LIBRI O ROTOLONI REGINA?


Quando un giorno, forse - visti i tempi solo italiani - sarò ricca, aprirò una casa editrice per letture digitali, o ebook.
Leggerei ancora moltissimo, prima lo facevo sempre e mi piaceva leggere pure i cartelloni pubblicitari quando vedevo, anche mentre guidavo, ero velocissima a farlo, leggevo tutto e a modo mio: in un libro dal centro di una pagina leggevo tutta la frase in un attimo, insolito ma ero così, non mi serviva il dito sotto la parola scritta manco a 5 anni, quando già leggevo e scrivevo da un po' e il sussidiario lo avevo già letto tutto dopo pochi giorni che me lo avevano dato. Oggi "leggo" ascoltando la sintesi vocale, posso solo così ormai. Leggo o ascolto proposte di libri che sono "da leggere": tutti di carta però! Ed io come faccio? Come fanno tutti gli altri ciechi: leggo quel poco che c'è a disposizione, sempre le stesse pallosissime pappe. Non posso scegliere in conclusione, non posso più dire "ah bello questo libro ora me lo compro e me lo leggo": NO!
Il terzo millennio? Non esiste, a parte i nuovi ritrovati bellici, dov'è? A parte i disabili visivi (esistono anche migliaia di ipovedenti che come noi ciechi hanno bisogno di letture digitali) anche i vedenti li sento sempre dire "non ho tempo per leggere", perché forse chiusi in un'auto molte ore: allora cosa c'è di meglio di un ebook? Perché un ebook si può ascoltare con sintesi vocale e lo si può fare mentre si guida, si sta in palestra ecc. con appositi lettori. Poi ci sono gli audiobook, ma se non sono recitati divinamente ammorbano e non reggo l'interpretazione di un'altra persona su una frase o concetto.
Gli editori che dicono? Si lamentano della crisi, assurdo! O siamo ciechi o non c'è tempo per leggere, eppure in italiano ancora si rasenta il grottesco, perché l'ebook stenta a decollare, mentre altrove intere biblioteche stanno diventando digitali, perciò o ci si compra un ebook in altra lingua o niente.
Piaceva anche a me annusare un libro, mi piaceva proprio averlo tra le mani, ma esiste una cosa che si chiama "cambiamento" o "evoluzione", altrimenti staremmo ancora con le tavolette di cera no?? L'Italia è un paese di ignoranti, anche per questo motivo, e mi sono rotta un po' di "leggere" consigli in rete su libri da leggere, senza considerare quanto si discrimina con la carta stampata. Diritti d'autore? Si mantengono anche con un ebook, ma il problema è che potrebbe crollare il business cartaceo degli editori, senza considerare quanto venderebbero di più se rendessero accessibile la cultura e le letture a tutti.
C'è pure un decreto che non si fila nessuno, possibile che si debba essere così arretrati?
Prima dovevo risolvere casi, ora è più difficile trovare un libro per me, moolto più difficile! "Laura hai letto l'ultimo libro di..?" ... NON POSSO! NON CHIEDETEMELO PIU'! e diventerò sempre più ignorante.. anche se non ci vuole molto ancora per farmi perdere pure questa lingua (oltre a quelle che ho resettato con una craniata) ... nel frattempo sappiate che quello che leggete voi vedenti io non lo posso leggere, e siamo tantissimi! Quindi prima di vendere o consigliare libri che addirittura parlano di discriminazioni, sappiate pure che state discriminando con tonnellate di carta che tanto finirà al macero.
p.s.: non sono arrabbiata, è solo una reazione da "ignorante" la mia: padroni di non leggermi e di pulirvi il culo con i vostri libri e riviste di carta (fa sempre meno male che stare al posto di noi ciechi senza letture)

2 commenti:

  1. Cara Laura,
    tutti si riempiono la bocca di belle parole, come open source, ossia fonte aperta, quindi liberamente disponibile e spesso gratuitamente.
    La realta dei fatti è un'altra: le scorciatoie percorse per far rimanere arretrati culturalmente è quella di lasciar per strada i veri fattori culturali che determinano il progresso...Quel progresso che diviene tale solo nel momento in cui tutti, dico tutti possiamo e potramo disporre della libeta disponibilità dei mezzi di trasmissione del sapere. Quindi della cultura.

    RispondiElimina
  2. caro jpb come hai ragione! cogli il senso e vai al centro, come sempre.
    open source a parte, io lo pagherei pure un ebook, molto volentieri come prima pagavo i libri di carta, il fatto è che non ci sono proprio.
    sai bene cosa mi piace leggere, come amo documentarmi, purtroppo è quello che volevo: non posso, per i motivi che anche tu spieghi benissimo.
    il sapere non è per tutti, nella razza "perfetta" (i cosiddetti normo vedenti) accade sempre più spesso di trovare elementi che non usano e non sanno usare le loro capacità, i sensi innanzitutto.
    la vista è il più importante, ma la tecnologia, l'informatica ecc. mi permetterebbero di leggere ancora ciò che voglio, ma come sai bene se avevo difficoltà prima a trovare un libro (ed ero grande frequentatrice di librerie antiquarie per studiare veramente) figurati ora.. soprattutto in questo paese che è il peggio nell'unione europea, quindi dell'occidente intero, riguardo alla cultura.
    i mezzi ci sono: da noi è fantascienza, ciao un abbraccio laura

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT