SHAMBHALA C'E'


"In natura, nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma" (il principio di conservazione così fu descritto da Lavoisier). Ed ecco "trasformarsi" in realtà quello che era solo un mito: Shambhala, dimora del Re del Mondo. "Shambhala" in sanscrito significa "luogo di pace" e un'antica storia dice che un giovane, in cerca di questo misterioso regno, giunse alla caverna in cui viveva un vecchio eremita. Questi gli chiese: "Dove stai andando?" "Vado a Shambhala" rispose il giovane. "Bene - disse l'eremita - allora non dovrai andare molto lontano, perché devi sapere che il regno di Shambhala si trova nel tuo cuore".
Di seguito la notizia dei ritrovamenti e un video, un monito dalla mia generazione ai giovani di oggi: non fate come noi degli anni '80 per favore! Prendete la nostra musica, forse l'ultima ascoltabile, i nostri pazzeschi look "post-atomici"... ma non altro, perché voi oggi potete vivere Shambhala veramente, se solo lo volete...

"Nepal, scoperti i tesori di Shangri-La
Pochi erano arrivati qui: nelle caverne dell’Upper Mustang, un’area sui picchi del Nepal. Pochi avevano sfidato le sue impervie montagne per scoprire quello che in due diverse spedizioni è riuscito a Broughton Coburn e Pete Athans: ritrovare tesori bhuddisti che potrebbero essere legati all’esistenza di Shangri-La, il mitico regno di Shambala descritto nel romanzo del 1933 Orizzonte Perduto di James Hilton.
La storia, resa pubblica solo ora dal National Geographic, racconta che nel 2007 un team guidato dall’americano Coburn, ricercatore esperto di Himalaya, e dallo scalatore veterano Athans, ha affrontato le cime per esplorare alcune grotte scavate dall’uomo. Al loro interno, gli esperti hanno rinvenuto antichi santuari tibetani decorati con murales unici, inclusi 55 pannelli raffiguranti la vita del Bhudda. Una seconda spedizione nel 2008 ha invece portato alla luce diversi scheletri umani di seicento anni e risme di preziosi manoscritti. Alcuni dei quali con piccoli disegni simili a miniature. Il tesoro scoperto sembra coincidere con la descrizione dei rinvenimenti nella “Valle Nascosta” che servì a James Hilton per scrivere di Shangri-La, la comunità lama, in cui si professava il Cristianesimo nestoriano anziché il Bhuddismo.
Secondo il racconto del romanziere britannico, lì, in quella sorta di Eden terrestre, erano bandite molte delle debolezze umane: odio, invidia, avidità, insolenza, avarizia, ira. Gli abitanti lavoravano solo per produrre il cibo necessario al sostentamento. Mentre il resto della giornata era dedicato alla propria evoluzione spirituale. E alla realizzazione di opere d’arte.
I manoscritti, salvati dai ricercatori, sono stati trasferiti al monastero di Mustang per ragioni di sicurezza. Ancora integri, grazie alle particolari condizioni atmosferiche della zona, le carte - secondo Coburn - contengono scritti dal Bhuddismo al Bön, una fede tibetana precedente.
Una tale combinazione fa pensare all’esperto americano che il credo Bön sopravvisse in questa regione per almeno un secolo o due dopo la conversione dei Tibetani alla fede del Bhudda. Così come questo “intrigo” di caverne gli ha suggerito che si tratti di una parte di Shambala, una volta ritenuta esistere in diverse valli himalayane. Queste zone nascoste, infatti furono create durante un periodo di conflitto quando la pratica bhuddista era minacciata. Ecco perché sempre secondo Coburn le grotte sono state usate come scrigno per proteggere testi di inestimabile valore. Che oggi potrebbero svelare il segreto di Shangri-La."
da IlReporter.com

3 commenti:

  1. che bella questa storia, riscalda il cuore

    RispondiElimina
  2. Cara Laura gli artefici della cultura occidentale capeggiata da esseri miseri e abbietti, con la complicità della chiesa, hanno sempre nascosto che la verità della storia del mondo è ben diversa da come ce la raccontano. I scritti (veda) riportano che l’uomo sulla terra esiste da miliardi di anni, mentre la “scienza” occidentale fa risalire l’uomo a circa 250 mila anni. Da questo si può capire che gli umani della loro vera storia ignorano tutto.
    Personalmente credo fermamente nella esistenza di Shambhala …. o meglio di quello che resta. E come è stato con gli altri manoscritti a noi arriverà solo il surrugato dell'intera verità. Vedi i manoscritti del mar morto. Non hanno divulgato neppure il 10% del suo contenuto. Lo scopo è sempre lo stesso: impedire agli umani di conoscere che popoli diversi da noi, già millenni fa, vivevano in pace e armonia, elevando l’anima invece che la stupidità.
    Scoprendo così che elevando l’anima si accede a tutto ciò che ci nascondono di visibile ed invisibile.

    In questo mondo c’è spazio e benessere per tutti. E tanto vero che produciamo quanto basta per sfamare circa 7 miliardi di persone, ma per mantenere i prezzi alti lasciamo marcire quasi la metà di ciò che produciamo infischiandocene dei due terzi della popolazione che vive e muore di stenti.
    Trascorriamo circa l’80% della vita a lavorare come se fossimo venuti al mondo solo per questo. E non ci rendiamo conto che trascuriamo le cose che fanno la differenza tra “il cielo e la terra”.… tra cui i figli. E Accecati dalle illusioni non ci accorgiamo che un’altra vita è possibile. Diversamente viviamo una vita che impoverisce sempre di più la nostra anima, la nostra vera essenza. Tutto questo per possedere un cellulare di ultima generazione, o un vestito all’ultima moda. E non riusciamo a vedere che tale modo di vivere ci rende sempre più sterili, isolati e oscuri. Comincio a credere che davvero siamo in pochi a possedere l’anima.
    Grazie di questo bellissimo post.
    Un caro saluto.
    Marco

    RispondiElimina
  3. Per questo mi rivolgo ai giovani, figli della mia generazione: spero che spezzino questa catena sempre più solida realizzata con apparenze e illusioni, spesso artificiali (le droghe ci sono sempre state ma mai come dagli anni 80 in poi, per non parlare delle apparenze). Loro, i giovani, sanno ancor meno di quanto siamo riusciti a sapere noi, reduci di quella scuola che ancora qualcosa insegnava, oggi se un ragazzo non ha voglia di studiare è il più "bravo" per chi comanda e tiene i fili per il burattinaio (perché chi comanda qui non è il burattinaio, ma un semplice burattino con l'unico ruolo di tenere sempre tesi i fili e a sua volta è comandato. Quante verità scoprirebbero oggi i ragazzi con le risorse che hanno a disposizione, perché non è vero che mancano. Anche ai giovani manca sempre il tempo! Ma il tempo va capito, il tempo va vissuto, non è il tempo che deve vivere chi arriva su questo pianeta. Io spero che i giovani, considerando le scoperte quotidiane (grazie anche a satelliti) capiscano (loro che possono grazie all'energia che gli appartiene), quanto Sapere è stato rubato finora per schiavizzare l'intera popolazione terrestre! Fa comodo al burattinaio non essere lucidi: non si arriverà mai a Shambhala! Il giovane che la cercava ha avuto una risposta, ma era un eremita chi gli da la verità: oggi dove lo trovano un eremita ma, soprattutto, qualcuno che possa dare loro una verità? Devono cercarla, non devono mollare proprio adesso che viene a galla qualcosa.. adesso che si può vivere "l'era del trasformare": chi meglio di loro che sono in continua trasformazione? Lo siamo tutti ma i giovani lo sono di più. Non è vero che non si può avere la verità, ma non è per tutti probabilmente: i giovani secondo me sono la salvezza di questo pianeta, altrimenti non sarebbero così emarginati, violentati nel corpo e nella psiche, imbottiti di illusioni (spesso provocate dallo sballo, ben diverso da quello dei figli dei fiori che, beati loro, avevano droghe meno letali già di quelle che giravano quando avevo 20 anni io, cioè negli anni 80), soprattutto così sottomessi.
    Loro la verità possono averla, devono pretenderla, e noi adulti che siamo sopravvissuti e che abbiamo un'anima, dobbiamo sostenerli. C'è una profezia su Shambhala, va intepretata, ma come la si interpreta conta poco, sicuramente dovremo viverla, sennò non sarebbe saltata fuori Shangri-la. Ai miei coetanei e ai più grandi dico una cosa: basta a fare i ragazzini, non c'è più tempo per crescere ormai, pensate ai vostri figli e lasciate spazio ai giovani! Questa scoperta, si fa per dire (chissà da quanto lo sapevano, forse da Hitler che ci andò ovviamente..) è importante perché conferma che un mito non è sempre una leggenda, per questo Shambhala è dentro il cuore di ognuno di noi (sempre che si abbia un'anima naturalmente).
    7 miliardi di persone? Ma sono tutte "persone" o solo esseri che fanno numero??

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT