CULTURA SENZA BARRIERE 2010 (VIDEO)

Ecco il video della prima parte del riuscitissimo seminario tenuto a Padova il 19 scorso al  Cultura Senza Barriere 2010 nell'Università di Padova, è diviso in 3 parti, purtroppo tutta la seconda parte del seminario non è stata ripresa, comunque alcune info le trovate QUI .
Il trailer precedente era solo una battuta a proposito dell'assenza di una sintesi vocale in ascensore, qui di seguito invece i primi circa 20 minuti del seminario "Accessibilità è anche mobilità e divertimento":

prima parte




seconda parte




terza parte

12 commenti:

  1. Prima di leggerti non avevo mai considerato fino in fondo gli aspetti della disabilità sensoriale nei termini in cui tu mi ci hai fatto pensare. La tua testimonianza avvicina molto la realtà di un "normodotato" come lo hai definito tu, a quella di un "disabile", anche se riflettendo attraverso le tue parole, e riflettendo anche su alcune mie considerazioni personali in cui mi sto avventurando di recente, la percezione della realtà è talmente "relativa" da non poter essere "incasellata" attraverso le definizioni di "normo-percezione" o "ipo-percezione".
    Hai una grande capacità comunicativa. Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Apprezzo il tuo ottimismo quando dici che le Istituzioni a volte "non fanno" solo perchè non sono informate, e credo che in parte sia anche così. Ci sono tantissime piccole barriere che per abbatterle nelle città nelle scuole nei cinema, comporterebbero dei costi sociali minimi, ma purtroppo le vere barriere sono quelle culturali, concepire l'accessibilità ad un film a 360° piuttosto che una strada con semafori sonori, si tratta esclusivamente di apertura mentale. E poi con tutti i soldi che buttano nel c...., tutte queste piccole proposte non capisco perchè dovrebbero essere accantonate. Comunque complimenti cara Laura, che grinta!

    RispondiElimina
  3. grazie!
    @ maurizio: se diventi cieco o sordo in italia sei solo sordo o solo cieco, non si è più una donna o uomo, non siamo più genitori, non siamo più persone ma numeri, su cui si lavora per aumentare tessere (dalle associazioni ai partiti) questo ha creato il vuoto di informazione che abbiamo cominciato a colmare con blindsight project
    @ cogito: invece a volte le istituzioni non sono informate, non ci pensano al sottotitolo o all'audiodescrizione, al vetro oscurato o alla sintesi che mi dice a che piano sono arrivata in ascensore.. a volte non sono informate, altre ci giocano sopra, fortificate dal silenzio dei disabili sensoriali he, per fortuna stiamo facendo conoscere per quello che siamo realmente e non come figure bisognose solo di web accessibile (lo dico nel seminario, non è stato ripreso, parlo di netdipendenza, di virtualità, di assenza di vita reale e con internet e sintesi vocale non ce ne facciamo nulla di un libro parlato, fino al vangelo in braille considerato massimo aiuto per i ciechi da acquistare con un atomo di 8per mille al vaticano... ecc. ecc.)

    RispondiElimina
  4. Ciao Laura!

    Saltellavo qua e là e sono capitata qua: bello conoscerti...

    A presto!
    LL

    RispondiElimina
  5. ciao lindalov, piacere mio, a presto ciao laura

    RispondiElimina
  6. peccato non siano venuti al seminario i gestori di questo locale che non ha fatto entrare una ragazza ieca perchè aveva il cane...
    http://www.corriere.it/salute/disabilita/10_febbraio_25/ciecia-cane-guida-nen-entra-bar_a58b219c-2236-11df-8195-00144f02aabe.shtml

    RispondiElimina
  7. La ragazza cieca pullula in rete, ma più che lei chi ce la manda e chi ne ha fatto strumento: episodio di gennaio che finisce ovunque solo per puro strumento elettorale. Ho commentato nei vari siti che hanno pubblicato questa notizia, soprattutto su Il Messaggero: sono stanca di polemiche, di gente ignorante, di coloro che parlano di un cane guida come di un orsacchiotto di peluche. Il cane guida è un auslio, da anni Blindsight Project diffonde la legge, ma si preferisce dar risalto ad un episodio di mesi fa piuttosto che informare. Addirittura la Carfagna ci ha messo bocca!! Mi verrebbe di aggiungere una viperata mia nei suoi confronti parlando di bocca, ma evito..
    La ragazza si rivolse all'Uici di Treviso, questi hanno scritto un articoletto su un giornale locale, niente di più pare, altrimenti perché questo casino? Noi ciechi si sa passiamo tutti i girni queste cose, per questo mi ammazzo per diffondere la legge e farla applicare ma.. niente tutti abboccano, quindi la "povera ragazza cieca", "treviso città razzista", "il cane guida amico fedele della vita di un cieco" e via dicendo con qeuste frasi che mi fanno venire conati a ripetizione!!
    A Padova ho trovato anche la ciotola in camera nell'hotel, basta informarsi a volte e farsi rispettare, se non ci si riesce rivolgersi a Blindsight Project, lo diciamo da anni romai, con locandine, banner, blog ecc. tutto GRATIS perché il nostro è volontariato!
    Scusa l'incazzatura ma sono esausta: in Afghanistan si muore, in Cile peggio, in Italia .. si dorme, in coma farmacologico stanno tutti ed io mi sento una belva oggi (o sono gli attentati e chi muore oscurato dai servizi segreti, o sono i terremoti, di certo rimane che mi sono ROTTA!).
    Simona aiutami a diffondere la campagna cane guida, non possiamo essere trattati così solo perché siamo strumento ogni volta di qualcosa e di qualcuno: noi di Blindsight Project non vogliamo le denunce ma solo far conoscere la legge, forse paghiamo per questo nostro essere pacifisti e veri volontari con i silenzi e indifferenza intorno all'unica campagna esistente da anni sul cane guida?

    RispondiElimina
  8. più che comprensibile l'incazzatura, ma mi riesci a trovar un solo problema che in questo paese non viene strumentalizzato? Accettare impassibili è squalificante ma utilizzare la cassa di risonanza della strumentalizzazione a proprio favore è una "furbizia" che ci si può permettere.
    Io tento di diffondere....ma succedono in Italia cose come ho scritto in TRENI e DISABILI (il treno che cambia binario e nessuno si preoccupa del cieco rimasto ad aspettare solo sulla banchina sbagliata)e nessuno, o pochi le vedono...

    sempre con il massimo della stima ti saluto

    RispondiElimina
  9. no, l'impassibilità è sinonimo di demenza per me, però di questi episodi bisogna parlarne in maniera diversa.
    ti ringrazio per l'aiuto simona, diffondere questa campagna è il primo passo di civiltà e uno stop alle strumentalizzazioni (soprattutto su noi disabili).
    non sono incazzata con te naturalmente sono esplosa solo per troppe cose insieme in quel momento, dentro e fuori me..) ciao a presto laura

    RispondiElimina
  10. ...in qualche modo ho imparato a conoscerti...sono cosciente che la tua è un "incazzatura universale"uno sfogo obbiettivo e non personale:-)ma fa bene anche questo tuo incidere le parole...ciao a leggerti presto anche se, con l'arrivo di Orba Moderna c'è così tanto che non ti sto più dietro...

    RispondiElimina
  11. Si vero, in questi giorni poi tante, troppe sensazioni ed emozioni: qualcuno da lontano sente me mentre io, come sai bene, SENTO TROPPO I TERREMOTI, ciao grazie (non lo dico per fare la formale, quando dico grazie lo penso sul serio)

    RispondiElimina
  12. tutto si può arrivare a pensare ma non che tu possa usare un espressione "formale", per questo è mio impegno fare si che il tuo "grazie" non sia sprecato, anche se ho sempre pensato senza formalità, che sia io a dover ringraziare te.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT