IL CIRCO DEGLI SQUALI

I primi segni di inquisizione e tempo fermo arrivano proprio dal Piemonte, dove alcuni saranno felicissimi di avere finalmente un governatore leghista, maschilista e razzista, infatti la prima cosa che nega è la pillola abortiva Ru486, ma chissà quante altre ne negherà ora che finalmente l'hanno mascherato da "imperatore", per la gioia di nordici ipocriti che faranno tutto di nascosto, che poi chiederanno perdono perché cattolici, che andranno a Roma dal papa, lasciando e facendo il solito casino per la capitale, quello da cui sono fuggita e che fanno sempre quando sono in gruppo (i romani ne sanno qualcosa di queste calate di pellegrini-barbari che schiamazzano in chiesa, che camminano come un gregge di bisonti bendati schiacciando quanto gli si trova disgraziatamente davanti, che puzzano di alcol dalla mattina per i loro grappini che, almeno, gli fanno però passare la voglia di criticare Roma, i romani e quanto esiste da essi in giù, facendoli urlare tra l'uno e l'altro come se camminassero distanti metri tra loro, un po' come facevano quando scendevano dalle montagne per andare a fare qualche "sacco").
Il nord non è ovviamente tutto così, però diciamo che l'entusiasmo per questa dittatura mi fa pensare un po' anche su quei pochi civili che resistono in mezzo ai barbari loro corregionali.
Il sud invece? Al sud, quel sud che ha portato voti al nord per eleggere gli "imperatori mascherati" scrivo questa bella cosa:
"CALABRIA – Ecco chi governerà la Regione: amicizie mafiose, affari oscuri, traffico di rifiuti. Quale speranza? Giuseppe Scopelliti, sindaco di Reggio Calabria, è il nuovo presidente della Regione. «Si dice che il politico che ha avuto frequentazioni mafiose, se non viene giudicato colpevole dalla magistratura, è un uomo onesto. No! La magistratura può fare solo accertamenti di carattere giudiziale. Le istituzioni hanno il dovere di estromettere gli uomini politici vicini alla mafia, per essere oneste e apparire tali». (Paolo Borsellino)" LEGGI TUTTO
Naturalmente in questa pseudo nazione sono poi tutti pronti a criticare e stigmatizzare gli altri, un classico per i bigotti che in questo momento difendono il Vaticano e i suoi pedofili, quindi tutti addosso ai cinesi che hanno una "città di nani": parlano di diritti umani, di discriminazione, di fenomeni da baraccone... ai cinesi!! E allora qui in questo Circo Italia cosa dovremmo dire? Almeno i cinesi i nani li pagano e non li obbligano a niente, noi invece paghiamo nani miliardari che ci obbligano a vivere in apnea, che vietano a tutti la libertà.
Quanto criticano tutti, quanta ignoranza ho scoperto con questa recente campagna elettorale, e non solo in Calabria, che comunque è pure giustificata se "purtroppamente" è "sempremente" niente! Ci tengo a dire a proposito che la colpa non è dei calabresi, e stavolta posso confermarlo personalmente!! In quanti non conoscono l'italiano, in quanti come me si vergognano in questo momento di dire la propria cittadinanza, in quanti qui vivono un tempo che non esiste convinti di essere in orario! In orario arriveremo solo noi che non abbiamo mai vissuto il tempo fermo, che regna ora in tutte le regioni, tranne una, la Puglia, dove qualcuno voleva far fuori qualcun'altro che invece ha stravinto: bella la Puglia, sto pensando ad un altro trasloco, così qui in Calabria in molti torneranno "felici".
p.s.: chiedo scusa, per quanto scrivo sopra, ai calabresi, ai meridionali in generale e ai nordici che, come me, si sentono sequestrati da un circo con numeri horror, ma sono certa che capiranno...

5 commenti:

  1. Quando le parole ti escono dall' anima, sono sincere, oneste e chiuse negli apici della verità, non devi chiedere scusa a nessuno. C'è invece qualcuno che dovrebbe scusarsi con te.
    Una Pasqua serena e, se lo accetti, un abbraccio.

    RispondiElimina
  2. "Riesco a scriverti solo ora dopo la grande delusione avuta in seguito a queste disastrose elezioni...hO PRESO IL TRENO DELLA SPERANZA SONO SCESA SOPRATTUTTO PER VOTARE E IL RISULTATO MI HA LASCIATA BASITA...VOLEVO COMUNQUE RINGRAZIARTI PER IL TUO IMPEGNO E PER TUTTE LE COSE CHE STAI CERCANDO DI FARE GIù...NON ARRENDERTI...FORSE TUTTI INSIEME RIUSCIREMO A CAMBIARE QUALCOSA... CON IMPEGNO E CON CORAGGIO COME SEMPRE...UN ABBRACCIO. GRAZIE A NOME DI TUTTI I CALABRESI SENSIBILI ONESTI E FIDUCIOSI :). T'ABBRACCIO." scritto dalla mia amica calabrese (Hermeside Moon, che ringrazio col cuore, così come ringrazio aries ricambiando l'abbraccio

    RispondiElimina
  3. Cara Laura, in questo paese è così da sempre. Siamo tutti sudditi della chiesa e della mafia. Questo è un paese mummificato. Una specie di distorsione temporale. Rispetto al resto dell'Europa sembra di vivere in un'altra dimensione.

    L'italiano medio, che sarebbe la stragrande maggioranza, non va oltre la scodella di minestra e il telefonino. Risolto quei bisogni, è appagato. Gli altri concetti sono praticamente estranei per le loro menti. Per quello che mi riguarda, per come sono, potrebbero stare anche peggio.

    Quei pochi che vedono come te, devono accettare che sono distanti anni luce. Per questo risultano incomprensibili .... quando non sono avvertiti con ostilità.
    Di certo quest'ultima esperienza ti ha arricchita moltissimo, e quindi ne valeva la pena. Ti sarà utile nelle battaglie future.
    Ti lascio un caro abbraccio.
    Marco

    RispondiElimina
  4. caro marco, a volte mi sento come una farfalla in un sistema (coloro che non mi comprendono) che tenta inutilmente di farmi ridiventare larva, senza sapere (ignari) che io larva non ci sono mai stata (e manco sono una farfalla, ma una.. pipistrellaliena :) questa campagna elettorale è stata una magnifica esperienza per me, soprattutto antropologicamente parlando: ho scoperto una civiltà, un terra sconosciuta perché tenuta segreta e nascosta per quanto di rara bellezza.. penso che l'omertà dei calabresi abbia origine proprio da questa circostanza importante che è quella di preservare tradizioni primordiali, purtroppo sia belle che brutte, ma è già qualcosa in questo deserto occidentale dove vince il cattoleghismo.
    con questa esperienza elettorale, al di là dei risultati (comunque per me buonissimi come ho già detto nel mio post precedente), ho scoperto un popolo magnifico, antico e forte, di parola (sia se data per il bene che per il male, comunque i calabresi sono di parola e per me è molto importante sapere che esistono ancora persone che se danno una parola ma mantengono, ci fossero gli altri così..).
    a volte questa regione sai cos'è per me? è quella zona mezza deserta e spaziosa in cui ti rifugi all'esterno del circo quando questo ti intristisce perché ti trasmette il grottesco e il decadente.. quella zona in riprendi fiato e dici "ooh! finalmente la realtà!".
    ciao marco, un forte abbraccio, laura

    RispondiElimina
  5. Questo sistema tenta ogni giorno di sopprimere le menti migliori perché teme di essere smascherato. Ma a pensarci è orrendo … iniziano ad ucciderci già nel grembo materno. La scuola che dovrebbe prepararci ad affrontare la vita con gioia e gli strumenti giusti, diversamente è il luogo dove iniziano a distruggere la fantasia, la creatività e l’intelligenza. A farci diventare larve ….
    Noi dobbiamo spalancare gli occhi e vedere dove cercano di oscurare per impedirci di vedere. E’ l’unico modo che abbiamo per non essere nuovamente risucchiati nel loro malefico tunnel che inevitabilmente ci scaraventerebbe nuovamente in questo sistema di ingiustizie, sofferenze e morte.

    Ed è vero, la Calabria è tra le regioni più belle d’Italia. Dove ancora ha senso parlare di umanità. Forse anche perché in larga parte è ancora incontaminata e libera …. almeno la natura lo è.
    Ma anche molti dei suoi figli. Nel tuo caso solo adottiva, ma non per questo è meno poetico il modo in cui hai descritto ciò che rappresenta per te.
    Buon riposo e serenità Laura.

    Marco

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT