LEGALITA', RICERCA, FUTURO

Mercoledì 1 settembre 2010 – ore 17,00
Messina
Salone degli Specchi - Palazzo dei Leoni
Legalità, Ricerca, Futuro
Il Tempo Nuovo della nostra democraziaSi terrà nella prestigiosa sede del Palazzo dei Leoni il convegno organizzato a chiusura delle 5 Giornate di Messina.


Intervengono:
Antonio Mazzeo (Ecopacifista e antimilitarista, autore del volume “I Padrini del Ponte”)

Stefano Pierpaoli ( Regista e scrittore, fondatore del Network indipendente Consequenze)

Nicola Biondo (Giornalista, autore del volume “Il Patto” sulla trattativa tra Stato e mafia)

Nadia Furnari ( Presidente Ass.ne Rita Atria, Rappresentante Libera)

Peppino Restifo (Rappresentante della Rete NoPonte)


Piero Campagna (Fratello di Graziella Campagna, uccisa dalla mafia nel 1985
)

Laura Raffaeli (Presidente della Blindsight Project, cieca da 7 anni per un incidente e attivista per i diritti di accesso alla cultura per i disabili sensoriali)

Angela Manca (Madre di Attilio Manca, scomparso nel 2004 in circostanze mai chiarite)

Michele Falica (Attore, rappresentante dei giovani attori delle 5 Giornate)

Rappresentanti dei paesi di Giampilieri e Scaletta Zanclea, distrutti dalle frane del 2009
Testimonianze provenienti dal territorio

Mercoledì 1 settembre, presso la Sala degli Specchi al Palazzo dei Leoni di Messina, si svolgerà il Convegno “Legalità, Ricerca, Futuro” che farà da epilogo alla manifestazione “Le 5 Giornate di Messina”.
Dalle molteplici espressioni manifestate per le strade dai tantissimi giovani, unitamente alla popolazione, si arriverà a un significativo momento di riflessione e di proposta, in un appuntamento in cui si è scelto di non dare spazio alla ricerca di consenso politico e che quindi non vedrà presenti i rappresentanti dei partiti, ai quali tuttavia giungerà un forte segnale di attivismo e rinnovamento civile.
I tre elementi presenti nel titolo del convegno rappresentano un percorso obbligato per tornare a crescere e creare nuovi fattori di sviluppo e di benessere.
Un Paese in cui vengono meno le garanzie di legalità risulta esposto a pericolosi squilibri che si ripercuotono in tutti i settori della società. Ecco il motivo per il quale è stato posto questo valore come primo fondamento su cui poggiare strumenti dinamici, innovativi ed efficaci per ricostituire un tessuto sociale, politico ed economico che sia privo delle forme di inquinamento che caratterizzano purtroppo la storia non solo degli ultimi anni.
Per consentire un quanto più rapido e auspicato rinnovamento, occorre tuttavia stimolare la Ricerca, non solo quella scientifica e tecnologica peraltro fondamentali e troppo spesso maltrattate, ma anche quella espressiva e legata alle nostre attività e alle nostre relazioni. Rivalutare il pensiero, così come lo spirito d’iniziativa e innovare gli strumenti di crescita sociale è anche frutto di una ricerca nel tessuto popolare e nel territorio che abbia lo scopo di ricomporre modelli sani di convivenza all’interno delle nostre comunità.
Tutto questo ci permetterà di affrontare il Futuro su premesse solide e affidabili e consentirà alla nostra democrazia di recuperare valori di riferimento condivisi per dare vita a un Tempo Nuovo fatto di sano dialogo istituzionale e di profondo rispetto per la nostra Costituzione.
fonte: Blindsight Project News

LEGALITA', RICERCA, FUTURO: CONVEGNO A MESSINA

3 commenti:

  1. Cara Laura, è davvero difficile in una realtà così buia e perversa, trovare uno spiraglio di luce per immaginare un futuro migliore, perchè questa classe politica si è dimostrata indegna. Pur dovendo ammettere che rappresenta degnamente la stragrande maggioranza della popolazione italiana.

    L'unica consolazione è che tali iniziative testimoniano ancora una volta la grande energia e passione che guidano il tuo percorso .....ma quel percorso, quella crescita, appartiene solo a te e pochi altri.
    Gli altri, tutti gli altri sono già cadaveri in decomposizione ….
    Un caro abbraccio.
    Marco

    RispondiElimina
  2. caro marco, buio e perversione appartengono a terra, non solo all'italia secondo me: non ho paura dei cadaveri lo sai, come me i pochi altri e te compreso.
    non ho paura di niente, anche se una volta mi spaventava l'ignoranza, ma come dici tu ormai sono cadaveri e bisogna far luce in mezzo a tanta carne inutile e putrefatta, camminarci sopra se necessario, scansare qualche carcassa se ostacola un cammino.. che porta alla via d'uscita.
    un abbraccio anche a te, pensa che stanotte ti ho sognato..

    RispondiElimina
  3. Sai che condivido ogni tua parola. Lo stesso vale per il male che avvolge il mondo. Anche se in Italia, per ragioni note, è più evidente e odioso....

    Non è certo per enfasi ma credo, che avermi sognato, penso sia per ciò che ci unisce nel mondo metafisico. E' sicuramente per questo che anche io ti sogno.

    .... In più ti lascio una carezza.
    Marco

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT