NETDIPENDENZA E DISABILI


"La netdipendenza e i disabili" è il titolo di un'intervista che ho fatto ad Elena Brescacin per Blindsight Project. Ne avevo già parlato QUI della netdipendenza, del sito di Elena e tutto il resto, per ora l'intervista la si può leggere nel suo sito e ascoltare su RADIO BLINDSIGHT. La mia voce non c'è e per solidarietà manco quella di Elena: le mie domande Elena le ha registrate con le nostre sintesi vocali, idem per le sue risposte, un motivo in più per capire come leggiamo. Non c'è stato tempo per registrare insieme, ho inviato le mie domande ad Elena ma  non c'è la mia voce anche perché quando si tratta di registrare qualcosa ho mille paranoie visto che mi sento pochissimo (sempre più sorda!). Se devo parlare ad esempio un convegno allora urlo e qualcosa (raramente) capisco di quanto dico, altrimenti non so più come parlo e mi devo abituare a questa cosa, ammesso che mi abituerò.
Questa mia condizione comunque mi spinge ad accelerare i tempi, a non rimandare mai le cose: è come se da un momento all'altro dovessi sparire e non mi va di lasciare cose a metà, basto io così. Tornando alla netdipendenza, ascoltate ciò che dice Elena Brescacin, fa bene a tutti: potreste avere la possibilità di aiutare qualcuno che capite sta "a rota" con internet e, del resto, io ed Elena abbiamo fatto questa cosa per chi ne ha bisogno, in fondo sia io che lei potevamo pensare ad altro.
La musica su Radio Blindsight la metto e scelgo io, musica mia, un po' quella che posso trasmettere senza problemi (vedi diritti ecc.), un po' quella che mi regala emozioni e vibrazioni. Ricordo che anche noi sordi ascoltiamo la musica, la Blindsight Project lo ha dimostrato con il primo evento del genere, il "Sensorial Kollapset" e il "Deja Vu", per fortuna copiati da altri, ma il primato rimane a noi, anche se con qualche cena pagata i giornalisti fanno credere il contrario. La Blindsight Project la dirigo e presiedo io, pertanto le cene ai giornalisti non si pagano per avere in cambio pubblicità e visibilità che sono un diritto, infatti in Italia chi ha più soldi "appare", ma chi ha il Genio esiste! Forse un giorno cambierà, noi di Blindsight Project (tutte donne, ci tengo a precisarlo) ce la stiamo mettendo tutta e i risultati si vedono anche senza fondi.
Per ascoltare Radio Blindsight hai due modi per farlo: 1) entra nel sito di Blindsight Project e clicca sul logo della radio; 2) puoi ascoltare la radio con Winamp o altro programma: entra nel sito di Blindsight Project, vai a gallery e lì trovi le indicazioni. Buon ascolto!

p.s.: Importante! Il logo di Radio Blindsight (che piace un casino a tutti, così come il logo Tv e quello della onlus) è una creazione di Katiuscia Andò, l'unica che, tra mille grafici "normo", quando fondai Blindsight Project nel 2006, capì leggendomi semplicemente il labiale cosa volevo (noi sensoriali siamo così, quindi basta coi pietismi, paure e pregiudizi: apriteci 'ste porte!)

0 commenti:

Posta un commento

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT