SICUREZZE ROMANE

"Chi colpisce un monumento artistico può essere capace di qualsiasi violenza e qualsiasi follia, quindi nessuna clemenza" lo dice il sindaco di Roma Gianni Alemanno (leggi tutto QUI) dopo che un vandalo ha rovinato la Fontana del Moro a Piazza Navona e ha tirato un sampietrino a Fontana di Trevi. "Volevo attirare l'attenzione" ha dichiarato il vandalo cinquantaduenne. Ma l'attenzione su cosa e su chi? Forse sul fatto che il tema della sicurezza a Roma è qualcosa riservata a pochi? Ad esempio: chi c'era a fermare un vandalo che, come dice pure il sindaco, avrebbe potuto fare anche di peggio? Le telecamere di cui pullula la città? Come dovrebbe sentirsi un turista che viene dall'altra parte del mondo per vedere Roma? E come dovrebbero sentirsi i romani che, nonostante paghino di tasca loro la sicurezza a tanti personaggi di passaggio nella capitale (vedi polizia municipale impegnata solo a lasciare liberi varchi per il passaggio di qualche politico straniero, Vaticano compreso, mentre dietro le scorte che sfrecciano impunite si accalcano miliardi di mezzi meccanici), sono ogni minuto a rischio senza alcuna difesa o protezione? Come si sentono tutti gli italiani che pagano le forze dell'ordine (vedi polizia e carabinieri), a cui ben poco arriva nel concreto e troppo spesso sono impegnate solo negli uffici o nelle scorte? Di pazzi è pieno il pianeta, noi tutti paghiamo per la sicurezza: dov'è??
Forse era su queste domande che il vandalo voleva attirare attenzione? Rimane che è un vandalo criminale, magari però prima di chiedere pene più severe, perché non aprono i carceri già costruiti e mai aperti, nonostante siano già stati pagati miliardi e ne paghiamo addirittura il personale di sicurezza? Vedi QUI quanti sono i carceri già costruiti e mai aperti, ma ... inaugurati tutti però ;)

3 commenti:

  1. non è solo il vandalo che mi preoccupa, mi preoccupa ancor di più l'indifferenza della gente che vede compiere gesti violenti e non mi riferisco solo a questo tipo di atti e non fa proprio un bel niente

    RispondiElimina
  2. ciao Laura, ogni tanto torno a scriverti...nel casino della mia vita, senza dimenticarequello della tua, seguirti costantemente dovrebbe essere un impegno primario..invece...purtroppo sono latitante...ma ti sbircio sempre e ogni tanto rileggo le tue poesie...mi hai illuminato una strada con le tue parole...cerco di percorrerla...ho scelto questo post che parla di arte passione che condividiamo per tornare ad almeno salutarti...un abbraccio sempre sincero
    Simona (quella del quadro della crocefissione di Dalì...che ancora mi devi raccontare come ti hanno descritto..)

    RispondiElimina
  3. @zefirina: vero! la gente fa qualcosa, chiacchiera dopo l'episodio (bla bla bla) ma prima e durante non si muove una foglia
    @simona: ti ringrazio tanto, anche per il quadro che mi piace molto, anche se una reale descrizione potrai darmela solo tu che lo hai creato, io dei vedenti non mi fido più tanto ;)
    abbraccio forte ad entrambe

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT