MAGIE PER L'ACCESSIBILITA'

In giro per Roma col Mago Casanova di Striscia la Notizia, colpito dall'inaccessibilità e dalle barriere di cui parlo e scrivo spesso: un breve video, tra magie sue e informazioni mie. La mia prima volta a Mediaset e la sua prima volta al buio :).
Se penso a quante cose potrebbe fare la Blindsight Project, se solo avesse un atomo di quanto ricevono altre associazioni!
Fate una magia anche voi. non dimenticate il 5 per mille, qui ogni info per donarlo a Blindsight Project, che da anni vive solo di questo e si batte per l'autonomia, non si è mai lamentata né fermata per non aver ricevuto mai un sostegno istituzionale, soprattutto per l'enorme lavoro che svolge per informare e abbattere barriere, le sconosciute barriere sensoriali e le terribili barriere mentali, che in questa nazione pullulano e sono pure ben radicate.
Provateci voi a bendarvi, girate per l'Italia, in questo caso a Roma, la capitale dell'inaccessibilità, prima di parlare di democrazia e di "italiani", visto che tra questi ce ne sono molti dimenticati da tutti.
Ne approfitto per segnalare di nuovo l'assurda situazione di numerose stazioni metro romane, ad esempio Marconi, priva di scala mobile e con ascensore fermo per "carenza di personale", come risponde Atac, una stazione attaccata all'università e a numerose palazzine dell'Istituto per Ciechi che, non trattandosi di centro storico in cui abitano invece solo vedenti-influenti, sono abitate da tantissimi disabili della vista, me compresa, quindi una stazione molto frequentata, nella quale però se disgraziatamente vi si arriva con un bagaglio, un bambino in passeggino, con una cardiopatia, in carrozzina perché non si cammina o con bastone e cane guida, costringe tutti ad una scala ripida, pericolosa e inaccessibile a troppi. E se questo succede sotto campagna elettorale, periodo in cui si mette a lustro l'operato di un sindaco, che osa ricandidarsi, mi spaventa pensare al dopo elezioni.

La magia del Mago Casanova non ha abbattuto le barriere di cui parlo, ma è riuscita almeno a renderle visibili a tanti: grazie.
Nell'immagine io e il Mago Casanova.
Il video di Striscia la Notizia (puntata del 4 maggio 2013: Mago Casanova e Laura Raffaeli)


6 commenti:

  1. Laura, ieri sera sul divano mancava solo Viola, la "piccola" che era fuori con la classe, ma davanti al TV eravamo in tre. Ottimo lavoro! Prima o poi la roccia scalfitta si sgretolerà. Ogni volta che mi viene in mente l'UIC mi ribolle il sangue.
    Visto che quelli di Striscia usano tornare sul luogo del delitto dopo un po' di tempo, anche se qui non c'è stata nessuna promessa di un amministratore di cui verificare l'attuazione, potresti fare un'altra puntata col Mago in un altro luogo pubblico per ribadire e ripetere la diffusione del tuo messaggio. Poi può starci, chiedo, un accenno senza fare riferimenti a persone, luoghi, storie reali e soprattutto acronimi reali, per dire che ci sono fondi immensi che non vengono impiegati a favore dei ciechi? Chi ha orecchie per intendere intenda.
    Gio

    RispondiElimina
  2. Hai fatto bene a fare questo servizio, è importante far capire che una città è vivibile quando tutti i suoi cittadini possono viverla. Cara Laura oggi si parla sempre di rete ma io sono affezionato al vecchio concetto di catena dove la forza della catena è determinata dal suo anello più debole, è inutile fare una città con anelli adatti ai più forti, la catena si romperà. Adesso è tempo di elezioni, so quale sia il tuo scoramento e la tua rabbia nei confronti della politica e dei politici, ma proprio per questo hai il diritto di porre domande precise a tutti i candidati sindaci per Roma, poni domande con la tua associazione, vedremo chi e cosa rispondono e soprattutto chi manterrà quello che dice. Un abbraccio e a presto.

    RispondiElimina
  3. Perfettamente in sintonia con Giosatu.
    Abbracci e grazie.
    Marco

    RispondiElimina
  4. @giosatu: un vero onore avere tanti raffaeli davanti e dentro alla tv!! baci e abbracci cuggì :)
    @antonio: non è rabbia antonio, è che non ti si fila proprio nessuno, tutti presi a giocare a "m'emportròno" (gioco delle poltrone che pare non finisca mai), e finché non ci stanno sopra non ti riceve nessuno, sai com'è no? per questo la rete è importante, almeno nel mio caso lo è.
    @marco: come non condividere er grande giovanni (giosatu)? :)
    cari saluti a tutti! laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco l'importanza della rete. Usavo il termine rete in termini di metafora che purtroppo si riflette in quel senso di impotenza che tu stessa dici. Parecchio tempo fa scrissi un post piuttosto lungo sulla faccenda, in realtà un piccolo saggio, se ti va di leggerlo ti lascio il link. Ciao

      Elimina
    2. Scusami, questo è il link corretto, prima ho sbagliato. A presto

      Elimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT