MY SOLAR ECLIPSE


Oggi (ieri per l'orario in cui scrivo) c'è stata un'eclisse di sole, un evento che ho sentito molto, visto che comunque e purtroppo, non ho potuto vederlo. Stamattina sono uscita per fare alcuni giri, ho messo in moto il cane e sono partita con un mezzo uragano che spostava sia me che il cane. Ho pochissimi suoni col vento e quando ho la testa dentro il cappuccio del giubbotto, necessario per non annodarmi i capelli come un'aborigena, soprattutto per non mangiarli. Quindi le mie percezioni ultradimensionali aumentano in queste condizioni, anche perché mi devo super concentrare a non perdermi (il vento disorienta molto noi ciechi che viviamo d'olfatto e udito per strada, a me soprattutto che sono pure mezza sorda e vivo di olfatto). Non mi perderei mai col mio cane comunque, ma mi perderei dentro, e non mi va, almeno quando sono in strada. Fatti i miei giri sono andata sulla spiaggia: un incanto! C'ero solo io, almeno credo, ho sentito solo il mare, manco un passo, ma non posso essere sicura di questa cosa persa com'ero lì nel vento e nel mare, soprattutto mi sono stupita di una cosa: il mare quasi non c'era più! Si è ritirato tantissimo, per un attimo ho pensato "ma che sta arrivando uno tsunami?", poi mi sono ricordata dell'eclissi e ho pensato che, forse, potrebbe essere un effetto di questa. Comunque meglio così.
Nell'immagine l'eclissi solare fotografata da me stamattina, o ieri non lo so più, il tempo è un casino da un po' di giorni per me, saranno tutte queste eclissi, comunque era il 15 gennaio 2010. Ecco, sto bene quando sto da sola così in mezzo alla natura e questi sono i giorni in cui Roma non mi manca per niente, è così che io ho più luce. Evito di scrivere quanto ho sentito dentro me in riva al mare, tante cose comunque, che però tengo per me.

17 commenti:

  1. E' tangibile la tua bellezza. Amara e contagiosa. Interiore ed esteriore. Prendile come parole "costruite" se vuoi. Corro questo rischio.
    Ciao

    RispondiElimina
  2. Mi piace chi ama il rischio e non ha paura come te, ed è raro che qualcuno sia come me, cioè che "osi dove non usano gli ufo" :)
    p.s.: grazie Maurizio, fa piacere anche a una "bestia" come me ogni tanto un complimento, peccato che in pochi colgano questo mio aspetto, fermi come sono tutti nelle loro paure.. ciao laura

    RispondiElimina
  3. Ciao Laura,
    ti ho appena conosciuta e già "so"(<--il sesto senso,ricordi?) che sei un essere
    meraviglioso...
    Resta sempre come sei
    Baci come se piovesse. Namastè

    RispondiElimina
  4. Ti lascio un caro saluto e il pensiero che le cose che tieni per te, sono quelle che maggiormente illuminano.
    Marco

    RispondiElimina
  5. Namaste Rosa, io sono così da millenni.., non potrei cambiare proprio ora, baci anche a te, a presto e grazie!
    Marco come sempre io e te facciamo le cose all'unisono: io ero nel tuo blog e tu nel mio! Le cose che tengo per me sono quelle che tu sai bene, intanto mi sono trovata 2 dei libri che segnali, mo leggo e poi te dico :) un abbraccio forte, laura

    RispondiElimina
  6. Leggo.... "sei così da millenni".... allora ti conosco....

    RispondiElimina
  7. probabile... cosa te lo fa pensare? sei all'"ultima vita pure tu"?

    RispondiElimina
  8. Non c'è qualcosa di particolare che me lo fa pensare. Il mio volo non non è legato ad un tempo.

    RispondiElimina
  9. è vero, anch'io volo e non ho cognizione del tempo perché "se la terra esprime una ciclicità ripetitiva, il cielo esprime una temporalità infinita", ecco perché in questi giorni, forse per effetto di due eclissi ravvicinate, mi sento un strana.. una vera "diversamente terrestre"

    RispondiElimina
  10. un po' strana.. scrivo e salto le parole.. che stia cambiando anche lingua? telef-fono gas-sa ;)

    RispondiElimina
  11. Sai una cosa? Sei semplicemente una splendida creatura. Che tu ti senta "diversamente terrestre" non cambia la cosa. Si, la dislessia (in questo caso dovrebbe essere definita "disgrafia") colpisce anche me molto spesso. Ma non si nota nel "complesso".... ;-)

    firmato: E.T.

    RispondiElimina
  12. Grazie Maurizio.. qualcuno dice che il 2010 sarà l'anno del "contatto", bookmakers accettano da più di un anno ascommesse su questa cosa, altri dicono che il terremoto ad Haiti sia dovuto all'eclissi, altri ancora affermano che il "contatto" sia già avvenuto ma non possono provarlo (per la gioia degli allibratori). Personalmente ho mie teorie, ma come per quanto sento dentro, anche queste le tengo per me, visto che ogni verità diventa in questo pianetino motivo di lucro e scommesse, poi penso pure che sia un po' tardi per "avvertire" qualcuno. Di sicuro in molti dovranno ricredersi sull'invisibile, che di misterioso ha solo il fatto che vengono occultate molte azioni dell'"uomo" su Terra, gli "ufo" e gli "alieni" poco c'entrano con queste cose.. purtroppo. Ma non bisogna essere maghi per capire, basta solo conoscere qualcosa di intelligence.. (settore ben diverso dalla miriade di impostori che dicono cose assurde su ogni evento, dai maghi ai ..preti, compresi tutti i dementi che possono stare in mezzo a queste due grottesche figure).

    RispondiElimina
  13. progetto HAARP????
    http://www.indicius.it/archivio/haarp.htm

    RispondiElimina
  14. Per quanto riguarda Haarp HO AMPIAMENTE COMMENTATO QUI e qualcuno mi darà di nuovo della complottista o catastrofista, del resto siamo pieni di terremoti, uno in Grecia e un altro in Guatemala ieri, pare senza danni ma sono state belle botte. Il dubbio su quale sia stata la causa di questo disastro ad Haiti rimane forte: di naturale ha ben poco, così come sono innaturali scene di commozione di migliaia di persone colpite solo dalle immagini, però fino all'altro giorno, nonostante fosse un luogo di povertà assoluta, tutti se sono fregati, anzi dall'Italia sono partiti numerosi per fare turismo sessuale.

    RispondiElimina
  15. scusa...non ti seguo proprio assiduamente e non dappertutto....sull'Haarp non avevo mai letto nessun tuo commento...ma leggendo in quel blog ti dico che nel caso meglio complottisti che coglioni...
    Non credo che quelle belle antenne in Alaska servano a favorire la crescita del granoturco... data la potenza delle onde che emettono ci sarebbero campi pieni di pop corn...
    Ultimamente ci sono molte cose che riguardano il clima che sembrano essere innaturali...E sono certa, come scrivi, del dubbio che ti nasce quando non percepisci i terremoti che si susseguono...benchè si credano degli Dei tutti gli esserei umani sono degli animali che si sono dimenticati di esserlo...anche a me prima di qualche evento climatico(e non), capita di essere "disturbata"....ma mi accorgo sempre dopo di quello che il mio corpo ed i sensi volevano comunicare...anche vero che quello che viene causato artificialmente neanche gli animali o persone dotate di una forte sensibilità, riescono a percepirlo...

    RispondiElimina
  16. sai cosa avverto? avverto il pericolo, quello si, ma non avverto in alcuni casi un evento naturale tipo terremoto, e so qual'è la differenza dentro me, ormai mi conosco bene come cieca.
    in quel blog ho trovato la prima ragionevole discussione su fatti concreti riguardanti la catastrofe, non solo quella di haiti, ma di molte altre.
    dentro me c'è la sensazione di un forte dolore, lo sento come sento l'ipocrisia e l'indifferenza di molti, che preferiscono discutere sul messaggino da inviare piuttosto che affrontare una realtà, ad esempio haarp, le guerre sismiche, il nucleare usato in maniera occulta non solo per esperimenti, variazioni artificiali del clima, ecc..
    del resto la massa segue altro nella vita, beandosi di un grottesco fatalismo che è proprio il pane per i denti di chi sta dietro certe manovre losche e diaboliche, perché il "male" altro non è se non la paura, soprattutto di affrontare la realtà.
    quasi nessuno è abituato, non ci si vogliono abituare, sono d'accordo, ma manco decidono di informarsi fuori dal buio, non escono dalla loro micro scatola cranica, non usano il cervello per ragione ma solo per visione esteriore: la foto del disastro e automaticamente inviano - sempre tramite cervello senza ragione - input a un dito per inviare un sms.
    la loro coscienza, inesistente, è a posto così.
    seguo molti blog, meglio di un tg: dal meglio al peggio, cerco di farmi una realtà, quella che quotidianamente qualcuno tra i potenti cerca di oscurare.
    sento dentro terra che si ribella, ma anche chi ne abusa, sento dentro tante cose, lo dico sempre, chi mi conosce di persona sa bene che quando dico così non dico bugie, non le dico mai, è inutile.
    oggi ho trovato questa conferma, guarda cosa prevedono per istanbul, una città che amo particolarmente, che conosco come roma, una città dove esattamente 7 anni fa, era il 19 gennaio 2003, sotto una luna piena mi accorsi che non ero solo accecata da quel bagliore, ma che stavo diventando cieca del tutto, dopo quel breve periodo di ipovisione grave, ci ho scritto una poesia tempo dopo (nell'ultima luna, è nell'ebook dalla ziggurat di ur, ed ora LEGGI QUI sempre con la speranza che gli "studiosi" si sbaglino.

    RispondiElimina
  17. dimenticavo: dire, o soprattutto dirsi bugie (illudersi quindi) in questo momento è come prenotare una vacanza tra una settimana sull'isola che non c'è quando hai la conferma che domani non ci sarai più.
    l'alternativa non è "faccio come me pare tanto devo morì" ma è "faccio qualcosa perché non succeda, in vacanza ci andrò un'altra volta".. se tutti la pensassimo così, forse diventerebbe molto difficile per qualcuno continuare questo piano di distruzione già avviato da un po', perché la vita non è solo una parola da usare come slogan da parte dei cattolici, ma è qualcosa di reale e da salvare concretamente, prevenendo e non inviando "aiuti" in una catastrofe: di questo passo terra dovrà chiedere sms a venere?

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT