NAPOLI E IL TEATRO ACCESSIBILE: LAURA PER TUTTI

Soldi pubblici sempre più spesi male: se solo una piccola parte, anziché buttarla fosse investita nei restauri, per evitare perdite umane e di beni artistico-culturali preziosi, di cui l'Italia è piena e con cui potrebbe vivere di rendita solo col turismo, potremmo mantenere l'Europa con la qualità. Ma se non si spendono manco pochi euro per evitare disastri ambientali, figuriamoci se si pensa al recupero dell'arte e della cultura. Tra i tanti beni che stavamo per perdere, c'è un teatro che è tornato a risplendere grazie all'impegno di chi ha creduto più nella cultura che nel business: è il Teatro Mercadante di Napoli, un gioiello del 700. Il suo nome originale era Teatro del Fondo, essendo confiscato ai Gesuiti dal “Fondo di separazione dei lucri” (leggi la storia).
E' il Teatro Stabile di Napoli che, al Mercadante, porta per la prima volta nella città di Napoli uno spettacolo accessibile a tutti, e lo manderà in scena per quattro serate consecutive, si tratta di: "Laura per Tutti", interpretato da Elena Fazio (leggi comunicato dopo la Conferenza di presentazione del programma del 30 maggio 2012).
E' già sempre una grande emozione stare in uno spazio dove sono passati Rossini, Mozart, Donizetti, Eduardo Scarpetta e tanti altri, sapere che lì dentro dal 28 novembre al 2 dicembre 2012 andrà in scena un'opera che ho scritto, alcuni pezzi di vita reale, dove la donna che perde la vista non la riacquista come succede nei film, ma invita tutti a reagire al dolore, a condividere l'arte, lo spettacolo e la cultura, a sapere e a collaborare, beh questo mio emoziona ancor di più, e mi entusiasma sapere che la battaglia per infrangere quel muro di barriere sensoriali sta cominciando ad aprire importanti varchi di luce, in quel buio dove l'accesso alla cultura e allo spettacolo non sono ancora per tutti, come invece dovrebbe. E pensare che bastano un sottotitolo e un'audiodescrizione - a teatro, al cinema, in tv, nel web - per poterlo avere! Mi auguro che il Mercadante di Napoli sia d'esempio ad altri teatri, affinché anche una persona sorda o una persona cieca possano condividere uno spettacolo.

Sono anche contenta che "Laura per Tutti" abbia la possibilità di trasmettere ai napoletani, oltre alle forti emozioni che lo spettacolo regala, pure un po' di sicurezza stradale, d'informazione sui disabili sensoriali e il cane guida.

4 commenti:

  1. Hai fatto breccia. Complimenti ancora. Non mi stancherò mai di ripeterlo. Inizi con un importante teatro in una grande ed importante città. Sarà l'inizio, ne sono certo, di una lunga serie di repliche in altre parti d'Italia. E non hai fatto solo breccia per il tuo spettacolo, ma hai fatto breccia nel sistema. E' una rivoluzione culturale. Grande Laura.
    Cugigio

    RispondiElimina
  2. complimenti

    occupy praia a mare

    RispondiElimina
  3. Sono stato a Napoli pochi giorni fa, è una città straordinaria, non è un luogo comune, è una città-mondo, sono sicuro che ti darà molte soddisfazioni.

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

DA LEGGERE

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT