IPAZIA CONTRO TARZIA

Cera una volta Ipazia, scienziata, filosofa e inventrice dell'astrolabio, lapidata proprio dai cristiani... (leggi qui), come lei innumerevoli altre donne.
Nonostante ciò c'è chi ancora vive di illusioni, o meglio, illude i più fragili, ben consapevole di una verità che da secoli si oscura, così come da sempre si oscurano le menti delle donne rendendone visibili solo i corpi (solo se minorenni o rifatti col bisturi..) quindi mi sembra una presa in giro fare tanto clamore per una donna da salvare dalla lapidazione in Iran, mentre qui viviamo ancora solo inquisizione, soprattutto se donne (ad esempio VEDI QUI).
Ci sono donne che cavalcano l'epoca attuale, sono quelle che crescono i propri figli senza illusioni e pregiudizi magari portandoli in un planetario anziché farli risucchiare da una tv, votano per una democrazia e uno stato laico anche se credenti, usano e fanno usare contraccettivi sia per una gravidanza scelta che per igiene, cercano di non abortire in una nazione che però ancora non insegna educazione sessuale e prevenzione nelle scuole, materie sostituite da una facoltativa ora di religione (cattolica): ricordate lo scandalo del distributore automatico di preservativi in un liceo romano? Poi ci sono sanguinari crociati travestiti o reincarnati da donna che cavalcano un gotico e grottesco videogame del passato: una tra questi reincarnati è Olimpia Tarzia, consigliere regionale per il centrodestra nel Lazio, non a caso fu delegata dal Cardinal Vicario S. Em. Camillo Ruini in rappresentanza della Diocesi di Roma al Convegno Ecclesiale della Chiesa Italiana svoltosi a Verona nell’ottobre 2006 e alla 45° Settimana Sociale dei Cattolici italiani (unica donna tra i cinque delegati), che si è svolto ad ottobre 2007, ma questa è una sola tra le tante in Vaticano che mette nel suo "chi sono" (LEGGI QUI). Nel 2003 ci provò ad assediare i consultori, senza risultato per fortuna, ora si ripropone condottiera di una crociata allucinante per l'epoca che stiamo vivendo, consiglio comunque di leggersi questa cosa qui: IL LIBRO NERO DELLA CHIESA che elenca i vari genocidi, fatti reali così lontani da quanto predicano in nome di "dio".
Per chi non se ne fosse ancora accorto, per chi è rimasto alla Terra quadrata (magari a forma di tv) e ancora ignora la scienza, rammento alcune cose di questi giorni. Ad esempio:

1) Hawking espose quella che all’epoca sembrava la migliore approssimazione di una «Teoria del Tutto». Nelle battute finali riformulava a modo suo la domanda di Einstein: «La teoria unificata ha una forza tale da determinare la sua propria esistenza? O ha invece bisogno di un creatore?». Trascorsi dodici anni, quello che allora era un dubbio è diventato certezza: la Teoria del Tutto c’è, ed è autosufficiente, dunque Dio non serve. (LEGGI TUTTO)

2) Si manifesta a 16.000 anni luce da Terra una stella anticonformista che rivoluziona ogni teoria sui buchi neri. (LEGGI TUTTO)

3) Infine solo pochi giorni fa il telescopio installato dall'Eso in Cile ha scoperto un sistema solare ad "appena" 127 anni luce da noi; ora il telescopio orbitale Kepler della Nasa ne ha scovato un altro, più lontano: sta a circa 2.300 anni luce dalla Terra. (LEGGI TUTTO)

Di seguito alcune righe di una lettera della Bonino (La Repubblica Roma del 30 giugno 2010) che spiega meglio i rischi di questa proposta di legge di riforma per i consultori, sotto una petizione da firmare e da diffondere, grazie
"(...) Se approvata, la proposta della Tarzia (consigliere della lista Polverini e trai fondatori del Movimento per la vita) ridefinirebbe i consultori nel Lazio: «istituzioni volte a sostenere e promuovere la famiglia e i suoi valori etici» con un ruolo «attivo». Come dire: «Non si parli più di convinzioni etiche liberamente formate: i valori si fondano come dirà la Regione». In particolare, c’è un inciso che recita: «Sulla tutela della vita e del figlio concepito, considerato membro della famiglia, l’azione dei consultori è chiamata a conformarsi».
In altre parole, se il progetto dovesse andare in porto, la legge 194 non farebbe più riferimento all’interruzione di gravidanza ma ad un infanticidio, per dirla brutalmente. La struttura pubblica non interverrà più "asetticamente", ma determinerà la scelta della donna, che dovrà tenersi nei limiti dei valori etici imposti dalla struttura pubblica. E questa avrà i poteri legali di indicare le organizzazioni idonee a promuovere i servizi alla famiglia. In breve:l’associazionismo cattolico.
(...)"

LA PETIZIONE DA FIRMARE: SALVIAMO I CONSULTORI DELLA REGIONE LAZIO DALLA PROPOSTA DI RIFORMA TARZIA

8 commenti:

  1. Ho firmato la petizione sui consultori.
    Però penso che sia anche importante firmare gli appelli di amnesty sulla donna iraniana che rischia la lapidazione.
    saluti, francesco

    RispondiElimina
  2. laura grazie sei un pozzo senza fondo d'informazioni non riesco a firmare provero ancora ciao susanna

    RispondiElimina
  3. mai detto di essere per la lapidazione, così come sono contraria a questi diktat vaticani che come sempre vanno contro la donna e di conseguenza ai giovani, quindi al futuro, una cosa questa che vorrebbero tenere solo per pochi (di solito loro e basta).
    cosa distingue i talebani da queste regole antiche solo italiane? come fanno a parlare di futuro e democrazia agli iraniani, o agli afgani ecc., se qui l'ignoranza impera e le donne continuano a morire ammazzate da mariti o compagni, se un sindaco a roma propone di radere al suolo un intero quartiere perché degradato, se ancora i giovani italiani crescono da donne che subiscono questa dittatura solo cattolica che proibisce loro di esprimersi, di vivere una libera sessualità e maternità.. ecc. ecc.?? la religione è una cosa, questo imperversare sulle donne altro! le donne italiane sono state troppo umiliate da questo governo nel mondo intero ultimamente e nessuno a fatto nulla! la mia è una provocazione per ricordare che anziché l'oroscopo o la firmetta che impone pure la roma calcistica, molto più seguita della geografia astronomica, molti italiani dovrebbero leggere, informarsi, capire, SAPERE.
    ciao francesco e grazie anche a susanna

    RispondiElimina
  4. vado subito le limitazioni sulla lbertà di pensiero e di azione, perchè questo è
    mi fanno venire l'orticaria

    RispondiElimina
  5. a chi lo dici patty! è che tutto passa inosservato mentre si continua a scavare una grande buca dove noi donne non solo saremo lapidate ma pure torturate, e non solo nel corpo..

    RispondiElimina
  6. Ipazia E Tarzia, due opposti al servizio di due diversi mondi. La prima IPAZIA, rappresenta la ricerca della verità, e il concetto più alto e nobile dell'animo consapevole. Diversamente dalla seconda che rappresenta l'oscurità e l'inganno, perché si propone lo scopo di avvantaggiare a danno dei più deboli, una banda di malfattori. Io non mancherò di firmare, perchè ogni tentativo di opporsi a tali individui va incoraggiato e sostenuto. Ma per favore smettiamola di portare il cervello al massacro con le ipocrisie di firmare anche gli appelli per la donna iraniana che rischia di essere lapidata.
    Troppo facile e comodo mobilitarsi per cause che seppur giuste, in realtà servono solo a scaricare la coscienza per la nostra stupida indifferenza verso tutti quei problemi che giorno dopo giorno limitano la nostra dignità e libertà ….. oltre che a renderci sempre più asserviti ad un sistema corrotto, che fingiamo di non vedere in cambio di una raccomandazione che non arriverà mai se non per pochi “eletti”. (leccaculi patentati). La vera civiltà consiste nel saper difendere prima di tutto la dignità e libertà in casa propria. Fatto questo, sicuramente potremmo essere di esempio anche alle altre culture che ipocritamente condanniamo perché ci rifiutiamo di vedere che nel nostro amato e libero occidente, ed in particolare nel “belpaese” la pratica di lapidare le donne e non solo è all’ordine del giorno …. e in molti casi anche più crudele della stessa lapidazione che si pratica in Iran, perché le persone si lasciano morire di inerzia e di ingiustizie.
    Un caro saluto.
    Marco

    RispondiElimina
  7. noi italiane abbiamo altre pietre pubbliche addosso infatti, hai ragione marco.. violenza domestica, stupri, schiavitù, ricatti, soprusi.. tutto nascosto, e da un po' di tempo anche torture e umiliazioni continue.
    questo è il paese del si fa ma non si dice, non sarà certo una firma a fermare le pietre e le torture nei confronti di noi donne in gran parte di questo pianeta, ma questa firma è per dire che stiamo nelle stesse condizioni di sakineh, a parte poche eccezioni che esistono anche in iran.
    come già detto: la civiltà e la democrazia non possono essere esportate tantomeno da noi dove poca è la differenza tra i talebani e troppi uomini qui, far sapere però che anche noi italiane vorremmo un po' di autonomia, libertà e dignità (ad esempio bocciando la proposta della tarzia) non è una cosa da nulla.
    un caro saluto anche a te, laura

    RispondiElimina
  8. Firmato!
    Grazie della segnalazione, anche se l'ho letta in ritardo.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT