IL VATICANO E LA "PACE"

vignetta su prete pedofilo

Sono sempre più soddisfatta di essermi sbattezzata anni fa, visti gli ultimi fatti dal Vaticano: rimango dell'idea che si può essere cristiani o di altra religione, anche senza appartenere ad un esercito-gregge. Si può anche essere come me, che non sono atea, ma invece di perdere tempo a "cercare dio", m'impegno affinché, ammesso che esista, sia contento di me.


Ratzinger, il papa e soprattutto il capo dello stato più potente in occidente, si scaglia contro aborto, eutanasia, matrimoni gay e tutto ciò che rende autonomo e libero un essere umano, proprio mentre si riaccendono polemiche sui preti pedofili dell'Istituto Provolo, quello dove per anni bambini sordi sono stati addirittura seviziati, oltre ad essere violentati e per cui la Chiesa cerca da anni di coprire colpe anziché dimostrare a fatti quanto dice a parole il papa:
"Nell’ammettere le colpe, la Congregazione della fede non ha voluto prendere provvedimenti secondo giustizia contro i colpevoli. Nessuno è stato spretato, nessuno viene cacciato dalla Chiesa, solo insignificanti pene, come abolire i contatti con bambini o attenta sorveglianza da parte della Curia di Verona. Che è bene ricordare: inizialmente ha coperto questi preti. Oppure si è evitata anche la semplice censura perché è vecchio e malato. E’ pur vero che la giustizia non ammette vendette, ma una giusta pena sì." (leggi da Il Fatto Quotidiano).
Scrive pure che il matrimonio tra due uomini o tra due donne è «un’offesa contro la verità della persona umana», poi rincara con questa frase «una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace».
Infatti riguardo la pace scrive pure: «Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita.» leggi tutto da La Stampa.
La pace è in pericolo se qualcuno decide di staccare la spina e morire con dignità, o se due uomini o due donne si sposano e magari adottano pure figli, sottraendoli ad abusi di cui proprio la Chiesa è al primo posto? La pace è in pericolo se una donna decide di abortire? Non entro nel discorso "cosa ci fate con tutti quei soldi e soprattutto con l'8 per mille?", né qui ricordo i numerosi genocidi ad opera della Chiesa che doveva redimere (sia popolazioni intere che donne). Non mi aspetto che dal Vaticano siano d'accordo sull'aborto e forse manco sull'eutanasia, spero sempre che questo diventi uno stato laico anche a fatti e che si possa decidere autonomamente a casa nostra senza pallose ingerenze continue, ma mi aspettavo un minimo di apertura sull'omosessualità, visto che è di gran moda da sempre tra preti e suore, e soprattutto più azioni contro la pedofilia che regna sovrana e impunita nel loro stato, e non solo? E ai ragazzi sordi, che hanno denunciato quanto subito per anni, chi darà mai vera giustizia, visto che sono diventati grandi, quasi miei coetanei, e ancora nessuno paga, nonostante dopo un tempo infinito la Chiesa abbia ammesso le colpe? Pace? Perché non comincia il Vaticano, ad esempio col cambiare alcune "regole" che proprio Ratzinger ha introdotto nel catechismo diretto ai bambini?
Catechismo di Ratzinger

3 commenti:

  1. Carissima Laura ti auguro di trascorrere un sereno natale con l'augurio che il nuovo anno sia ricco di soddisfazioni, amore e nuova conoscenza per una sempre più profonda consapevolezza, poichè è dalla consapevolezza che traiamo la forza, la luce e la verità ... sia in questa vita che nell'altra.
    Un Tenero Abbraccio.
    Marco

    RispondiElimina
  2. L'aborto non può e non deve essere considerato un contraccettivo, mentre di fatto molte donne spesso le più disagiate lo usano come tale, bisogna parlarne. I matrimoni fra persone dello stesso sesso non possono e non devono essere considerati eguali a quelli eterosessuali, altra cosa possono essere i diritti di tali rapporti che personalmente ritengo malati. L'eutanasia è un tema che scivola sulla sulla lama del rasoio, basta poco per finire nell'eugenetica e credimi presto avremo anche questo tema su cui divoraci. Davide

    RispondiElimina
  3. @marco: grazie non avevo letto questo tuo commento: un abbraccio anche a te!
    @davide: vero, infatti la 194 prevedeva un'ora di educazione sessuale e corsi nelle scuole, il fatto che molte donne abbiano scambiato un aborto per un contraccettivo non è certo colpa loro visto che tutto è negato se sei donna per il vaticano, e di conseguenza per questo piccolo stato che altro non è se non una squallida periferia dello stato più ricco del pianeta.
    noi donne non siamo ancora libere di scegliere, dalla pillola del prima a quella del dopo, ecc. fino ad ogni tipo di contraccettivo, escluso quello usato dai miei, il coito interrotto (infatti ne hanno fatte 5 di figlie, 3 viventi), mentre il viagra è libero: bella contraddizione no?
    riguardo i "rapporti malati": guarda se sono rapporti "malati" allora dovrebbe crollare la chiesa intera!! e poi cos'è normale? non è più malato un rapporto in cui si sta insieme per la "famiglia", o per le bollette pagate o per una camicia stirata, anche se ci si odia? che antichità nelle tue parole, e per antico intendo medioevo

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT