I "MALI" DELLE STELLE

E' in Mali, a Gao per l'esattezza, che Blindsight Project ha intrapreso una missione umanitaria: in Mali c'è il più alto numero di persone con disabilità visive e noi porteremo ausili, formeremo il personale docente, collegheremo all'autonomia, alla cultura e alla realtà tantissimi giovani ciechi maliani, come è già per tanti altri ciechi e vedenti nel mondo: "FLEURS DU MALI" è il nome della missione di Blindsight Project, vi invito a diffonderla, ma anche a contribuire per sostenere le spese (viaggi, farmaci e profilassi, mezzi di trasporto e sostentamento in loco).
Mi piace pensare che sia arrivato il Mali nella mia vita per un fattore cosmico: non posso non pensare a quanto si vocifera intorno agli affascinanti Dogon. I Dogon, popolazione del Mali, sembravano possedere conoscenze astronomiche molto avanzate, sull'origine delle quali si sono sviluppate numerose controversie.
Adorato dai Dogon è il Nommo, un essere superiore dal corpo di pesce, propiziatore di tutta la loro cultura, che tornò tra le nuvole all’interno di un “uovo rovente” (Nommo: una civiltà extraterrestre, esseri anfibi intelligenti provenienti da un pianeta di Sirio C.). LEGGI TUTTO
Nelle immagini il logo di "Fleurs du Mali" e un disegno Dogon, rappresenta un pianeta che gira intorno a una stella..
Di seguito un video sui Dogon, arriva da Voyager ..pertanto è inutile dire quanto abbiano messo in risalto e soprattutto il "mistero" di una civiltà, però è interessante sapere qualcosa di un luogo del pianeta in cui è concentrata la cecità, un luogo dove siamo impegnati per ... riaccendere le stelle.

OGNI INFO SU "FLEURS DU MALI" LA TROVI QUI

SOSTIENI "FLEURS DU MALI" CLICCA QUI
VIDEO DOGON

2 commenti:

  1. Cara Laura sei una vera miniera di iniziative umanitarie. Mi auguro che prima o poi qualcuno si accorga di questo e sappia riconoscerlo con un sostegno importante.... il comune, oppure lo stato, ma anche i singoli.
    Un grande augurio e un caro abbraccio.
    Marco

    RispondiElimina
  2. stiamo per entrare anche in congo, strapieno di ipovedenti e ciechi per via dell'altissimo numero di albini, lo sapremo il prossimo anno.
    io comunico sempre a tutti le nostre iniziative, sta agli altri accoglierle e comprendere l'importanza di un qualsiasi sostegno.
    nel frattempo noi non stiamo fermi, la blindsight project è una nana rispetto alle altre associazioni storiche, ma è una super-nana galattica ed è più veloce della luce;) quella luce che voglio e vogliamo portare ovunque ce ne sia bisogno.
    ero abituata alle missioni quand'ero vedente, ma di altro tipo, oggi voglio stare in missione ma come dico io, cioè così come per fleurs du mali e, come spero, per le donne e i disabili visivi del congo.. mi soddisfa di più, e se nessuno ci aiuterà ..peccato per loro, non sanno cosa si perdono sostenendo chi porta la luce.
    un abbraccio forte anche a te, spero che un giorno tu possa diventare dei nostri e sostenerci con la tua infinita sensibilità, grazie, laura

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT