ACCESSIBILITA' QUESTA SCONOSCIUTA

Accessibilità: grande parola! E' quella cosa per cui si sono stanziati e spesi per finta miliardi di euro, ma è anche quella cosa che non ostacolerà l'asteroide che stanotte sfiorerà Terra a 65mila chilometri all'ora e, mentre l'asteroide si avvicina, e si sente pure, noi di Blindsight Project abbiamo messo online il nuovo sito ultra accessibile: una rivoluzione nel web, e non solo.
L'indirizzo del sito è sempre lo stesso, www.blindsight.eu, ma abbiamo cambiato tutto, tranne i contenuti che abbiamo trasferito sulla nuova piattaforma: un lavoro che ha assorbito molto del nostro tempo e solo perché di temi accessibili ne esisteva uno solo, cioè quello che abbiamo scelto. Li abbiamo testati tutti i temi di Wordpress, ma ognuno di loro dava problemi ai checker per un motivo o per l'altro, oltre a testarli direttamente con screen reader (e da ciechi veri). Alla fine ce l'abbiamo fatta, anche se avremmo potuto finire molto prima se solo l'accessibilità nel web non fosse fantascienza.
Un sito accessibile non necessariamente dev'essere triste come i pochi dichiarati accessibili allo screen reader, cioè quasi privo di immagini e via dicendo, noi abbiamo addirittura inserito una slide, solo che è accessibile. Il problema rimane sempre quello del player per i video, ma abbiamo risolto pure quello (vedi gallery, in fase ancora di allestimento). Sottotitoli e audiodescrizioni per ogni video che pubblicheremo, curati da Vera Arma di Culturabile, un aiuto navigazione per chi si è messo da pochi minuti su un pc o su uno screen reader, blog a tema, anzi a tema scottante quale appunto l'accessibilità nel web, l'accessibilità alla cultura e spettacolo e la mobilità per i disabili visivi, pressoché temi sconosciuti visto che se ne parla tanto ma poco nelle associazioni di categoria, anzi niente. Poi ci sono i colori: arancione e celeste, un po' orientale come approccio visivo forse, ma sicuramente sono colori che danno un giusto benvenuto a chi ci verrà a visitare. Queste le novità principali di Blindsight Project, decisa più che mai ad abbattere ogni barriera anche senza un euro di sostegno e che, con questa nuova sede, perché è una onlus online, vuole dimostrare anche al ministro Brunetta, che tanto ha parlato finora di digitalizzazione, che l'accessibilità non dev'essere solo tema da convegno o un cavallo di battaglia sotto campagna elettorale, ma è una nessità ed anche un'emergenza, se contiamo quante migliaia di disabili sensoriali sono presenti in Italia. Io penserei a questo prima di parlare di tagli sulle nostre pensioni!
Vorrei che chi costruisce siti web non si approfittasse del fatto che la legge sull'accessibilità obbliga solo i siti delle pubbliche amministrazioni, tra l'altro caro Brunetta inaccessibili nonostante la legge (vedi censimento online inaccessibile ai ciechi!), a rendere fruibile un sito a tutti indistintamente, vorrei anche che la si smettesse di dire che l'accessibilità è cara, sono tutte balle, e questo non vale solo per il web.
Quando definii la Blindsight Project un'astronave non ero una cieca ricca di immaginazione, certo non mi manca ma, se si guardano le famose "cose fatte", direi che è anche un'astronave con all'interno delle aliene.
Quindi il messaggio è questo: mentre l'asteroide ci sfiora cerchiamo tutti di capire che, o ci si aiuta per rendere accessibile e fruibile tutto a tutti, o chi non è capace di questo... si dimetta!!!

Nell'immagine io senza trucco.

3 commenti:

  1. Bello, bello, bellissimo! Complimenti a te e a tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione di questo nuovo progetto. Non ho capito gran ché delle questioni e delle difficoltà tecniche, ma il risultato è ottimo. Un altro colpo di piccone piazzato da Blindsight al muro che la nostra “politica” (tra virgolette), con l’infame complicità di chi sappiamo, mantiene eretto intorno alla disabilità sensoriale per tenerla nascosta e dimenticata, sottraendo come sempre preziose risorse alle vere necessità. Ti ringrazio anche perché è comunque un concreto passo per cercare di avvicinare alla civiltà il nostro disgraziato paese.
    Non avevo peraltro mai riflettuto sul fatto che arancione e celeste fossero cromatismi orientali. Beh, sono i colori del nostro Dojo di Aikido a Cesenatico. Un caso? Mi informerò con chi a suo tempo fece la scelta dei colori per i nostri manifesti e locandine poi ti faccio sapere.
    Un abbraccio
    Cugigio
    PS: ma quanto tempo ci metti a truccarti ogni giorno? Deve essere davvero un lavoraccio visti gli straordinari risultati!

    RispondiElimina
  2. Complimenti per il lavoro fatto sul sito di Blindsight Project e per il post!

    L'accessibilità in Italia è ancora una chimera, a causa della scarsa sensibilità di chi ci governa e di chi ha scarsa cultura in materia.

    Qualche anno fa, con la mia agenzia, ho creato un gruppo di lavoro per la valutazione soggettiva dell'accessibilità dei siti Internet e siamo stati inseriti nell'elenco ufficiale dei valutatori dell'AIPA.
    Risultato: non abbiamo svolto neanche un lavoro per mancanza di richieste da parte delle PA.

    La situazione attuale è deprimente, ma non bisogna mollare!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Tantissimi auguri cara Laura. Con il tuo lavoro testimoni che un'altra realtà è possibile. Una realtà fatta di cose concrete, accanto a persone che hanno bisogno anche di non sentirsi abbandonate.
    Un caro abbraccio.
    Marco

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT