9 MAGGIO: FICTION DAY

9 maggio: è la giornata europea, mondiale, internazionale ecc. di parecchie cose, tra queste anche quella per il web accessibile.
Ma domani è anche un mio anniversario: il 9 maggio 2002 venivo investita, in una mattina piena di sole e di luce, da un demente virtualmente pieno di sé e concretamente distratto. Ancora, da quel giorno, aspetto un risarcimento, ma niente, grazie ai tempi biblici dei tribunali italiani, nonostante abbia perso tutto nel corso degli anni che seguirono quel 9 maggio.
E quella mattinata a Roma, piena di sole e di luce, per colpa di un demente così virtualmente sicuro di sé nella sua reale retromarcia, si è trasformata per me in un buio eterno, interrotto ogni tanto da flash di luce in cui però non vedo quella realtà che tutti gli altri vedono e che ho visto anch'io fino a quel drammatico momento.
Sono passati 10 anni: un decennio di trasformazioni e rinascite, dopo tante morti dovute alle umiliazioni, agli ostacoli, alle ingiustizie subite e che subisco ancora in quanto disabile in terra italica. Ho reagito si, ma che fatica! L'età che avanza, i miei 51 anni e mezzo di oggi sono paragonabili ai 1.500 di una persona "normodotata", e se penso che quel 9 maggio ne avevo solo 41 e mezzo, e comunque belli vissuti e non uscivo certo da un convento di orsoline, non sto bene per niente, infatti cerco di non pensarci mai.
Ma devo pensare per forza a dove sono finita dopo quel volo allucinante e non mi piace per niente, avrei preferito rimanere in quella luce accecante, di durata indefinibile, che vidi mentre morivo. Stavo bene in quella luce, ma capivo che stavo morendo. Sono atterrata in un posto che non è come tutti vedono, Matrix forse è stato un film che voleva dire questo? Ciò che mi circonda è un gran deserto dove tutto brucia e frana e dove ogni cosa bella è finta.
Domani per me è l'Uno, 9+5+2+0+1+2= 1: si ricomincia, con le illusioni degli altri, che poi saranno delusioni, che creano vortici di energie buie e gelide. Mi chiedo sempre: ma perché sto ancora qui? Non potevo rimanere in quella Luce, in quella leggerezza, in quel benessere? Boh? Qualcuno m'ha detto: "Stai qui forse per portare un messaggio", vabbè.., quale? Dico io. Forse sto qui ancora per portare un messaggio dall'Oltre, a nome di tutti quelli che, a differenza mia, non sono tornati dopo un incidente stradale, ma che sento nell'aria sempre più numerosi? E cos'altro dire se non che qui quasi tutti sono stati contagiati dalla distrazione, finzione, illusione e virtualità, e che nessuno sa più qual'è la realtà? Possibile che dovevo diventare cieca poi per portare questo messaggio, e quindi costretta alle tecnologie per sopravvivere, a differenza di chi vive il suo tempo e la sua vita solo tramite demenzialità informatiche, Facebook ne è l'esempio più lampante, nonostante abbia la fortuna di poter vedere il viso di un figlio, di una madre o, per rimanere in tema di virtualità e finzione, un quadro, o un film al cinema???
Un trailer, finto, ma almeno rende l'idea di quanto dico e lo fa con satira, perché ci rido sopra alla distrazione e all'illusione che ha annientato quasi tutte le menti terrestri: è il trailer di "ContagiOFF"

11 commenti:

  1. Bellissimo il video!
    Bellissimo il tuo post!
    Un abbraccio, purtroppo virtuale.

    RispondiElimina
  2. Non ho risposte alle tue domande e sinceramente non so se ce ne siano, sicuramente è utile trovarle. Ti ringrazio perché non so che dire.
    Antonio

    RispondiElimina
  3. Cara Laura, forse non ti piacerà ciò che penso riguardo la tua “morte”, ma lo dico lo stesso perchè ci credo fermamente: penso che quella morte provocata dall'incidente, ti è stata donata per avere una seconda possibilità. Diversamente saresti morta e rinata nelle stesse illusioni di quella matrix in cui eri immersa prima, anche se con le dovute eccezioni. Ora contrariamente sei Oltre matrix, quindi oltre le barriere di questa vita.
    Un abbraccio forte.
    Marco

    RispondiElimina
  4. Cara Laura, ti ho conosciuto dopo la tua rinascita e ti posso dire che mi stai insegnando molto e sono molto contenta di sentirmi tua amica, non lo so perchè sei qui ma so che sei una combattente nata, lo eri prima, lo sei ora, ti prego stai con noi

    RispondiElimina
  5. p.s. rubo questo video che non avevo visto perchè è esilarante

    RispondiElimina
  6. Ho voluto dedicarti questo post, spero ti sia gradito.

    RispondiElimina
  7. La natura ha operato bene per costruire i nostri sensi, e con le macchinette la imitiamo faticosamente. Hai fatto una buona scarnificazione delle illusioni in questo post, con drammaticità e ironia. Ciao

    RispondiElimina
  8. @ruhevoll: c'è virtualità e virtualità, questa è quella sana.
    @antonio: hai risposto con un post straordinario, complimenti.
    @marco: stavo fuori matrix già da prima, comunque lo sai che mi piace sempre tanto quello che dici tu.
    @patty: sto sempre qui, anzi tra pochissimo starò a poche fermate di metro da te (finalmente).
    @francesco: l'importante è non diventare vittime delle macchinette, come ormai sono in troppi.
    GRAZIE A TUTTI E UN CARO ABBRACCIO FORTE!
    ho cambiato la grafica del blog: è luce nel cielo

    RispondiElimina
  9. Ancora tanta luce nel tuo cielo!!!:))

    RispondiElimina
  10. @intheraimbow: è l'unica luce che ho :) grazie!

    RispondiElimina
  11. Ho solo un abbraccio da darti, un po' tardivo, ma un abbraccio stretto.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT