IL MIO RITORNO

Scatoloni per casa: un altro trasloco, è il quarto dal 2007, quando lasciai Roma per trasferirmi al mare. Oggi preparo di nuovo scatoloni, con una tecnica affinata con lacrime, sangue e tanto coraggio, dentro essi sistemo me stessa, non solo oggetti avvolti da giornali. La Laura che arrivò al mare quel 6 gennaio del 2007, distrutta dentro e fuori, non c'è più: gli anni passati ad ascoltare il mare, il vento e i sassi mi hanno trasformata, ma anche lo scontro con uno stile di vita così diverso da quello che si vive in città. Non ero abituata ad una piccola comunità, che comunque, con i suoi difetti e i suoi pregi, mi ha forgiata, mi ha resa ancora più forte, e più consapevole di cos'è realmente il sud.
Torno a Roma,
più "sciamana" di prima e stavolta nei miei scatoloni, gli stessi che partirono da Roma, uscendo da una casa dove ero morta ma dove avevo anche vissuto da vedente anni indimenticabili, ci sono un po' di sassi, quelli che dal mare hanno deciso di venire a parlare con me anche a Roma, come se questi anni anni vissuti qui davanti ad un'isola, dove Nessuno mi ha portata, siano serviti solo per selezionare un "raccolto" di anime, da salvare e da portare con me nel mio Ritorno.
I miei primi scatoloni da cieca sono diventati uno spettacolo teatrale, "Laura per Tutti", stavolta invece il mio diario di bordo che ho cominciato a scrivere, sarà il completamento del famoso "Il film di Sofia", perché se dal mare Blindsight Project ha partorito il teatro accessibile, da Roma, dove è nata, partorirà la sua passione: il cinema accessibile.

Nell'immagine: il Colosseo, una di quelle "cosette" che hanno formato la mia visione, che nel mio caso, avendo visto dalla nascita solo cose enormi, milioni di etnie diverse e l'arte più bella del pianeta, è una "visione artistica", quella con la quale mi rapporto ancora con gli altri nel mondo reale, aiutandomi con la mia super memoria visiva.
Di seguito una grande voce che mi fa sempre compagnia durante i traslochi, sia quando impacchetto che nelle pause in cui scrivo: mi riporta nell'arena, in mezzo ai leoni, a cui oggi sono ancor più preparata, essendo sopravvissuta anche al deserto. Lei è Miriam Makeba

8 commenti:

  1. "Anni passati ad ascoltare il mare". Cara Laura comincio a pensare che tra i nostri blog ci sia una bella risonanza. Un saluto.

    RispondiElimina
  2. buon ritorno a Roma con il mare dentro
    ciao

    RispondiElimina
  3. lascerai un gran vuoto....ma in compenso porterai con te l'essenza delle voci che vengono da lontano e che al lontano tornano... solo il mare col suo fluire complice una luna distratta portano il pensiero all'infinito.. che la loro forza sia per te un ancora nella determinazione un albero su cui appoggiarsi un pensiero felice nei momenti difficili ...susanna tvb

    RispondiElimina
  4. @antonio: più che tra i blog penso sia ci sia risonanza di pensiero, di anima.
    @francesco: grazie!
    @susanna: grazie anche a te per la frase "lascerai un vuoto": t'assicuro che siete una rarità voi che lo pensate, per questo porto con me solo pochi sassi..

    RispondiElimina
  5. Spero che il tempo non scalfisca il tuo coraggio , la tua determinazione, il tuo attivismo . Credo anch'io che lascerai un vuoto alla gente che ti ha conosciuta .Ciao, Paola Giusti

    RispondiElimina
  6. Spero che il tempo non scalfisca il tuo coraggio, il tuo attivismo, la tua determinazione. Credo anch'io che mancherai alle persone che ti hanno conosciuto.Ciao , Paola Giusti

    RispondiElimina
  7. Non solo lascerai un vuoto dietro di te ma anche persono che, conoscendoti, sono cambiate.
    Attendo con ansia la mia prossima puntata a Roma. Camminerò molto meno rispetto a due settimane fa, ma ascolterò tantissimo.
    Un abbraccio.
    Cugigio

    RispondiElimina
  8. @paola: troppo buona!
    @giovanni: stavolta è proprio un film :)
    per fine luglio sarò traslocata e di nuovo localizzata a roma: io però mi sono già persa in mezzo agli scatoloni e artu è distrutto, come sempre durante i traslochi...

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT