IO SONO UNA COMUNISTA

foto spetteguless
 Mi rendo conto che oggi di comunisti, secondo la "maggioranza" di questo governo, ce ne sono proprio tantissimi, visto che basta dire una cosa reale per sentirsi rispondere "sei comunista".
Muore un altro italiano in guerra, e assistiamo allo sdoppiamento del premier borderline, che
si domanda pubblicamente che senso abbia essere in guerra, questo dopo averci obbligato un'intera nazione sin dal 2003 con il suo tanto amato Bush in Iraq, dove volevano "esportare democrazia". Ma se lo dicevo fino a ieri sera, cioè prima che lo dicesse lui in quanto dico dall'inizio che la democrazia non si esporta, io allora ero e sono comunista.
Se chiedo l'applicazione della legge 194 (che non prevede solo l'intervento di interruzione di gravidanza, ma anche e soprattutto la prevenzione), sono una comunista, e vado pure contro il Vaticano, che non vuole educazione sessuale nelle scuole ma soprattutto non manca in questi giorni di ricordare che la Chiesa è contraria all'aborto. Peccato che certi comandamenti" siano così appassionatamente dichiarati dalla Chiesa, mentre riguardo alla morale di chi governa un'intera nazione, la nostra e la loro "periferia", ci vadano cauti, mai diretti, sempre molto ..tiepidi.
Questo nel mondo finto o "leccato" come dico io, nel mondo vero le donne hanno invece voglia quanto gli uomini, lo rivela uno studio che conferma che le donne non disdegnano il sesso occasionale e probabilmente, anche se fedeli, abortiranno, perché molte seguono i "comandamenti" a metà: hanno rapporti fuori dal matrimonio e abortiscono, tanto è tutto di nascosto, però non usano anticoncezionali né condom, si sono sposate in parrocchia ed hanno fatto battezzare, comunicare e cresimare i figli.
Però se dico che forse tutto questo gran caos è dovuto ad un malgoverno e alle invasive ingerenze del Vaticano nella nostra vita, allora sono comunista, non solo, sono pure una "posseduta dal demonio" perché sono stata sbattezzata.
Sono comunista quando dico che vorrei più legalità e meno razzismo, sono comunista quando dico che non si devono tagliare fondi alla cultura e alle classi deboli, vedi disabili e famiglia oppure la marea di orfani che fanno numero soprattutto nei "pii istituti", subendo ogni cosa sia fisica che psichica.
Forse se n'è dimenticato il borderline tascabile quando ha fatto le sue dichiarazioni sulla scuola italiana, oppure quando ha "promesso" che non ci sarà nessuna adozione ai singles (o "adizioni ai singoli" come ha pronunciato nel suo sempre più insopportabile intercalare dialettale, insopportabile comunque tanto quanto il biascicare dialettale di Bersani. Quella sui matrimoni gay poi poteva risparmiarsela davvero, ma si vede che gli serve l'appoggio della Chiesa, e dallo stato pontificio sicuramente l'aiuto gli arriverà, basta che chiuda la scuola pubblica e che tutti vadano, a pagamento ovviamente quindi chi potrà permetterselo, nelle scuole cattoliche.
Avremo così intere generazioni che aspireranno solo a vincere ad "amici" o partecipare ad una serata di "bunga bunga", a cui il borderline contumace sta invitando tutti, convinto nella sua grottesca grossolanità, di essere "simpatico", soprattutto può permetterselo, tanto c'è il Vaticano che lo perdona.
A proposito di perdono: vorrei invece fare i miei complimenti ad una donna, una suora che ha risposto ad un giornalista che le chiedeva come affrontava il caso di Yara nella sua scuola. Ha risposto: "C'è una domanda che urla dentro noi: perché? Non posso pensare al perdono in questo momento per chi l'ha uccisa: forse è troppo recente ma non mi sento di perdonare l'assassino". Grande! Sapere che ci sono donne così, anche al Vaticano, le stesse che sono scese in piazza il 13 febbraio scorso, questo mi riconsola. Siamo tutte "radical chic manipolate", soprattutto siamo tutte comuniste!
Beh si, se pensare il contrario di quanto afferma il governo o la Chiesa mi fa diventare una comunista, sono contenta di esserlo, anche se non mangerò mai bambini, perché gli orchi non sono comunisti, ma insospettabili "persone per bene", quali ad esempio l'orco assassino di una bambina di 13 anni massacrata a pochi metri da casa. Bella sicurezza!!
Ci sarebbe da scrivere ancora molto ma chiudo per ora con una vecchia battuta, forse conosciuta da molti, ma voglio ricordarla perché è di un'attualità unica e qui ci sta proprio bene: perché i comunisti non mangiano più bambini? Perché sanno di prete!

11 commenti:

  1. Grazie Laura, ti riporto una notizia pericolosissima: si vuole abbassare la data dell'aborto terapeutico a 22 settimane e mezzo!
    Praticamente a ridosso della ecografia morfologica che conferma o esclude patologie..
    In questo modo i genitori potrebbero non avere il tempo necessario per scegliere..
    Secondo chi sostiene questa proposta a 22 settimane il bambino ( sic) è in grado di sopravvivere).
    Questo avviene però solo nel 5% dei casi.
    In più, perfino al policlinico Gemelli un bambino di 22 settimane non viene rianimato.
    In caso di sopravvivenza, infatti i danni sarebbero gravissimi...
    Un vero sopruso, ed abuso nei confronti di chi non è confessionale!
    Ma quando si capirà che, almeno in teoria, quello italiano è uno stato laico?

    RispondiElimina
  2. I comunisti sono spariti dal parlamento perchè sono andati a popolare gli incubi del nano. In questa realtà ormai virtuale accade anche questo. E' sparito il linguaggio, le cose non hanno più il loro nome e se ce l'hanno è falso. Io non sono comunista ma so che potrei essere etichettato così a causa di una difficoltà di comprensione del diverso. Sono diverso dal nano ma non sono comunista e questo manda in tilt le menti brevi, proprio come va in tilt la ragione quando deve comprendere che le donne sono diverse dagli uomini ma al tempo stesso sono uguali, non ce la fa. Al massimo le accetta in quanto razionali, ma come donne non se ne parla proprio. Il nano cerca l'appoggio della chiesa perchè la chiesa è come lui, falsa e ipocrita, entrambi non tollerano il diverso da sè, entrambi appioppano etichette ed anatemi.
    Laura, il tuo post mi ha "attizzato" e mi sono lasciato andare a scrivere come piace a me, un po' posseduto dal demonio perchè anche io sono sbattezzato. Ahahahahahah
    Grazie di cuore!

    RispondiElimina
  3. quando sposteranno il business su altre cose anziché sulla pelle delle donne e dei bambini (che da grandi saranno gli uomini e le donne italiani), quando le menti di questa nazione saranno autonome e non più telecomandate dalla chiesa e dalle tv

    RispondiElimina
  4. infatti hai scritto bene, come rosa che ti precede: non a caso tu sei sbattezzato e lei è buddista, cioè già siamo in 3 ad essere scollegati da "matrix" ;)

    RispondiElimina
  5. Cara Laura, scusa per il casino fatto nell’ultimo commento. La febbre a volte incasina la realtà, anche se la parte diretta a te non ha subito alterazioni. E mi riferisco alla stima e all’affetto.
    A volte, mi perdo a tal punto da dimenticare tutte le convenzioni che impregnano il sistema mondo. Quando ritorno, è come svegliarsi in un incubo. Anche se purtroppo due terzi della popolazione mondiale vivono un incubo peggiore.
    Riguardo il post, il nostro eroe ….. (il nano), in casa propria, accusa di essere comunisti tutti quelli che giustamente le ricordano, (dato i precedenti e non solo)che dovrebbe indossare il “saio” a strisce degli ergastolani. Attacca i comunisti nostrani …. che vede solo lui, perché da quello che sento in giro, dei comunisti ormai non ci sono più tracce. Ma “stranamente”, non disdegna l’amicizia e i baciamano al massacratore Gheddafi e al caro amico Putin, se con questi si fanno affari miliardari.

    Anche io sono comunista, anche se in senso umanista, dato che disprezzo tutte le dittature ….. compreso la nostra. Dittatura, grazie alla miseria mentale e spirituale della maggioranza degli italiani.
    Per quello che mi riguarda, quando non sono mafiosi, devono essere per forza stupidi. Altrimenti non si farebbero rappresentare da bavosi puttanieri e mafiosi.
    Che dire ancora! Mi auguro che almeno una parte degli italiani che votano il PDL e il suo padrone ritrovino la ragione. Danno a questo paese la possibilità di non affondare ulteriormente nella melma.

    Cari abbracci.
    Marco

    RispondiElimina
  6. dimentichi lukashenko tra i suoi cari amici, un altro che di certo non è il fratello di heidi.
    io non voglio che finisca in galera, vorrei che si riconoscesse però il diritto di essere tutti uguali di fronte alla legge, quindi di farsi processare, ma anche di governare un paese con serietà, le barzellette hanno messo sotto il fango troppa gente che meritava invece qualcosa di più.
    ma è il trionfo del gossip e del grottesco ormai, e non siamo in pochi a vergognarci di fronte a tante sue autentiche cafonate,
    confido nelle prossime mobilitazioni di piazza, tu riguardati, un abbraccio forte, laura

    RispondiElimina
  7. Cugi, invidio la tua consueta capacità di sintetizzare in un post riflessioni così estese ed importanti, che peraltro condivido tutte in pieno. Auspico quello che dice Marco alla fine del suo commento, ovvero che qualcuno dei tanti, troppi supporters del nostro "eroe" rinsavisca.
    E mi auguro che ci siano ancora tante mobilitazioni di piazza a risvegliare la massa inebetita dal torpore.
    Un abbraccio
    Gio

    RispondiElimina
  8. Ho letto con ritardo e condivido tono e contenuto del tuo post. Aggiungo che trovo insopportabile l'uso che fanno della parola libertà. Diciamo che usano l'appellativo di comunista a chiunque si oppone al loro furto della parola libertà.
    ciao

    RispondiElimina
  9. Domenica sono finalmente tornato ad ascoltare Don Luciano. Un grande, forse unico. Questo il Vangelo di Domenica:

    Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 7,21-27).
    In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
    «Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà
    del Padre mio che è nei cieli.
    In quel giorno molti mi diranno: Signore, Signore, non abbiamo forse profetato nel tuo nome? E nel
    tuo nome non abbiamo forse scacciato demòni? E nel tuo nome non abbiamo forse compiuto molti
    prodigi? Ma allora io dichiarerò loro: “Non vi ho mai conosciuti. Allontanatevi da me, voi che
    operate l’iniquità!”.
    Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha
    costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si
    abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia.
    Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha
    costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si
    abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».

    Peccato non abbia registrato tutto quello che Don Luciano ha detto per fartelo ascoltare integralmente, ma ti assicuro che, con la sua proverbiale calma, si è scatenato. La mia memoria fa acqua da tempo, ma della lunga ed avvincente predica (per me per lo meno) ricordo la citazione che lui ha fatto di una sua sorella suora missionaria che ha passato diverso tempo in Vaticano in non so quale ufficio. Ebbene, lei gli disse: "Luciano, non puoi immaginare quanti preti vangano da me a chiedere raccomandazioni per essere fatti Vescovi!". Ha parlato di Giuda, il cassiere dei discepoli, che per denaro ha svenduto perfino Cristo. Ha detto che l'essere battezzati, quando pergiunta non si è nemmeno in grado di intendere, non è un merito. E chi nasce in Mongolia e non viene battezzato è forse escluso dalla Grazia di Dio? Un altra frasetta buttata là è stata: "chi è governato è sempre migliore di chi governa". Ho riferito solo gli esempietti più ad effetto e non riporto altro della omelia, ma la sostanza ultima era il richiamo alla carità. Se c'è "fede" (e la metto fra virgolette") ma non c'è carità Gesù ci dice che non siamo a posto. Ogni riferimento, allusione a categorie di persone e luoghi non era puramente casuale.
    Come va con la schiena?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. ciao gio, molte persone che si dicono "credenti" in realtà credono solo a loro stessi, e manco tanto! come donna disabile posso confermare che la parola "carità" è inesistente nella pratica, eppure vanno a messa, addirittura seguono "corsi" di preghiere, ma con quale risultato?
    se chiedo di applicare la legge sul cane guida, che mi esonera dal raccoglimento delle feci in terra, sono una comunista, se non una che rompe e basta.
    lo sto vivendo da mesi e mi ci sono ammalata, perché uscire di sera con la bufera ed arrivare lontano da casa per portare il cane a svuotarsi, mi ha bloccata a letto da più di una settimana!
    nessuno ha chiesto "possiamo aiutarti?" ma tutti controllano dove fa la cacca il mio cane. eppure dicono di essere "credenti", di cosa a questo punto non lo so.
    so solo che sono una comunista per troppe persone e la chiesa non mi aiuta in nessun modo.
    perché vedi gio, se quella suora o quel prete che noi citiamo osassero mettersi contro realmente questo sistema, durerebbero pochi minuti.
    quindi è tutto nella stessa barca: che spero affondi presto e con essa tutti coloro che pensano di sopravvivere perché sono ricchi di denaro o perché un prete li ha "perdonati", ciao laura

    RispondiElimina
  11. Don Luciano si è messo di traverso rispetto al sistema e io temo sempre che prima o poi venga cacciato. Come lui non ha avuto timore di dire una volta, alle sue Messe sono presenti le spie del Vaticano che vanno a riferire. Il fatto che dia la comunione ai divorziati indispettisce parecchi ortodossi (virgolettato). Per strada c'è chi lo ferma e lo attacca. Quello che scrivi tu qui è il messaggio che Don Luciano cerca di trasmettere ogni Domenica. E' consapevole che la parola carità è inesistente nella pratica, ed è per questo che sì è così lungamente espresso nel commento al Vangelo di Domenica scorsa. Ah! Cristo lo sapeva bene che in tanti si sarebbero fatti avanti citando il nome suo. I passi del Vangelo su questo argomento non mancano!
    Tu ti ammali per portare Artù a fare i suoi bisogni dove è richiesto e nessuno che si faccia avanti a darti una mano! E' la situazione quotidiana in ogni luogo. L'ipocrisia che impera sempre e dovunque. I cristiani che non conoscono Cristo e non lo praticano sono quelli che fanno più rumore. Penso che sarà sempre così. Quelli che lo seguono lo fanno in silenzio, senza fanfare. Poi ci sono quelli che in coscienza sanno di non praticarlo, ma hanno paura di esporsi di fronte alla maggioranza dominante, e credo che sia proprio quello che succede dove abiti. Sono amareggiato ed allo stesso tempo rabbioso a sentire che sei abbandonata a te stessa e che anzi ti osteggiano in ogni modo. Prima o poi scendo a trovarti. Ne approfitterò per andare a trovare il tuo parroco, e c'è caso che verrò buttato fuori a calci.
    Ciao

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT