LA CASTA IN OSPEDALE

Al di là della destra o della sinistra, estinte entrambe da tempo e vive solo nelle menti di chi non conosce la realtà, va detto che di fronte alla malattia diventiamo tutti uguali: si sta male. Non siamo uguali però di fronte alle cure che il sistema offre in questa nazione, suddividendolo a sua volta per ogni regione in base alla materia grigia del proprio governatore (materia questa presente solo in rarissimi casi), così, ad esempio, nelle Marche c'è un certo tipo di servizio, in Calabria non esiste proprio il servizio, nel Lazio il servizio è riservato a pochi eletti, e via dicendo con la più grande beffa che un paese democratico e laico vive da sempre.
Così se il papa ne ha bisogno l'intero Policlinico Gemelli è a sua disposizione, idem l'ospedale scelto dal governatore del Lazio, Polverini, in questo caso il Sant'Andrea, che le ha messo a disposizione un intero reparto per un mini intervento (vedi notizia: ho cercato la meno "comunista").
Nessuna smentita, nessuna risposta dalla regione Lazio, a parte qualche teoria assurda e infondata su "reparti chiusi per ferie" e via dicendo, so solo una cosa, come la sanno tutti: questo life style da raccomandati e privilegiati è la vera piaga di questa nazione e mi auguro ora di non aspettare anni visto che dovrò essere operata di nuovo, come ad esempio aspettai mesi e mesi in carrozzina l'anno scorso per avere un posto letto.
Non provo rabbia di fronte a queste cose, ma cerco di essere comprensiva: rimpiangere una dittatura fascista o lottare per difendere un embrione sono cose che appartengono a disabilità cognitive, a chi della realtà non conosce nulla, ed è con questi che bisogna usare pietismo, lo stesso che usano loro nei confronti dei disabili veri come me.
Non conoscere la realtà è la dimensione del perdente, si potrà comandare abusando di potere e prepotenza per un po', ma solo chi vive la realtà è destinato a vincere, se lo vuole.
Datemi ora un nome, uno solo, tra i "politici" pagati anche da me con quei quattro euro di pensione da cieca civile, che conosce e vive la realtà, così diversa da quell'ovattamento irreale, anacronistico e grottesco, in cui si illudono di vivere caste e chi gli gira intorno.
Non sarò mai papessa, né governatore, sono solo una cieca onesta che paga, insieme ad altri onesti, per caste che ormai disgustano l'Europa intera. Nell'immagine la Polverini, di seguito il video della Polverini che entra in ospedale:


4 commenti:

  1. Cara Laura, mi dispiace tanto che ancora una volta devi affrontare un nuovo intervento chirurgico, come se non bastasse quello che hai già sofferto. Questa vita è davvero ingiusta. Per la casta, e chi dovrebbe dare esempio di umiltà, come il papa, si mobilita addirittura un intero reparto di ospedale. Privilegi che pagano come è storico in questo paese, le persone più oneste e corrette. Cioè quelle persone che pagano fino all'ultimo centesimo di tasse.

    I politicanti a partire dalla Polverini, senza dimenticare gli zombi che ancora dicono di rappresentare la sinistra, l'alternativa, mi auguro di vederli estinti quanto prima, perchè questi esserini, fanno rimpiangere persino Berlusconi, anche se per il futuro, non penso ci sia un limite alla degenerazione sociale, dato che non posso non vedere che ciò che accade nel nostro paese in particolare dipende essenzialmente dalla bassezza intellettuale e spirituale del popolo italiano.
    A te va il mio pensiero con la certezza che anche quest'ultima prova la supererai alla grande.
    Marco

    RispondiElimina
  2. bello ritrovarti marco! condivido tutto a parte il rimpianto per berlusconi: per carità! non dimentichiamoci che chi fa tanto casino adesso votò il porcellum e negava la crisi.
    riguardo me: ogni tanto devo aggiustare qualche pezzo, e non per estetica purtroppo, il problema è l'assenza di posti in ospedale, ma anche una marea di medici raccomandati che dovrebbero dar spazio a quelli veri, probabilmente tra questi ultimi in molti avrebbero consigliato alla polverini una clinica privata, del resto se la può permettere e la loro politica di destra voleva proprio questo: privatizzare tutto.
    mi disgustano davvero.
    un abbraccio, laura

    RispondiElimina
  3. Il problema di questi stronzi, perché di stronzi si tratta, è che poi pensano che l'ospedale funziona così per tutti. L'altro problema sono gli altri stronzi, i medici, che si genuflettono davanti alla feccia. Posso capire un neolaureato, capire non condividere, ma non posso capire un medico con anni di esperienza e meno di tutti un primario. La verità è che molta gente fa strada con la lingua unta, non dico di cosa, ecco perché poi ci ritroviamo la feccia nei posti di comando.

    RispondiElimina
  4. antonio hai proprio ragione, comunque tutti in questa nazione si genuflettono davanti alla feccia, è questo il problema, un po' per paura un po' per lecchinaggio.
    un gregge di paurosi lecchini, e come dice marco, pure troppo ignoranti e privi ormai anche di un atomo di umanità e spiritualità (che non c'entrano niente con la reliquia del sangue del papa..)

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT