve sapere che sono stati migliaia i bambini italiani sottratti alle mamme con l’inganno di una migliore vita negli stati uniti. Molti, tantissimi di questi bambini si persero nel buio della notte. Qualcuno ha ipotizzato i peggiori scenari ….

    Cesco scrive che bisogna essere cauti prima di giungere a conclusioni ….. ma lui da dove viene ….
    Poi sotto sotto, subdolamente, il nostro cesco tenta di assolvere il vaticano alludendo al fatto che se non ha responsabilità dirette è sicuramente colpevole di non aver vigilato abbastanza. Tutte balle, miseri tentativi di assolvere uno stato criminale che si avvale della religione per commettere i peggiori crimini. Nessun potere su questo mondo ha commesso crimini peggiori di quelli che ha commesso il potere della chiesa. Quindi cosa tende di assolvere ….. di proteggere?

    Questi tipi portano la maschera, maschera che poi cade perchè nessuno di questi riesce a controllare la propria ambiguità in modo costante. E alla fine la maschera cade ….
    Scusami Laura, lo sai non conosco mezze misure quando si tratta di crimini, soprattutto se questi vengono commessi sui bambini. Ma non sopporto neppure le ambiguità.
    Caro cesco, il vaticano si è macchiato di crimini ben peggiori, allora a che gioco giochiamo …. Cosa cerchi di difendere … le tenebre?? Ami il buio tenebroso o la verità e la giustizia? –
    Marco

    RispondiElimina
  2. Riguardo ad essere stupido, dimmi se c'è uno più stupido di chi interviene su un argomento tanto sensibile ammettendo di essere poco informato sugli eventi, ma assai informato quando deve difendere i carnefici.

    Caro cesco vatti a vendere con un altro, per me sei un libro aperto.
    Chiuso!

    RispondiElimina
  3. il vaticano c'entra, diciamo che è il trampolino di lancio per gli stermini che hanno fatto l'"america" sia del sud che del nord, ma non solo.. vedi appunto i bambini di altri paesi, compresi quelli italiani.
    marco quando legge certe cose so bene cosa prova dentro, io purtroppo sono come lui, passiamo per scortesi, in realtà siamo solo scossi dal silenzio: questa notizia non è di oggi ma oggi l'ho messa qui perché nessuno la considera e ciò che proviamo dentro è qualcosa di incontenibile a volte, sono sicura che non ce l'ha con te cesco, che comunque sei un uomo che ci crede nelle cose e ammette anche alcune lacune.
    io non posso informare più di quanto si sa già, mi sento solo di dare visibilità ad alcune cose che definisco orrori, quali anche i numerosi episodi di pedofilia che la chiesa continua ad occultare e non punire, nonostante raramente dica il contrario: i "selvaggi" sono stati sterminati tutti per creare una "razza" addormentata e facilmente manipolabile e gestibile, tutto qui, sta a chi legge approfondire, ma non nelle notizie, quanto dentro la propria coscienza.
    sono troppi i crimini nascosti che hanno cancellato intere civiltà, guarda caso sempre manovrati e strategicamente finanziati proprio dalla chiesa: cos'era l'america prima di alcune conquiste e stermini? nulla.
    comunque siete entrambi abbastanza sanguigni, si vede che la chiesa con voi non è riuscita nella sedazione e credo che sia di persone che hanno ancora una vera reazione che questo pianeta ha bisogno quindi.. la smettete de litigà? ;) un saluto e una pipa di pace a tutti e due, laura

    RispondiElimina
  4. per il "nulla" riferito all'america prima della chiesa in mezzo intendo dire che era una terra libera, con le loro civiltà spesso in lotta per territori ed altro come in tutto il pianeta, solo che la chiesa li ha cancellati per sempre, intendo dire che non era l'america di oggi, ma ben altro.. così l'australia, l'africa... hanno fatto un gran casino per dirla a modo mio

    RispondiElimina
  5. Testuale: (Argomento delicato e controverso, cara Laura, che merita molti, moltissimi approfondimenti prima di giungere ad una conclusione).

    E poi: (Te lo devo dire sinceramente, le persone che non conoscono mezze misure le considero assai stupide).

    Cara Laura vorrei chiedere a cesco cosa c'è da mediare con uno stupratore di bambini, o con chi ti mette su un tavolo operatorio e ti esporta un organo magari per vederlo, perchè è di questo che stiamo parlando.

    Laura, sei libera di credere alla buona fede di cesco, io non ci credo. Sono quelli come lui, che dicono e non dicono i maggiori responsabili degli orrori del mondo.

    In queste cose che lui ne dica, non possono esserci mezze misure.

    Un pensiero.
    Marco

    RispondiElimina
  6. Caro cesco con questo chiudo perchè ti considero un poveraccio, dato che l'emisfero sinistro non sa quello che fa il destro. Ti impicchi con le tue mani.

    Scrivi che non ti devo informare di cose che già sai, dal momento che conosci tutti i crimini che ha commesso la chiesa, diversamente nel commento precedente hai scritto che ti dovevi prima informare .... ridi pure caro clone.

    Ti resta una sola cosa da fare: vai allo specchio e .......

    RispondiElimina
  7. E' troppo facile con te, perchè ancora una volta mi dai ragione che sei ambiguo, fasullo.
    L'hai scritto tu:
    (Sei molto bravo nel denigrare chi non la pensa come te, caro Marco).

    Senza neppure renderti conto ammetti che sei tollerante con i pedofili della chiesa e verso il crimine in generale.

    Vero, non la pensi come me. E dato che non hai argomenti per giustificare la tua ambiguità, offendi.

    Io sono soddisfatto perchè ti ho fatto cadere la maschera.
    Bye

    RispondiElimina
  8. è fuori discussione che se uno sbaglia non c'entrano tutti i familiari, così per la chiesa (conosco gente di chiesa che, come me, non è d'accordo su quanto viene "praticato" da secoli in "nome di dio" ma altro non è se non politica, tra le peggiori se si pensa che è simile ad una dittatura, soprattutto sono persone vere anche se con una "divisa", che sia tonaca o velo, putroppo sono una vera minoranza nel vaticano).
    il fatto è che in questo caso (ovvio che ce ne sono altri di soprusi, ma qui si parla di UN caso) come la si rigira è sempre causa di chi voleva "civilizzare" o "redimere" i cosiddetti "selvaggi, cioè la chiesa (anche l'islam non è da meno, ma ripeto: ora parliamo di un caso e della sua causa).
    volevo "svegliare" la coscienza, aggiornare soprattutto chi, come le persone eccezionali che conosco in "divisa", crede in una religione, senza predicare bene e razzolare male, perché spesso la storia non la si conosce e si finisce per essere invece risucchiati in quel vortice che il vaticano ha innescato, quel tunnel in cui chi non ha bisogno di nulla è solo chi ha potere all'interno di uno stato, perché il vaticano è uno stato, pure tra i più potenti del mondo, se non il più potente (soprattutto in occidente).
    mi spiace che la "pipa di pace" da me offerta non sia servita, mi piace però l'idea che un confronto/scontro quale questo tra marco e cesco possa diventare spunto per molte riflessioni, la prima potrebbe essere questa: mentre si discute o si litiga, qualcuno (ad esempio la chiesa, intesa sempre come stato) se ne approfitta e succedono cose che nemmeno si immaginano, e litigare, parlare, discutere, polemizzare a poco serve se non a perdere tempo...
    il mercato d'organi non guarda in faccia nessuno, così un prete pedofilo o una suora troppo "manesca" (perché se molti preti sono pedofili - oltreché gay per la grande maggioranza di essi, ma questa cosa poco importa, almeno a me - anche molte suore non sono da meno, bisognerebbe ascoltare chi è cresciuto in un istituto italiano qualsiasi per sapere di cosa sono capaci le suore..).. ma tutto rimane nel silenzio o nella voglia di credere che non sia vero, invece lo è.
    concludo che molti santi, prima di diventarlo, hanno subito le torture dell'inquisizione della chiesa, stessa cosa vale per molti personaggi illustri, oggi osannati ma da sempre perseguitati, sempre dalla chiesa: la religione o la fede sono una cosa, un impero dittatoriale è ben altro e qui gli si chiede semplicemente di ammettere pubblicamente errori di un passato manco tanto lontano, con la speranza perenne che la smettano una volta per tutte, che facciano solo il loro dovere di religiosi e che mettano in pratica quanto predicano, cioè la parola di chi voleva libertà di pensiero e parità, soprattutto il rispetto per tutti e senza tanto sfarzo e ricchezze inestimabili, acquisite nei secoli tra un genocidio e l'altro.

    RispondiElimina
  9. non ho generalizzato, ho spiegato bene che non tutti i preti o le suore sono uguali, ho anche detto che non bisogna predicare bene e razzolare male però, cioè che è indubbio che la chiesa predichi umanità, ma per primi non applicano questa regola (questo caso ne è un esempio) poi non ho frainteso, semmai ho detto meglio qualcosa perché altri leggono, anche se non commentano, quindi non mi riferivo a te personalmente nel mio commento precedente.
    il mio parere personale l'ho espresso bene e senza nascondere nulla, nel caso specifico di un uomo di chiesa che si macchia di crimini è alla chiesa che bisogna chiedere di intervenire o sbaglio? se l'italia o altri stati avessero tale potere sarebbe molto meglio, però non è così.
    spero di aver chiarito, e ci tengo a dire che per democrazia non posso essere d'accordo sul fatto che altri, anche se in disaccordo con te, non possono commentare qui, io di solito cancello solo chi è anonimo

    RispondiElimina
  10. ad esempio in un caso come questo: http://blindsight6.blogspot.com/2009/01/cane-guida-su-facebook-mail-di-matteo.html
    con chi bisogna prendersela?? è successo anche a me più di una volta, ma se non interviene il parroco o chi per lui nessuno può far niente, anche perché in molti dicono "a casa mia faccio come voglio" (riferito ad una chiesa in questo caso).
    si può solo far sapere per rompere il silenzio

    RispondiElimina
  11. (Il cesco non accetta repliche da chi non stima) ..... sei un grande ipocrita, perchè ti aggiusti la frittata come ti pare. Tu sei ateo? – Sei un chierichetto di vecchio stampo inconsapevole per giunta. Per quello che mi riguarda e, si evince dalle tue argomentazioni sei assai, ma assai limitato soprattutto a livello cognitivo.

    Non parliamo poi dell'onestà mentale ....

    Sono io che reputo inutile continuare con “parlare” con un primato.
    Per come sei messo ti conviene tacere perchè ogni volta che apri la bocca ti fai del male da solo.

    RispondiElimina
  12. sei troppo "normale" per capire scritti che seppur semplici diventano strani per i dormienti.

    Se pensi che sia arrabbiato con te ti sbagli. Ormai non mi arrabbio più, tu rappresenti la normalità di questo mondo di orrori.

    Detto questo, buona vita.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT