LIBERAZIONE ROMANESCA

Anniversari di "liberazione", ricorrenze di giorni "felici", cerimonie in onore dei caduti: io non ero nata però sono cresciuta in mezzo a queste cose, visto che stavo nel cuore di Roma. I miei adorati nonni e i miei fantastici genitori mi hanno raccontato di cosa era Roma, prima, durante e dopo questa giornata, l'unica in realtà per cui valse la pena sperare, inutilmente è vero (visti i fatti), però loro hanno sperato, non potendo immaginare la sorte delle future generazioni, la mia compresa per non dire quella dei nati negli anni 80 come mio figlio.
A Roma, di fronte alla mia scuola elementare, c'era e c'è ancora uno storico luogo che non ha nulla di archelogico, perché riparano bambole da sempre ed è famoso su tutto questo pianeta: chissà quanti burattini avrà aggiustato considerando che i veri invasori erano e sono ancora loro.
Di seguito un video che spiega, con le parole di un autore che amo, cos'è Roma per tanti romani veri, molti dei quali, me compresa, se ne sono dovuti andare via per lasciare posto ai burattini:

IL VIDEO

2 commenti:

  1. Sarebbe utile poter sottrarsi al meccanismo dell'analgesia alla vita, della costruzione della realtà che fa comodo a pochi, della negazione dell'abominio, l'olocausto, la schiavità moderna, l'11 settembre...
    Potersi sottrarre ad una realtà che tutto è, fuorchè reale. Che si tratti di Roma o di Stoccolma, poco importa, cambiano solo gli attori e gli abiti, le culture, ma il meccanismo resta quello, camuffato sotto sembianze più o meno vicine alla nostra cultura, ma pur sempre costruite ad arte. Sarebbe utile e sano poter guardare e vedere ciò che è. E gridarlo senza paura di passare per pazzi o visionari, e senza timore di essere condannati.
    Le bambole si riparano, e forse arriveranno a riparare anche l'uomo. Ma non l'anima. E' quella che ci permetterà di sottrarci alla menzogna e vivere realmente liberi, in qualunque posto riusciremo a sentire come nostro.
    Ciao Laura

    RispondiElimina
  2. infatti è tutto costruito ad hoc per i burattini, per questo ho scelto il mare che, per quanto disastrato ormai, almeno non mi fa ascoltare menzogne. a me comunque non m'hanno riparata, forse perché non ero e mai sarò una bambola, i miei m'hanno cresciuta così.
    m'hanno anche insegnato che la vita non ha alcun valore per chi pensa che con una guerra si possa portare la pace.
    ciao maurizio, a presto, laura

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT