DESCENSUS AD INFERA

Io non vedo ma so: "Fidati di ciò che sai e non di ciò che vedi", è una frase che ho sentito ieri sera in tv. Io però posso solo ascoltare e sapere, non mi è più dato vedere, canale e titolo del film compresi. Mi perdo questo del "sapere" che circola? Ho perso così tanto, cosa m'importa di sapere che film era? Chi vive solo di ciò che sa, come me e tutti gli altri ciechi e sordi, è tagliato fuori da cinema e tv!
Il "cinema" più accessibile è una "grotta multisala" dove mi reco ogni tanto: non ha proiezioni ma trasmissioni ultradimensionali. Nel video qui sotto la protagonista sono io mentre scendo, aiutata da cane guida e bastone, le scale che dalla grotta multisala riportano a "Matrix".
Ce la metto tutta per non pesare su nessuno, non voglio essere un peso, è già troppo pesante per me essere così disabile. Gli altri però non si impegnano quanto me affinché anche il vostro normo-mondo possa accogliere una come me. Ecco perché me ne vado in una grotta appena posso: per uscire da "Matrix", per avere una qualsiasi trasmissione che altrimenti non avrei.
Sono solo un ologramma, non sono altro che la proiezione elaborata dai vostri occhi staccati dal cervello che, altrimenti, vi trasmetterebbe il vuoto che mi lasciate dentro, quel vuoto che un albero, il mare, i pipistrelli, la musica dell'acqua che goccia all'interno della grotta, e molto altro a voi quasi sempre invisibile, colmano con miliardi di messaggi inaccessibili solo a voi, così privi di senso e assuefatti da immagini e parole.
Come scendo una scala potrei fare molto altro, ma mi è impossibile solo perché me lo impedite, spaventati, impietositi e imbarazzati come siete tutti di fronte alle mie disabilità, invisibili solo a chi non si è ancora staccato da "Matrix". Cos'è "Matrix"? E' il vostro mondo irreale, quel mondo che conosco bene e nel quale non sapete nemmeno tanto muovervi se non siete aiutati, raccomandati e sostenuti.
Io non voglio essere un peso per nessuno, sono solo un ologramma, mi fido di ciò che so e a "Matrix" rimango comunque una "diversa" sulla cui vita ognuno a piacimento può realizzare un kolossal, quasi sempre scadente e intriso di gossip tramontati da tempo.
Però, da brava alchimista sensoriale, so cose che voi non saprete mai, nemmeno quando sparirò, perché io sono già morta. Scendo.. così come scende chi ha acquisito il lapis filosoforum ed ha la capacità di precipitarsi lungo la scala del livello dell’Essere.
Descrizione immagine: è una mia foto scattata dalla grotta, dall'alto che sovrasta Matrix, probabilmente i vedenti si accorgeranno solo di un tramonto, quello che non mi tocca, così come mi è toccato scendere tra voi a combattere il buio in cui siete immersi.
DESCENSUS AD INFERA (video)

4 commenti:

  1. Ho i brividi Cara Laura. Ho i brividi per quello che dici, per il video. Ho i brividi perché mi hai fatto capire che io con i miei sensi forse non son capace di scalfire la superficie. Ciao.

    RispondiElimina
  2. sto passando di qui con ritardo, mi aggiungo alle stesse parole di Alberto e ti mando un caro saluto

    RispondiElimina
  3. vivo semplicemente in quel baratro che a matrix non esiste, non lo hanno voluto far vedere, grazie ragazzi, buona domenica, laura

    RispondiElimina
  4. Ciao Laura. Sono qui che penso cosa scrivere... In realtà voglio solo salutarti e dirti che passerò a trovarti. Un caro saluto,
    Giacinta

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT