LA GRANDE BELLEZZA: LA VOCE DEI "NON VEDENTI"

La Grande Bellezza (locandina).
E' stato scritto e detto molto finora sul film "La Grande Bellezza", pluripremiato e giudicato a gran voce il capolavoro di Sorrentino. Risparmio a tutti questa fase, e salto immediatamente a quella successiva, che è una domanda: può far testo solo la voce di chi vede? Perché finora questo film è stato proibito a tutte le persone cieche e ipovedenti, e siamo tantissimi! Da anni scrivo e dico che anche se una persona è cieca del tutto, come me, ha diritto alla fruizione di un prodotto destinato al pubblico senza distinzione, agisco e lotto affinché si capisca che la voce "accessibilità" dev'essere obbligatoriamente inserita come voce di spesa in ogni evento, e che non può essere sempre e solo un regalo che si fa a qualche presidente di categoria più petulante, che non si arrende alla solita frase "eh.. ma non ci sono i soldi..". Porto un esempio però: i soldi ci sono per gli aperitivi con i vip del cinema in un festival? Bene, con meno della metà della spesa di un aperitivo o party organizzato in ogni festival, ci si paga l'accessibilità dei film!
Di recente mi sono immersa in un lavoro che non avevo mai fatto: l'audiodescrizione di un film, ovviamente insieme all'audiodescrittrice vedente. Il film scelto da accessibilizzare con Blindsight Project è stato una vera sfida: "La Grande Bellezza" per l'appunto, che è un'immagine che dura più di due ore, con pochi minuti di parlato e un universo da raccontare, o meglio da far comprendere.
Perché l'audiodescrizione è una cosa ben diversa dall'audionarrazione, ma in pochi lo sanno! Nel nostro mondo buona parte della realtà ci arriva da sintesi vocali, che non recitano ma leggono e basta, in modo da lasciare a noi che ascoltiamo un libro, o un film, la possibilità di un'interpretazione personale. Così come fanno i vedenti sullo stesso libro o davanti alla stessa scena di un film. Questo non succede sempre, anzi spesso viene proprio recitata quella piccola frase che invece dovrebbe dare solo indicazioni reali a chi non vede (ad esempio la localizzazione, sempre lo stesso nome per quel personaggio, ecc. ecc.).
Con Blindsight Project, e grazie al 5 per mille che ci permette di finanziare queste cose, è stata prodotta e realizzata la prima audiodescrizione de "La Grande Bellezza": la novità è nel fatto che il film per la prima volta in assoluto sarà accessibile anche da casa, visto che l'audiodescrizione è stata realizzata per MovieReading e sarà scaricabile dalla stessa sua app . Dopodiché basterà aspettare che l'app di MovieReading con l'audiodescrizione scaricata si sincronizzi con l'audio del dvd, o del cinema, e dal proprio auricolare collegato a smartphone o tablet, si avrà l'accessibilità del film. Senza più giornate, orari o cinema obbligati, ma semplicemente potrò andare al cinema quando mi pare, o "vedermi" un film a casa da dvd con chi voglio.
Sono convinta, e per fortuna in questo settore non sono l'unica, che non si possano fare ottime audiodescrizioni senza la presenza di una persona cieca: ci rimette la qualità e si escludono tante opportunità di lavoro anche per chi ha disabilità visive.
Avrete notato che non scrivo mai la parola "non vedenti": non la tollero! Esclude, nel suo ipocrita e ignorante politicamente corretto, tutte le persone ipovedenti, ma anche gli ex vedenti come me, che ancora "vedono" grazie alla memoria visiva. Siamo disabili visivi: c'è chi è cieco e chi è ipovedente, ma ognuno di noi vede a modo suo, forse meglio di chi ha la vista collegata al politicamente corretto.
Io sono cieca, già sentirmi chiamare "disabile" è dura da digerire in un mondo di normodotati che fanno un casino dopo l'altro, ma "non vedente", almeno a me e altri, fa davvero male.
Non mi interesserebbe se avessi tutte le tv, giornali, letture, cinema, ecc. accessibili: peccato che si dia tanto peso a come chiamarci, anziché accettarci semplicemente come persone.
Anche a chi vede consiglio di provare il film con l'audiodescrizione  a cui ho collaborato anch'io,
tanto se c'è il dvd non c'è problema: i più coraggiosi potranno chiudere gli occhi e fare la prova, forse capiranno perché la parola "non vedente" non è molto gradita, anche se ormai in molti ci siamo abituati, ma non rassegnati, così come lo siamo per i film per soli vedenti nel terzo millennio.
Comunque è un film pazzesco!!

5 commenti:

  1. Da oggi c'è l'audiodescrizione disponibile! Ci sono anche i sottotitoli quindi è accessibile a tutti anche in Italia!

    RispondiElimina
  2. ciao Laura
    ho inserito sul blog Arpa eolica un avviso per l'iniziativa del 16 febbraio
    http://arpaeolica.blogspot.it/2014/02/la-grande-bellezza-per-tutti.html
    buon lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesco, anche se con spaventoso ritardo!

      Elimina
  3. Ciao Laura. Ti commento pochissimo, ma ti leggo con interesse e condivido le tue battaglie per un mondo senza più barriere (si parla spesso di barriere architettoniche, dimenticando che non ci sono solo quelle da abbattere). Sono felice per questo lavoro che hai contribuito a realizzare e che certamente sarà utile a molte persone.
    Circa le definizioni che i "normali" danno ai "diversi" preferisco non pronunciarmi, chè ci sarebbe da scrivere un poema (ancora aspetto che qualcuno mi sappia dire, di preciso, in cosa consiste la "normalità"...).
    Comunque, mi farebbe molto piacere se tu volessi partecipare a questo http://nonsolobotte.blogspot.it/2014/02/una-promessa-e-una-promessa.html. Buona giornata e... buon tutto!

    RispondiElimina
  4. Cara Viviana mi ero persa questo tuo commento! Un abbraccio Grazie! a presto Laura

    RispondiElimina

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT