VUOTO E VUOTI

Ho girato un piccolo video mentre facevo una passeggiata meditativa sulla spiaggia. Di solito scatto una foto o giro un video quando sento qualcosa di particolare, e che ovviamente non vedo. Stavolta invece questo video l'ho girato per un'enorme sensazione di vuoto intorno a me: c'era vento e non sentivo niente, né un odore e nemmeno un rumore, manco un gabbiano, e mi sono persa per un attimo. Ho girato per questo: ho voluto riprendere il vuoto, per non pensare ai miei vuoti, dai quali esco sempre grazie al mio templare cane guida. Forse il Sacro Graal è in quel vuoto di cui è custode il mio fedele Artu? Nell'immagine una spirale, perché è lì che entro quando perdo l'orientamento, non lo auguro a nessuno. Di seguito due strofe di una poesia di Pessoa come sottotitoli al mio video:

" (...) E sento la mia vita di repente
legata con un filo di Incosciente
a ignota mano diretta nell’ignoto.
Sento che niente sono se non l’ombra
di un volto imperscrutabile nell’ombra:
e per assenza esisto, come il vuoto."


"Vuoto e Vuoti" il video

9 commenti:

  1. In effetti Tu vedi con le orecchie ed anche con il naso, e pure con il tatto ... certo se il vento, ti allontana dalle tue percezioni, è un elemento di disturbo non da poco, ma il tuo cane, la sua tranquillità ti avranno fatto ritrovare l'orientamento ed annullato il vuoto intorno a Te.

    Piacere di Conoscerti
    Laura
    mi chiamo Paolo ed è la prima volta che commento sul Tuo Blog.

    RispondiElimina
  2. il vento forte per me è come se qualcuno ti coprisse il viso con una maschera senza occhi e ti mettesse pure due tappi nelle orecchie: non posso stare con la lingua di fuori per capire da dove arriva quell'atomo in più di salmastro del mare per poterlo individuare, né posso farmi la spiaggia carponi per capire dove sta l'acqua e dove sta la spiaggia.. e via dicendo, rimango sola nel mio vuoto, come sempre, di fronte ai miei vuoti e artu quando sente che il mio cuore batte più forte per dolore (perché è un dolore per me non vedere e perdermi), smette di annusare ogni microparticella presente sulla spiaggia e mi avvolge col suo copro, mi ferma, mi fa sedere e mi fa calmare, poi è lui che mi dice di alzarmi e mi riporta sulla strada, lì aspetta miei ordini anche se, tirandomi verso la direzione giusta di casa, mi fa capire che non è il caso di proseguire l'avventura al buio nel vento a fare cuori nella tempesta.
    ho commentato il tuo ultimo post per dirti proprio questo: conta ciò che sai e non ciò che vedi, ma vale solo su questo pianeta, se esci nell'invisibile dell'etere, quale è il web, serve sempre un contatto, come quello ad esempio col mio artu in un momento di vuoto assoluto.
    a meno che non si riesca a comunicare telepaticamente, come facciamo io e artu, ma nel web quanti conosci così? ciao a presto

    RispondiElimina
  3. Ho visto altri tuoi filmati della spiaggia ma questo è particolarmente suggestivo in effetti. Penso che trasmetta un po' delle tue stesse sensazioni. Il cielo è azzurro, poche nuvole bianche in cielo, spiaggia deserta. La luce del sole pare che scenda verticalmente lasciando una chiazza particolare, come un cerchio di luce, sulla superficie dell'acqua in direzione dell'isola. Ad un certo punto c'è un primo piano di Artù, che prima inarca le sopracciglia e poi fa un gesto col muso come per dirti di proseguire.
    A presto
    Cugigio

    RispondiElimina
  4. Cara Laura,
    bellissimo il mare e quella strana malinconia che trasmette il tuo video, forse perchè come dici tu, ogni cosa sembra immobile e irreale. Il vuoto penso sia durato solo un attimo, che hai saputo riempire con la tua capacità di sentire ogni minima vibrazione delle cose intorno a te.

    Non credo esista vuoto che tu non possa colmare con la tua anima sensibile, e creativa.
    Un grande abbraccio.
    Marco

    RispondiElimina
  5. il vuoto che, da quanto mi dite, sono riuscita a trasmettere con questo mini cellular-video, è quell'attimo in cui mi ricordo che esisto anche fuori da quella che chiamo matrix.
    la consapevolezza in matrix, la puoi vedere o la puoi immaginare come me, sempre consapevolezza di matrix è, e spesso non si sa o non ci si ricorda che si può esistere anche oltre matrix.
    dov'è la mia casa, in che punto sto della spiaggia e che punto di marciapiede e di strada corrisponde, ecc., comunque tutta roba di matrix, non è certo roba che appartiene a quel mondo fatto di suoni, odori, percezioni, emozioni e sensazioni.
    un vento fortissimo e perdo matrix, poi ritrovo l'orientamento solo in quella mia dimensione, quella fatta di telepatia, percezione di un cuore che batte, quello del mio cane, di cui non sento il rumore ma qualcos'altro, così come lui sente il mio, ci si ritrova collegati solo a quel battito universale, quello che resiste anche al vento forte e che spaventa un po', sono emozioni molto forti, ma lui capisce e mi riporta a matrix, facendomi prima sedere per riprendere fiato dopo quel tuffo nel vuoto che non è un baratro, ma un vero buco nero che risucchia dall'alto.
    per questo pure ho ripreso con un video, lo facevo dall'oltre ;) un abbraccio marco e cugigio

    RispondiElimina
  6. Un piano sequenza che mi ha coinvolto, subito con le immagini. Ma dopo aver letto quello che hai scritto, le stesse immagini, riviste, mi hanno fatto penetrare in un altro mondo. Grazie Laura. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. è il mondo dei ciechi caro alberto, quello di cui in pochi osano parlare.
    ti ringrazio tanto anche se in ritardo, un abbraccio laura

    RispondiElimina
  8. Grazie cara Laura, un abbraccio lunghissimo.
    Marco

    RispondiElimina
  9. Gli occhi dell'Anima...il niente che percepisci è l'assenza di Anime attorno a Te...sereno divenire nel giorno Laura..interessata Ti seguo..
    dandelìon

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT