DECRETO SANITA': E L'ALCOL?? COME L'IMU PER LA CHIESA?

Il decretone sanità è come l'Imu per la Chiesa?? Mentre tutti gli onesti ora dovranno pagare e hanno già pagato l'Imu, la Chiesa niente..
La gioia di avere Monti a capo del governo era forse solo maggiorata dal fatto che in molti gioivamo del crollo del suo patetico, grottesco e inutile predecessore? Forse, sempre meglio Monti di Berlusconi comunque.
In questo decretone però, che arriva quasi dimezzato dall'originale, si teme il latte crudo, idem per il pesce, le solite paranoie sul fumo e le idiozie sul gioco d'azzardo (su cui ci sarebbe molto da dire), ecc.
Ma l'ALCOL?? L'alcol è comunque una droga pesante, porta dipendenza oltre al resto delle sue tragiche conseguenze. Basterà quindi aumentarne il prezzo per evitare il disastro che l'alcol provoca?
L'alcol non è il fumo: si muore più di cirrosi epatica e tumore al fegato che di tumore al polmone e poi, diciamolo, chi fuma non fa la strage quotidiana che invece l'alcol fa alla guida!
E quali le nuove regole almeno per i minori, e aggiungo neo-patentati??

Ecco alcune righe di un'inchiesta de Il Tirreno, che lancia un appello:


"L’Italia ha una sola norma che regola il rapporto alcol e minori: è vietata la somministrazione dell’alcol, all’interno dei locali, a chi ha meno di 16 anni. Nient’altro. Lo ripetiamo: nient’altro. Da 16 a 18 anni possono bere alcolici e superalcolici in qualche discoteca o pub. E, dai 14 anni in sù possono acquistare ciò che vogliono in negozi e supermercati."  FIRMA L'APPELLO PER REGOLARE GLI ALCOLICI

Quante cose questo governo sta dimenticando però, mi auguro che Monti per un attimo dimentichi lo spred e si occupi un po' degli italiani. Con queste parole non spero in un governo politico: la politica sta disgustando anche loro stessi, così impegnati tutti nelle loro campagne elettorali e così distratti, quanto lontani, dalla realtà.
Gli italiani stanno sulla buona strada dei Maori, dei Nativi Americani, e via dicendo con tutte le grandi civiltà decimate e con gli ultimi "esemplari" chiusi nelle riserve, a fumare, bere e drogarsi per non pensare a quanto hanno perso, tra sangue, lacrime, abusi, ingiustizie e violenze.
Per chiudere ricordo che il proibizionismo è il pane delle mafie: non puoi proibire di uscire di casa alle donne per combattere gli stupri, idem vale per tutto il resto.

0 commenti:

Posta un commento

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT