QUALE SPORT PER I CIECHI? RICORDI DI UNA DISCRIMINATA


"PARITA'", "LIBERTA'", "INTEGRAZIONE", "AUTONOMIA" ... Parole scritte e da leggere, dette per una qualsiasi campagna elettorale o, peggio ancora, per ricevere fondi che dovrebbero essere destinati alla concretizzazione di queste parole soprattutto nei confronti di noi disabili. Nel mondo reale di noi disabili però non è così! E' bene che si sappia che molti soldi stanziati per queste "parole" non arrivano a nessuno se non a chi, furbescamente e disonestamente, racimolando un po' di voti per un politicante di turno vince qualche bando e prende il fondo, spesso con associazioni no profit create appositamente per questo giro vizioso molto italiano.
Tempo fa pubblicai una notizia a proposito di una grave discriminazione nei confronti di una ragazza cieca (o non vedente, come preferite, non cambia la nostra condizione il vostro politically correct) esclusa da una gara di nuoto per motivi di "sicurezza", dove c'è una mia frase che mi ha colpito molto nel rileggere il post, questa:
"la mia vita senza sport è uno schifo, non riesco nemmeno a concepirla così ed ogni giorno dico "domani forse qualcuno mi aiuterà.." invece è così ormai da troppi anni"
Questo "domani" infatti non arriva mai per me, ma anche per molti altri che decidono di non chiudersi in una gabbia fatta di internet (vedi netdipendenza tra i disabili), o che decidono di vivere autononamente senza avere balie umane, bensì scegliendo nuovi occhi con un cane guida.
Stamattina, una delle tante in cui mi sono svegliata dopo un sogno da ex vedente, quindi un sogno con immagini, una mattina di quelle che preannuncia una giornata critica per me, perché non accetto questa mia condizione: mi sforzo di farlo ma non riesco, inutile essere ipocrita, non mi riesce proprio manco questo. Mi ricordo tutto, non riesco a dimenticare niente..., io, purtroppo, non dimentico niente! E in questi giorni penso a quanto ho perso, non sono compresa, non sono aiutata, insomma a quanto avrei ancora se non fossi diventata cieca, così scomoda per chi "non ha tempo"! Mi sento solo un peso, e la colpa e degli ignoranti! Non riesco a dimenticare le promesse che mi sono state fatte, mai mantenute.
Non dimentico manco le discriminazioni che subisco ed ho subito in questi anni, oltre alle immagini che sono preziose per me, per la mia sopravvivenza nel mondo reale che non vedo più ma, il più delle volte, subisco come altri disabili.
Stamattina, come sempre, leggo alcune news con questa sintesi che mi è entrata nel cervello rotto da un demente a retromarcia: la notizia è solo una lettera scritta ad un direttore di un giornale online, ma mi lascia sconvolta, mi distrugge la rabbia che provo per certe cose che so bene cosa vuol dire provare sulla pelle: una donna cieca viene esclusa da una palestra, prima per il cane guida, poi per i soliti motivi di "sicurezza" (per leggere i links dovete cliccare sulle righe che cambiano colore in questo post, come quello che precede queste parole, lo devo dire perché molti vedenti ancora non lo hanno capito, visto che la disabile poi sono io!). La Blindsight Project naturalmente si è già mossa verso questa ennesima discriminazione e se ne occuperà la nostra responsabile Campagna Cane Guida.
Vorrei fare sport, non accettano manco me, siamo tanti e non sopporto più, peggio della mia cecità, quei ciechi che dicono "io faccio tutto", così come non sopporto più quelli che si fingono persone sensibili ma in palestra non accettano noi ciechi! Preannuncio la mia intenzione di formare un folto gruppo di ciechi che vorrebbero fare sport con l'ausilio del cane guida (che ricordo, per gli ignoranti, è un cane super pulito e super vaccinato, ed entra ovunque per legge senza l'obbligo di museruola), un gruppo di ciechi molto numeroso che farà molto casino nelle vostre palestre da pseudofighetti razzisti, ignoranti e disumani: non basteranno i vostri muscoli per fermare la nostra incazzatura!

4 commenti:

  1. "SICUREZZA" e "IGIENE": due parole che faranno chiudere molte palestre!

    RispondiElimina
  2. fai bene ad essere incazzata, i pregiudizi sono tanti e sono dettati anche in questo caso dall'ignoranza, intesa come non conoscenza!!!

    p.s. però a me la palestra fa schifo!!!!

    RispondiElimina
  3. Grazie Patty per essere stata l'unica a scrivere due righe di solidarietà (eppure non c'è stato un solo visitatore!). Sai io ho sempre fatto tantissimo sport, ma da vedente, poi anche una cara amica mi disse che avrei fatto meglio ad iscrivermi a qualche corso, lo feci, mi iscrissi ad un corso d'orientamento e mi misi in lista d'attesa: avevo appena perso la vista, ancora aspetto! Invece, siccome ho avuto anche altri danni su questo corpo che comincia a pesarmi per quanto mi fa male, ad esempio fratture, avrei dovuto continuare a fare sport, invece in un altro post scriverò cosa mi hanno detto e fatto le palestre: sono disgustata, oltreché rotta in tutti i sensi! Se penso a quante ne sparano sullo sport e i disabili poi, mi viene pure da piangere dalla rabbia!
    QUI C'E' UNA PARTE DELLA MAIL INVIATA AL GIORNALE

    RispondiElimina
  4. Quando vuoi, ti ospito nel mio B&B in Sardegna, così andiamo in palestra insieme. E parliamo di come curare cecità corticale (tu) e ceratocono (io).

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT