A ROMA E' TORNATA LA LUPA, TRA ULULATI DI GIOIA (E RUTTI CAPITOLINI)



Un "BURP" assordante sta confondendo Roma: è il rumore dei rutti di quelli che hanno finito di mangiare. Era quello che in tanti volevamo sentire da tempo, e finalmente questo rombo da mega rutto si inizia già a sentire, tra i vari ululati di vittoria.
Sarà un bel momento per Roma, non è pronta a confrontarsi con la luce, sta al buio da troppo tempo, ma presto abbaglieremo di nuovo il pianeta, quindi diamo tempo al nuovo, senza ostacolarne il percorso, come già in tanti, tra gli Squali Magno Romani e le famose Oche Ignoranti del Campidoglio, stanno cercando di fare.
Lo Squalo Magno Romano, di origini sconosciute perché non è una specie autoctona, idem all'Oca Ignorante del Campidoglio e allo Storno Cagone, non sono purtroppo in estinzione, anche se da anni i romani cercavano di liberarsene, in quanto speci pericolosamente in continua riproduzione, cucciolano miriadi di orrendi mostri dannosissimi per l'intero ecosistema, e non solo. Ora si temono incroci strani, e pare che in questo caso e dopo i risultati elettorali con cui si nutrono, lo Squalo Magno Romano potrebbe migrare altrove, ma l'Oca Ignorante del Campidoglio e lo Storno Cagone, detto anche Stornazzo Chigi, potrebbero avere la meglio sul Dna di questo orrendo incrocio. Ci auguriamo che la nuova sindaca possa risolvere  anche l'annoso problema del sovraffollamento di queste 3 dannosissime speci animali, che da tempo saccheggiano Roma e i romani. Intanto leggete già le Oche Ignoranti del Campidoglio come starnazzano, figuriamoci tra un po' di giorni cosa farà lo Storno Cagone, mentre lo Squalo Magno Romani è già alla ricerca di nuove prede altrove: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/06/20/ballottaggi-2016-ora-il-movimento-5-stelle-stia-attento-alle-trappole-economiche-del-governo/2845158/.
Non è stato "un voto di protesta", come stanno dicendo in tanti, tra gli sconfitti clamorosi. Abbiamo votato pressoché tutti con vero piacere, ed è stato "un voto pe ripijasse Roma". Già stamattina sparute voci di strada mormoravano, con tono da presa in giro: "Beh adesso tutto cambia, c'è la Raggi sindaco..": forse da fastidio, a chi ormai si era assuefatto al sistema "TritaRomani". A molti di noi, e i numeri parlano, mancava da tempo anche la voglia di protestare, quindi basta con il "voto di protesta", perché indietro non si torna: abbiamo votato l'onestà e la trasparenza, vogliamo luce su questa città, resa torbida da vari sindaci, e non solo, che si sono susseguiti nei decenni passati.
Dire che  stato "un voto di protesta" è da scemi, quali sono stati tutti gli avversari del Movimento 5 Stelle, e da populisti incancreniti, mi riferisco anche a tanti giornalisti (venduti ai "giochetti"): che brutta figura hanno fatto tutti i partiti e molte redazioni stavolta

E' stato il voto dei cittadini, quelli di cui in molti non consideravano né vita né nome, quelli che avete rispolverato solo sotto le vostre, costosissime, campagne elettorali, quelli che da anni contano i miliardi che ci rubate, solo con i vostri stipendi, vitalizi, pensioni, agevolazioni, regali, corsie privilegiate, agi e case, scorte e sfizi vari.
Ammettetelo ormai che, presi a magnàvve tutto, a occupà portrone e a rubbà stipendi, avevate perso la realtà, quella di una città meravigliosa e unica al mondo, che avete ridotto uno schifo, almeno quel poco che non avete svenduto: sembra di stare in un grande camping, o campo rom abbandonato (altro prodotto questo della viscida e finta sinistra, ed anche di quella tremenda destra sociale), nel degrado più assoluto, cose che in tanti non volevate vedere nemmeno in tv, ma che esistono e peggiorano di giorno in giorno.
Mondi paralleli, da un lato la minuta cartolina mozzafiato e pochi minuti di "Grande Bellezza", dall'altro il desolato ed infinito alveare, o camping squallido, in cui versano i romani e quasi tutta Roma, dove si muore per niente, e si sopravvive con tanto coraggio e sacrifici.
Ma che ne sanno del coraggio e dei sacrifici? Già je stanno a venì le bolle solo a leggerle ste parole, quindi consiglio di scendere dalle cattedre, su cui stanno salendo come scarafaggi impazziti tutti gli sconfitti, politici e giornalisti, uomini d'affari e portaborse, finti intellettuali e opinionisti, e chi più ne ha ne metta tra i magnoni finora sopportati. Scendete dalle cattedre, vi conviene star zitti e iniziare una nuova vita da "normali", anche perché ormai non c'è più una cattedra italiana, che non abbia cassetti colmi di lettere di raccomandazioni e di mazzette. E non è stata votata la Raggi perché donna, ma perché è piaciuta a tutti e da sola, a differenza delle fatiche di Ercole che tanti altri hanno dovuto fare, sostenuti da altri piccoli mondi di magnoni, palazzinari, mafiosi o partiti politici, pur di arrivare a prendere qualche voto in più. E per voto in più, intendo qualche voto oltre quelli dei mafiosi, di tanti impiegati comunali, di Mafia Capitale..., poi non mi viene in mente nessun altro che possa averli votati, se non i dementi qualunquisti, quelli che dicono "vabbè, ho sempre votato a sinistra", bella sinistra è stata questa del Pd, proprio bella e democratica, a cominciare dal suo premier, putroppo anche quello di tutti noi, da quando si è autoincensato ed autoeletto a capo della nazione. Chi vota Pd non ci torna la seconda volta alle urne, ammesso che ci sia andato la prima.
Ma che pensavano questi, che i romani si fossero dimenticati di tante porcate? Un forte no a Mafia Capitale, alle finte sinistre e alle finte destre, e ricordo che Mafia Capitale è un'orrenda realtà italiana, visto che tutti gli italiani contribuiscono a pagare il fallimento di Roma, che abbiamo saputo grazie a poche persone oneste che ci rappresentavano lì dentro, e di certo non erano del Pd, o di altra pappa simile, ma quelli che ancora qualcuno chiama "grillini".
Se votare onestà e trasparenza, che di certo non sistemeranno tutto sto casino di vari decenni in un attimo, è stato un voto di protesta, vabbè e allora? Che cambia? Nulla, non c'è protesta tra di noi, ma solo lo schifo per voi: pensateci, soprattutto quelli che hanno telefonato o  scritto, per i propri incontri elettorali, e sempre con la scusa dei disabili: sono felice che nessuno abbia abboccato (leggi anche Roma Election Freaks).
Nessuno abbocca più, meglio così finte brave persone? Chi sono gli Squali Magno Romani, le Oche Ignoranti del Campidoglio e gli Storni Cagoni, o Stornazzi Chigi? Niente, non sono più niente, da quando a Roma finalmente è tornata quella che mancava da sempre, ma che ha sempre difeso Roma: la nostra Lupa.
Questa Lupa è giovane, ha già finito di allattare quindi pronta a difendere il branco, di razza pura e sana, una Lupa vera, ed è stato un piacere sentirla sbranare i nemici, con intelligenza, eleganza e senza risse, a cui le Oche Ignoranti del Campidoglio sono così abituate, per entrare a casa nostra.
Perché il Campidoglio non è una roccaforte per raccomandati, mafiosi, palazzinari e magnoni, ma casa di tutti i romani: avete fatto male a scordavvelo, visto che succede a magnà troppo e a sta senza 'n pizzico de realtà? 

Ps.: ricordo che questo è il mio blog personale, non è l'associazione che presiedo ed ho fondato, la Blindsight Project, tra le poche veramente laiche ed apartitiche, di quelle onlus che non fanno campagne elettorali, e non si sono mai vendute né abbassate a portare qualche voto sia al candidato magnone, sia alla Lupa che ho votato io (e senza protestare, ma con tanta gioia, speranza e piacere).
#VirginiaRaggiSindaco

0 commenti:

Posta un commento

FIRMATI anche se non vuoi loggarti: un anonimo è una punizione per una cieca.
Se usi screen reader: per leggere il captcha usa mozilla e webvisum.
Grazie! Laura Raffaeli

CANE GUIDA E BARRIERE

CANE GUIDA E BARRIERE
DAL TGR: RISPETTA IL CANE GUIDA E I PASSAGGI PEDONALI, GRAZIE! Sono stanca di dire sempre le stesse cose in tv, sui giornali, nel web, per strada..: la tua civiltà si misura anche da queste cose. Clicca l'immagine per il video

Google+ Followers

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE

RACCOGLI LA CACCA DEL TUO CANE
CAMPAGNA DI BLINDSIGHT PROJECT