LA BALENA CHE DIPINGE L'ANIMA

In sanscrito la parola "arte" era "are", significava "ordinare", ed è solo col suo significato moderno che si arriva al concetto di arte come "trasmissione di emozioni". L'arte è rinascita, o resurrezione, passaggio quest'ultimo successivo solo alla morte:
"La lettera Nûn, dell’alfabeto arabo, nelle sue corrispondenze simboliche nell’ambito della tradizione islamica rappresenta El-Hût, la balena; questa lettera ha anche il significato di pesce ed in particolare di pesce salvatore". La balena è un simbolo del contenente, del periodo di oscuramento che corrisponde al passaggio fra due stadi, (...) rappresenta l’arca che contiene tutti gli elementi per la restaurazione del mondo dopo il diluvio". (R.G.)
Per i Maori la balena era, anzi è ancora per quei pochi Maori sopravvissuti ai vari genocidi, lo spirito guardiano che lavora per l'incolumità della gente in mare. Le balene cantano: un canto primordiale che arriva dagli abissi, mixato ai suoni degli oceani. Cantano soprattutto per amore e per i propri cuccioli, per orientarli. E' dalla "grande pancia del mare", cioè dall'oceano, che tutto quello che si vede qui su Terra nasce: è tutto quindi nato con una musica e un canto, quello delle balene, è stata quindi proprio una balena, l'enorme pesce solo in apparenza (in realtà un mammifero che partorisce i suoi cuccioli negli abissi), ad unire quei passaggi così profondi: la morte e la rinascita. Lo ha fatto con un quadro, quindi con l'arte. Si, ha dipinto un quadro, si tratta della balena in un acquario, una balena che dipinge! Una bella notizia ma anche triste: non ci vedo il "fenomeno da baraccone" ma la cattività di una creatura unica, la balena, che è anche il simbolo per eccellenza della libertà. Forse ha dipinto un quadro per dimostrare a tutti che le sue apparenze, quelle che da millenni hanno spaventato tanti uomini (Maori a parte, infatti li hanno decimati in ogni modo), non contano nulla? Che l'uomo, così minuscolo rispetto a lei, è il più pericoloso di tutti gli esseri viventi qui, che e pure meno "artista" di tante altre creature e che l'anima, quella cosa che la Chiesa non riconosce negli animali, forse manca proprio nell'uomo?
Io sono morta in mezzo a quella chiamata "civiltà", ma poi sono rinata in un mare che, nemmeno tanto tempo fa, aveva le balene qui: non è un caso.
LEGGI QUI DELLA BALENA PITTRICE

8 commenti:

  1. i quadri non li posso più vedere, ma in compenso sento il canto delle balene lontane se solo avvicino la testa ai sassi su questa spiaggia: le loro frequenze sono uniche!
    grazie a chi vorrà descrivermi i quadri di questa fantastica creatura

    RispondiElimina
  2. Ciao Laura.....è arrivato il momento!!!!il canto delle balene è un richiamo....ti avevo promesso quel quadro ricordi???...questo post lo considero il tuo canto...VOGLIO sapere un indirizzo dove poterlo spedire...ricordi? la rivisitazione della crocefissione di Dalì, ci sono molto affezionata e darlo a te avevo pensato fosse il modo per farlo continuamente vivere nel racconto di chi, ognuno con la propria sensibilità, te lo avrebbe descritto..tu canti..... mi auto proclamo tua cucciola, piccola anima che vorrebbe crescere e navigare gli oceani al posto che piccole pozze....mi informo sui quadri dipinti da questa piccola Moby Dick e poi te li descrivo

    RispondiElimina
  3. ne ho cercati altri di quadri fatti da quella balena per capire....ma c'è solo quello che hai pubblicato tu....se devo dare una descrizione direi che ha disegnato un galeone...solo due i colori: azzurro acqua ed il marrone legno con le tonalità più cariche e meno cariche come si fa quando si usano gli acquarelli. Con l'azzurro sembra proprio abbia disegnato il mare, ossia linee orizzontali come fosse la superficie dell'acqua...Con il marrone sembra abbia disegnato un galeone. Spennellate orizzontali per il fasciame ligneo dello scafo e spennellate verticali per gli alberi e le vele....Come solito nelle opere artistiche orientali il dipinto non riempie tutta la tela ma si concentra nella parte centrale dando al bianco della tela la stessa importanza dei colori...
    Se posso dire la mia credo che le balene farebbero di meglio se dovessero dipingere l'anima....in questo quadro c'è molta influenza umana...forse la balena tiene il pennello e l'addestratore muove la tela...questo è il mio sospetto senza nulla togliere alla favola con tanto fondo di verità delle balene...:-)
    ciao Laura se puoi dammi l'indirizzo dove poter spedire la mia tela ci tengo davvero...

    RispondiElimina
  4. dici che l'addestratore abbia barato? probabile.. come però è probabile che la balena abbia riprodotto quanto ha visto di più bello degli umani: un galeone, pensa te.. di sicuro se avesse dipinto quanto invece è la realtà degli umani in mare avrebbe dipinto con il nero e il bianco, anziché l'azzurro: la plastica e il petrolio.
    ti mando mio indirizzo per posta, grazie (lo sai già che dalì è tra i miei preferiti no? e pure il quadro in questione, grazie ancora), a presto

    RispondiElimina
  5. ogni volta che sento parlar di balene penso a moby dick, l'inafferabile

    RispondiElimina
  6. questa pure è una balena bianca come moby dick: sapevi che c'è tutta una spiegazione di miti e simboli su moby dick? affascinante..

    RispondiElimina
  7. Hai sollevato un bel problema, quello dell'anima degli animali, e nello specifico delle balene. Soffrono e gioiscono, non come noi, come loro, come la loro anima consente.

    Come lo vorrei sentire questo canto delle balene. Ogni anno, d'estate, vado due o tre volte nel santuario dei cetacei, per cercare di vedere questi animali. Tre volte, fino ad adesso, ho visto le balene, mentre i delfini (le stenelle) giocazvano intorno a noi.

    Ciao Laura.

    RispondiElimina
  8. i cattolici dicono che gli animali non hanno anima e che ce l'ha solo l'uomo perché è stato creato a immagine di dio, cioè: "che è capace di conoscere e di amare, nella libertà, il proprio creatore" (compendio catechismo cattolico n.66) questo mi sembra non solo assurdo ma anche fuori luogo, considerando che secondo questa teoria altre forme di vita sparse in una sola galassia (e ce ne sono di galassie nell'universo) non avrebbero anima come i nostri animali qui.
    addirittura questo papa attuale s'è rimangiato un mezzo spiraglio sull'argomento che aprì paolo VI, il quale invece, nonostante i suoi miliardi di difetti, ringraziò pure i veterinari e disse in poche parole che gli animali avremmo potuto incontrarli in paradiso (quindi riconosceva in loro l'anima, anche se molto cautamente viste le demenzialità che la chiesa da millenni inculca in tanti cervelli).
    ma l'anima esiste? questo in realtà dovremmo chiederci, non se gli animali ce l'hanno o no ecc.
    di sicuro io non ce l'ho, visto che essendo uno spirito libero per le principali religioni monoteiste non ammettono tutta questa libertà di pensiero, ma piegano le menti all'obbedienza verso qualcuno di invisibile.
    è proprio nell'invisibile che le religioni giocano le puntate più alte, vincendo sempre sulle menti, ma quali? solo quelle umane!
    questa balena dipinge? forse si è per questo che parlo di anima: non per il gesto così simile a quello dell'uomo, ma per l'espressione artistica che il mammifero dona per dire forse: mentre voi pensate se ho o non ho un'anima, mentre discutete e vi ammazzate tra voi con conseguenze disastrose per questo pianetino, io dipingo, poi se l'addestratore gli sposta la tela o non gliela sposta questo non conta, la balena ha fatto un quadro, ma non dimentica di cantare, di proteggere i suoi piccoli, di amare il proprio partner come nessuno tra gli umani, ecc. ecc.
    a new york, nel museo dove c'è un acquario megagalattico (mi pare quello di scienze naturali) ho visto squali che sbattevano compulsivamente la testa al vetro molto spesso e pensai inorridita: ma l'uomo l'anima dove ce l'ha?
    ciao alberto, beato te che ogni tanto vedi i delfini, io piangevo di commozione quando li vedevo in mare, sono molto fortunata per aver visto queste cose, a presto laura
    p.s.: è più comodo dire che gli animali non hanno anima, altrimenti poi la vivisezione che fine farebbe?

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT