SILENZIO PER I MEDIA ITALIANI

Quando, a marzo 2003, ufficialmente scoppiò la guerra in Iraq, a differenza di chi si sentiva "giustiziere" contro i "terroristi", visto che anche l'Italia partì per la guerra che poi distrusse tutto ciò che rimaneva di una civiltà che io ho sempre amato, così come ora è in Afghanistan, io ho pianto per mesi, e non solo perché avevo appena perso la vista, ma perché capii che era la cosa più assurda e losca che l'occidente potesse fare, soprattutto sentivo che non era vera una notizia di quelle che ci davano in Italia, così come non lo sono ora, almeno quando arriva qualche notizia, considerando il silenzio che stampa e tv riservano ai media italiani:
"Il nuovo capo della Casa bianca sta rimediando alle violazioni dei diritti umani dell’era-Bush, a partire da Guantanamo. Ma i nostri giornali e le nostre televisioni passano oltre, minimizzano, ne parlano poco. O, persino, lo osteggiano.
La nuova America di Barack Obama mantiene le promesse riguardo i diritti umani violati a più riprese dall’amministrazione di Bush Jr. La Commissione di intelligence del Senato americano indagherà a breve sui metodi di interrogatorio e sulle modalità di detenzione messe in atto negli anni scorsi dalla Cia nei confronti di presunti terroristi. La notizia - confermata da fonti del partito democratico del Congresso - è stata ignorata dalla maggior parte dei mezzi di informazione italiani anche da quelli che parlano molto - ma un po’ ritualmente - di diritti
umani.
Il silenzio è sconcertante, specie se si considera, per esempio, che nel lager di Guantanamo, dove i detenuti erano reclusi in celle simili a stie per polli, dal 2001 al 22 gennaio di quest’anno, quando il nuovo presidente degli Stati uniti, evidentemente anche lui turbato da questo quadro, ha dato l’ordine di chiuderlo, sono transitati 775 prigionieri dei quali 420 sono stati liberati, dopo torture e offese, senza nessuna accusa o incriminazione. (...)
Mi viene naturale, allora, ricordare con fastidio le faccie stolide di quei presunti esperti di strategie militari che nello studio televisivo di Bruno Vespa, fra il 2001 e il 2003, giocavano a RisiKo con i plastici raffiguranti l’Afghanistan e successivamente l’Iraq convinti, in entrambi i casi, che gli Stati uniti avrebbero archiviato quelle pratiche strategiche in poche settimane e avrebbero «esportato la democrazia».
Invece l’Afghanistan è nuovamente in mano ai talebani, ai mercanti d’oppio e ai signori della guerra. Mentre nella terra della civiltà babilonese le vittime civili sono ormai 900mila e a Falluja e in altre zone è provato siano state utilizzate dall’armata Usa armi chimiche.
Lo sconcerto, poi, diventa totale leggendo la conclusione preliminare dell’inchiesta voluta da Barack Obama, addirittura all’indomani dell’investitura, che afferma «Nonostante gli ingenti finanziamenti disposti a partire dal 2003, con i soldi dei contribuenti americani, è impossibile trovare testimonianza di un solo cantiere aperto nella capitale irachena, fatta eccezione per quello del complesso che da pochi giorni ospita la nuova ambasciata Usa», la più faraonica sede
diplomatica del governo nordamericano nel mondo, un complesso di ventuno edifici costato quasi due miliardi di dollari.
In compenso quella che fu la terra della civiltà babilonese è stata inondata di denaro, 125 miliardi di banconote che Paul Bremer, allora scelto da Bush Jr. per «ricostruire» un paese appena raso al suolo, aveva preteso in contanti.
Ora l’indagine governativa in corso sta rilevando che la metà dei soldi risulta sparita nel nulla, 57,8 miliardi di dollari, che dovevano essere destinati a scuole, ospedali, strade, abitazioni e a ricostruire i servizi essenziali, e che invece sono finiti nelle tasche degli speculatori internazionali, o fanno parte dei bilanci di ditte come la Hullyburton, creatura cara all’ex vice presidente Dick Cheney, i cui manager arrivavano in Iraq accompagnati da guardie del corpo chiamate
contractors e pagate non meno di 15mila dollari al mese. (...)"
fonte: L’AMERICA CHE NON PIACE AI MEDIA ITALIANI (di Gianni Minà)

8 commenti:

  1. brava a ricordarlo
    per fortuna che anche in america c'è sempre qualcuno che non nasconde la testa come gli struzzi, che vuole sapere, che indaga e fa scoppiare il caso

    RispondiElimina
  2. anche qui tra tanti struzzi in coma c'è qualcuno eretto e sveglio: quanto hai letto si sapeva, ma qui non solo hanno negato, manco lo dicono a un tg (ci dicono di michelle che fa volontariato o di obama che fa riunioni in maglione..).
    a proposito: si dice MEDIA e non MIDIA perché è LATINO!! così come non si dice SAMMIT ma SUMMIT: qualcuno glielo dice ai giornalisti e al premier di questa nazione così corrotta e mischiata solo alla merda planetaria? altro che esportazione di democrazia occidentale: qui o sono struzzi in coma o sono corrotti, entrambi di un'ignoranza inenarrabile.
    oggi mi sento così stanca di tutto questo giro di finti.. l'unico motivio di parlare di autenticità qui è quando compri un paio di scarpe non contraffatte dai cinesi, i sentimenti, i valori ecc. è tutta una poltiglia di merda ormai (non ho altri vocaboli per spiegare lo schifo che sento dentro di tanti di voi, perché lo sento..)

    RispondiElimina
  3. Cara Laura,
    il neo-presidente Obama certamente ha fatto la cosa giusta, ma come tu ben sai, le "magie" in questo modo son sempre possibili: infatti non è da escludere che con un giuoco di prestigio (così come annunciato anche in Italia) molti ex prigionieri di Guantanamo potrebbero finire nelle carceri dei Paesi dell'Alleanza contro il terrore. In questo caso il condizionale sarebbe d'obbligo, ma più d'un sospetto permane in me: chiuso guantanamo che fine faranno gli ex prigionieri di Guantanamo?

    RispondiElimina
  4. guantamo è stracolma di innocenti, essere detenuti non è sinonimo di colpa, e quel carcere è l'esempio di come venga colpita l'innocenza, quindi spero tornino in libertà, gli altri faranno la fine di tanti detenuti che scontano la propria pena giustamente (si probabile anche qui da noi, o l'alleanza esiste solo per distruggere nazioni intere quali l'iraq?) su obama non so quanto riuscirà a fare, è chiaro che non è il messia come alcuni credono, però è anche ben diverso da quel mostro di bush, colui che ha innescato il programma "fine" per il pianeta terra, insieme a questo ignorante di premier attuale che parla di "midia" (sto cafone corrotto).. ciao jpb, ti saluto con affetto e tanta stima, laura

    RispondiElimina
  5. guantanamo.. avevo scritto guantamo, c'ho una tastiera minuscola porta pazienza jpb :))

    RispondiElimina
  6. Cara Laura, la guerra in Iraq è stato il crimine più orrendo compiuto dai barbari nell'ultimo secolo. Per come si è consumato quel crimine, non è secondo ai crimini commessi da Hitler contro gli ebrei, che per ironia stanno infliggendo ai palestinesi lo stesso orrore che hanno vissuto nei campi di sterminio.

    Hanno saccheggiato il museo storico di Baghdad e distrutto siti archeologici millenari. (Baghdad, la culla della civiltà).

    Quando loro costruivano grandiose opere architettoniche e tanto altro, noi portavamo ancora l’anello al naso. Persino la ruota è stata inventata da loro.

    Vorrei ricordare solo il più feroce sostenitore della guerra contro l'Iraq:Giuliano Ferrara. Che dava del terrorista a tutti coloro che erano contro quella sporca e vergognosa guerra, in cui sono state usate armi nucleari.

    Lo stesso untuoso e strisciante essere, che ipocritamente pur di essere eletto nell'ultima campagna, per partecipare al saccheggio dell'Italia con i suoi degni alleati, non esitò a mettersi al servizio della chiesa per abbattere la legge sull'aborto. Un essere che solo a pensarlo provoca ripulsione sia fisica che mentale.

    Riguardo Guantanamo, verrà chiusa solo formalmente, dato che i prigionieri saranno rinchiusi in altre carceri sparse nel mondo, non molto diverse da Guantanamo. I covi dove la democrazia americana pratica la tortura.

    Quei prigionieri non possono essere liberati perchè contro di loro non ci sono prove di essere terroristi. Liberarli significherebbe dar loro la possibilità di chiedere risarcimenti, ma soprattutto raccontare l'orrore che hanno subito in quel lagher chiamato Guantanamo.

    Riguardo Obama, al di là delle sue intenzioni, non credo potrà fare molto. Il governo occulto americano è in in attesa di vedere cosa riuscirà a fare con la crisi, ma se continua con le riforme e la politica, per ora solo annunciata, per aiutare i più deboli, ricordo a tutti che i Kennedy furono ammazzati per molto meno.

    E in fine, la dice lunga il fatto che sono alla ricerca di pianeti simili alla terra. Invece di risolvere i problemi sul nostro pianeta, hanno già deciso di trasferirsi altrove. Questo per quello che mi riguarda significa che questo mondo con tutti i suoi abitanti non ha nessuna speranza di risollevarsi, salvo fare le pulizie di pasqua in modo capillare…..

    Ti auguro una buona giornata con l'affetto di sempre.
    Marco

    RispondiElimina
  7. marco ci credi che se ci penso ancora piango? era un viaggio che avrei voluto fare da tanto tempo, volevo vedere da vicino bagdad o babilonia, me la sento ancora entro quella città che guardavo in rete da quando è nato internet o da piccola su alcuni libri d'arte di mia madre: ora non c'è più, pure se vedessi ancora se ci andassi non vedrei che disperazione e macerie.. e non hanno saccheggiato solo posti conosciuti, hanno depredato anche altro (ricordi hitler che cercava qualcosa a cui nessuno ha mai pensato solo perché legato all'"esoterismo"?? ecco bush con alleati italiani (molti di questi potenti e dotti prelati) cercavano qualcosa simile oltre al resto che ormai viene a galla.
    ferrara? sua enormità? sua viscidità? sua falsità?? mi fa ribrezzo, cos'altro aggiungere? che mi fanno ribrezzo tutti coloro che sono rimasti indifferenti a quella guerra ed ora alle altre, perché presi da cose inutili e sciocche? si mi fanno schifo tutti coloro che non si rendono conto di quanto fanno gli italiani in queste guerre, che fingono di pensare al "domani" distrutto per sempre a babilonia. (punto)
    altri pianeti? scusa marco ma chi pensa a questo? io e te perché il resto crede ancora alle scemenze di voyager o a quel poco studiato a scuola, sia sulle guerre, che sui pianeti, che sul.. vaticano.
    buona domenica, un abbraccio, laura

    RispondiElimina
  8. dimenticavo: guantanamo potrebbe liberare molti detenuti se anziché le scemenze affibbiategli sotto bush e derivati cambiassero il reato con qualcosa di più semplice, succede negli usa quando prendono abbagli su terroristi che invece sono persone oneste, questo per evitare quanto dici giustamente tu sul risarcimento

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT